Vai al contenuto
mauri

Non solo lame per Yoshindo Yoshihara

Messaggi consigliati

Curiosando in rete mi sono imbattuto in alcune realizzazioni del maestro Yoshindo Yoshihara che si riferiscono alla sua poliedricità nell'affrontare l'utilizzo della forgia.

 

DSC_0019_0.jpg DSC_0022_0.jpg

 

Preso da: http://www.japaneseartswords.com/node/102

 

DSC_0024.jpg DSC_0028.jpg

 

Preso da: http://www.japaneseartswords.com/node/103

 

13.jpg

 

14.jpg

 

Preso da: http://www.japaneseartswords.com/node/106

 

DSC_0001_0.jpg

 

DSC_0002_0.jpg

 

DSC_0003_1.jpg

 

DSC_0004_0.jpg

 

Preso da: http://www.japaneseartswords.com/node/104

 

11.jpg

 

Preso da: http://www.japaneseartswords.com/node/107


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Mauri della segnalazione.

 

Del maestro Y.Y. avevo trovato tempo addietro una Tsuba (allegata) molto simile a quelle da te postate con incisi i Bonji di Aizen Myō-ō e Fudō Myō-ō.

L'incisione è molto complessa e realizzata con grande precisione.

Utilizzo del laser ......?

 

tsuba Paolo F.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vi posto anch'io una tsuba fatta dal Maestro col solito tema.

 

2013-06-26_012806.png

 

Presa da: http://www.nbthk-ab.org/articles/nbthkfinaltaikai08.pdf

questa in particolare è stata il premio per il 2° classificato al NBTHK Takiai del 2008.

 

Personalmente mi piacciono molto, sia come lavorazioni (non so se siano tradizionali o meno) che a livello di patina con "l' effetto invecchiato".

 

So che diversi tsubashi non sono d'accordo con tali sue lavorazioni... voi che ne pensate?


"Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In uno dei suoi libri si vedono anche alcuni horimono non tradizionali come quello della tigre e la produzione di alcuni mini-kozuka completi di un piccolo koshirae.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Paolo, non sono fatti a laser, quando a marzo siamo andati a casa sua, eravano nel laboratorio e ci ha mostrato alcune lavorazioni

che esegue nella realizzazione di questi manufatti. Usa il microscopio per un buon ingrandimento,ma realizza tutto a mano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto a mano ? ........ forse.

Sicuramente le finiture finali.

 

In ogni caso ha una bella inventiva per proporre e, credo, vendere un pezzetto di acciaio con il suo monogramma o Kakihan :ciuccio:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Posso dire che, indipendentemente dalla metodologia costruttiva, mi sembrano piuttosto barocche e prive di fantasia ideativa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto a mano ? ........ forse.

Sicuramente le finiture finali.

 

In ogni caso ha una bella inventiva per proporre e, credo, vendere un pezzetto di acciaio con il suo monogramma o Kakihan :ciuccio:

Stava costruendo delle miniature di Ken (sempre al microscopio) da inserire su i Kotsuka,hanno una lunghezza di 1 cm, devo dire che sono perfetti. Ha una buona mano per gli orimono. Forse si avvarrà anche della tecnologia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il maestro Yoshindo non fa segreto del fatto che usa qualche strumento moderno, tipo il maglio meccanico in certi casi.

Comunque non vuol dire che lo usi sempre o che non sia in grado di fare dei lavori eccellenti anche a mano, anzi, che abbia una mano eccellente è sicuro.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nessuno penso mette in dubbuio le doti di Y.Y., per quanto riguarda la manualità è indiscusso che sia molto capace, per quanto attiene l'aspetto commerciale lo è almeno altrettanto, per cui non diamo per scontato tutto, l'uso del laser o della Waterjet per tagli è ormai d'uso comune, magari non è proprio tradizionale, ma forse ci si può apellare al detto che il fine giustifica i mezzi. :ciuccio:

 

 

Vedi: http://it.video.search.yahoo.com/video/play;_ylt=A2KLqIhArtFRqgwAS_FGDQx.;_ylu=X3oDMTBzYm5mbzZiBHNlYwNzcgRzbGsDdmlkBHZ0aWQDBGdwb3MDNzE-?p=waterjet&vid=02a089cbd1b6ee5fbc466018e9651d63&l=1%3A57&turl=http%3A%2F%2Fts1.mm.bing.net%2Fth%3Fid%3DV.4774763446994408%26pid%3D15.1&rurl=http%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DMVV17L4EbZM&tit=Waterjet+5D+Kimla+StreamFive%2C+wycinanie+aluminium+12mm%2C+www.kimla.pl&c=10&sigr=11ah8cjtp&age=0&norw=1&b=61&fr=yfp-t-709&tt=b


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

onestamente le tsuba non mi piacciono. trovo carina la patina e mi piace l'accostamento ferro patinato/oro, ma non il disegno della tsuba in sè. le trovo poco eleganti e tradizionali.

i blocchetti di metallo sono carini, ma temo che non avremmo la stessa idea in merito al loro prezzo di vendita.

mi lascia un po' interdetto l'ultimo mostrato, quello liscio marrone con la scritta sopra. trovo la scritta priva della tradizionale eleganza e fluidità di alcune firme giapponesi.

parere assolutamente personale.

ps. condivido l'idea di Mauri sulla bravura commerciale di Yoshindo Yoshihara.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante