Vai al contenuto
Alex73

aiuto identificazione

Messaggi consigliati

Salve a tutti, faccio parte della maggioranza silente del forum, lo leggo spesso e con gran piacere. Non ho mai scritto un post in quanto in un mare di cotanto sapere mi sento inadeguato e molto impreparato. Sono un grande appassionato di lame orientali nonchè un modesto praticante, ho sempre prediletto l' aspetto pratico e bellico rispetto a quello artistico pertanto non sempre sposo la filosofia della comunita e lo ammetto.....sono un pessimo studente. Fatta questa breve premessa vorrei se possibile avere un qualche aiuto in merito ai mei di questa lama in mio possesso, che dalla foggia mi fa pensare ad un curioso passato. Ringrazio tutti anticipatamente e mi scuso di nuovo per questa mia piccola intrusione. Grazie......inutile rinnovare i complimenti....quelli sono sempre scontati. P.s. perdonate la pessima qualità delle foto, non sono ne pratico ne attrezzato.

IMG_20130918_235554.jpg

IMG_20130918_235434.jpg

IMG_20130918_235635.jpg

IMG_20130918_235629.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Alex73, mi dispiace informarti del fatto che quella che ci mostri é una riproduzione, i simboli su di essa incisi non hanno alcun significato. Se dai un'occhiata alla sezione "schede tecniche" ti accorgerai di quanto é differente un'autentica firma giapponese. :arigatou:



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti...... vorrei capirci anche io qualcosina..... ripeto sono un pessimo studente, però la qualità della lama mi sembra buona.....la foggia e le misure anche....e vissuta quello si....ma e anche quello che cerco. Sul nagako ci sono segni di modifiche..... se pensate che comunque a prescindere e palesemente un falso non sto ad intasare il forum con foto inutili. Il problema a questo punto e più mio....in quanto acquistato in noto circuito nazionale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

concordo con Sandro. la lama purtroppo(e te lo dico con dispiacere) è palesemente falsa. non si tratta di un oggetto molto vecchio comunque, il "vissuto" è solo un'impressione, dato che non è mai stata utilizzata.

perdona la curiosità, ma cosa intendi con "in quanto acquistato in noto circuito nazionale" ?

grazie

G.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Non voglio sbilanciarmi sulla modalità dell acquisto in quanto fido nella sua professionalità e buona fede. Risolverlo quello che sembra un malinteso nei prossimi giorni. Ben inteso non che fossi convinto di aver acquistato un tesoro nascosto. Posso invece sapere per mio curiosità da cosa si evince un mancato utilizzo dalla sola analisi del nagako....? Deve presentare deformazioni o imperfezioni? Grazie mille

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

molto semplicemente questa NON è una lama giapponese, non è nata per essere montata ne utilizzata. per cosa avrebbe dovuto essere utilizzata? questa lama è molto recente... non ha visto ne la IIWW ne le guerre tra samurai. non ti sto parlando di una semplice firma falsa su di un oggetto autentico, attenzione, ma di un oggetto che con una spada giapponese non ha nulla in comune.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Alex, come dice giustamente Gian, guardando anche solo i pochi dettagli che ci fornisci, non e' riconoscibile nessuna caratteristica di una "Nihonto". Se poi ci dai ulteriori ragguagli su quello che tu definisci "noto circuito nazionale" possiamo trarre anche altre conclusioni.


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Alex 33,

 

è molto difficile giudicare una lama da delle immagini; lo è assolutamente di più se le immagini sono così "malandate" come quelle da te postate.

 

Da quel poco che si vede del Nakago (fotografato peraltro a capo all'ingiù) bisogna sicuramente concordare con Sandro e con Gianc, però mi incuriosiscono i tre fori presenti.

In uno ci passa il Mekugi, in uno - quello all'estremità - ci dovrebbe passare una vite inglobata nel Kashira, mentre il terzo cosa ci "azzecca" ?

Tanto per togliere ogni dubbio fai per favore un paio di foto decenti della punta della spada (con un pezzetto di lama attaccato).

 

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

OK, riprovò a fare qualche foto, grazie a tutti per disponibilita

IMG_20130922_110152.jpg

IMG_20130922_110208.jpg

IMG_20130922_110135.jpg

IMG_20130922_110033.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tanto che c ero ho rifatto pure le altre

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sempre da quel poco che si vede (hai una notevole abilità nel fare le foto sfuocate :hihi: ) mi sento di dirti:

 

- i Kanji (incisi ? pitturati ?) sul Nakago sembrano privi di significato così come quei segni rettilinei (pitturati ? incisi ?) che sembrano voler indicare una qualche forma di Yasurime

- la lama sembra essere stata affilata da un coltellinaio; sicuramente è stata molto maltrattata

- la lama sembra molto curva (penultima immagine) la qual cosa mi fa pensare (abbinata ai kanji "anomali" sul Nakago) ad una lama probabilmente realizzata nelle Filippine o nel Laos almeno una trentina di anni orsono - escluderei Giappone, Cina e Corea.

 

In ogni caso, per un giudizio definitivo, andrebbe esaminata dal vivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Confermo i kanji sono incisi, la lama e molto curva e lunghetta, ad occhio e croce un venti centimetri superiori ad una lunghezza standard. Le mie doti da fotografo oltre a negarmi la messa a fuoco, mi negano pure la cattura dell hammon o che dir si voglia, a occhio lo vedo in foto no..... mhaaaaa domani la porto da un antiquario

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Confermo i kanji sono incisi, la lama e molto curva e lunghetta, ad occhio e croce un venti centimetri superiori ad una lunghezza standard. Le mie doti da fotografo oltre a negarmi la messa a fuoco, mi negano pure la cattura dell hammon o che dir si voglia, a occhio lo vedo in foto no..... mhaaaaa domani la porto da un antiquario

 

Considera che una lunghezza standard è intorno ai 65 - 70 cm.

Per quanto riguarda l'antiquario, accertati che abbia una certa esperienza sulle lame giapponesi (cosa abbastanza rara) altrimenti potresti ottenere informazioni del tutto fuorvianti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Da quel poco che si vede le incisioni, oltre a non aver significato, sembrano fatte ad acido e tutto il resto sembra un palese falso.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non è così difficile distinguere un nakago reale, non necessariamente molto antico, da quello della spada in discussione. Questi sono nakago originali

Nakago.jpg Nakag.jpg

il primo è di una lama gendai, quindi abbastanza recente e di forma piuttosto allungata mentre il secondo è di foggia più corrente. In entrambi, a parte la patina, si può osservare una precisa geometria delle forme, una accurata cura realizzativa e la precisione dei caratteri incisi, fattori che non si ritrovano in quello esaminato. Va da sè che il nakago, anche se sembra accessorio dal punto di vista estetico poichè normalmente occultato dall'impugnatura, è invece lo specchio della lama: se mal realizzato, anche quest'ultima sarà di scarso valore. Il solito consiglio è studiare immagini sul web e libri, allenando l'occhio gli oggetti che stonano si individuano subito

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

l'hai poi fatta vedere all'antiquario?

resta il fatto che trattasi imho di un falso palese.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si l'ho portata da antiquario mio conoscente......non essendo specializzato nel genere aspetta di farla vedere ad un collega più ferrato in materia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante