Vai al contenuto

Iscrizione/rinnovo NBTHK Italian Branch

comunicazione di servizio

popegogo

Come Annodare Il Sageo

Messaggi consigliati

Vedo frequentemente immagini di koshirae con complicate ma esteticamente affascinati annodature del sageo. I miei tentativi di riprodurre le più complesse annodature sono però naufragati miseramente. Ci sarebbe qualcuno che può mettere on line qualche spiegazione, magari associando un vero e proprio diagramma esplicativo??

Grandi ringraziamenti anticipati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Queste le ho trovate nel sito della coltelleria la lama

www.coltellerialalama.it

Siccome sono un po' complicate da trovare, le allego, confidando che non infrango alcun copyright, dato che cito esplicitamente la fonte.

 

Personalmente, per lo iaito da pratica, che deve avere la lama "serrata" quando lo si trasporta, utilizzo la prima meta' di quanto indicato nella foto "practical", poi col sageo restante faccio un elegantissimo nodo barcaiolo sulla tsuka

 

RIc

SageoKatana.jpg

SageoPratical.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Resto 'percosso e attonito' per la fulmineità e l' esaurienza delle risposte.

Grazie a RIc, ichi, Ughen, Yama.

Presto on line il mio waki, appena tornato dalla politura, corredato di sageo superbamente annodato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grande popegogo!!

aspettiamo con ansia :ok:


....se il tuo cuore è forte....anche la tua spada sarà forte.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il secondo nodo della serie postata da ughen e` quello classico molto usato in giappone.

 

bello schema.

 

:arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

bhe, non è che gli sia venuto bene alla fine e nel mezzo si è anche incasinato.

Comunque a parte questo tempo fa lessi da qualche parte che i modi di annodare il sageo erano utilizzati per lo più da ricchi mercanti e da tutti i possessori di spade che avevano solo una valenza economica/ornamentale per i proprietari, al contrario per i samurai era fondamentale che il sageo fosse rapidamente slegabile tipo questa

katana.jpg

 

Voi che mi dite ?

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il sageo viene annodato a quel modo per riporre il koshi sul katanakake o riporlo all'interno del fukuro per metterlo via. Non c'entra samurai o mercante. Il metodo che mostri tu è il sageo pronto all'uso; svolgi un nodo e puoi infilare il saya nell'obi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Lorenzo :arigatou:.

 

Solo a titolo dis-informativo ho ritrovato il link http://www.ksky.ne.jp/~sumie99/sageotying.html dove dice:

 

"The next type is just for display.

In such style, the cord can't do its duty to hold the scabbard on the waist.

It is not for Samurai. Such a style was taken by wealthy merchant or so. Because they didn't consider swords as weapon, but they displayed it as their status symbol on the waist...Today, some people who don't understand Samurai spirit take such a style. But do not make it with real cord. Such complicated knots damages the cord."

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mah. Lo dira' anche usagiya, ma non vedo come si possa portare una katana senza togliere il nodo del sageo, indipendentemente dall'essere samurai o meno.

 

Sul fatto che sia soltanto "per display" non c'e' dubbio; e' il fatto che sia "per mercanti" che mi fa un po' ridere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

giusto per fare un esempio.

 

http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=2613&view=findpost&p=28461

 

vedi il kamishimo koshirae daisho.

 

Oppure queste fotografate da me nel museo di Bizen Osafune. E se non sanno loro come esporre una spada...

 

Lorenzo in giappone3 078.jpg

 

Lorenzo in giappone3 079.jpg

Modificato: da Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Uno dei tanti modi:

P2232848.JPG


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ancora Lorenzo e Mauri.

E' interessante come ci siano molteplici modi di annodare il sageo, chissà se ad ognuno corrisponde qualcosa o è solo per mero gusto estetico.

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao riapro questo vecchio post per un dubbio... sullo Iaito da pratica io ho un Sageo lungo 2.20.

Quando ripongo lo Iaito amo fare il nodo classico, per intenderci quello mostrato nel video di Tozando. Con un Sageo cosi' lungo, pero', a me vengono 4 "anelli" per lato del Kurikata, c'e' una regola per questo? Solitamente lo vedo annodato con tre, addirittura ho viso casi in cui c'erano quattro anelli a destra e tre a sinistra (lato Koiguchi).

Con quattro nodi per lato mi pare rimanga abbastanza elegante, e' pero' corretto cosi'?

 

sageo.jpg


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante