Vai al contenuto
Francesco Marinelli

Nihonto: la spada giapponese – Firenze

Messaggi consigliati

Renato...amico :fico:

 

Come accadeva ai bei vecchi tempi in parte concordo.

 

Una nota di riflessione:
Per fare un togi professionale occorrono 120 ore di duro, appassionato e faticoso lavoro.

In questa frase credo si racchiuda tutto il mio pensiero, un po' di riflessione su questa cosa potrebbe dare risposta a tanti "perchè".

Terminata da secoli l'opoca dei mecenati le "arti per puro diletto" rimangono appannaggio di pochi fortunati o di nessuno dato per scontato che buona parte della gente nella vita deve dedicare otto ore almeno al proprio lavoro qualunque esso sia. Se poi dobbiamo ragionare sul significato degli emolumenti io scinderei (nella mia personale etica) tra il commercio che è mero passaggio di mano di un oggetto e le opere umane artigianali in cui un valore, un riconoscimento è dato in funzione di una applicazione concreta di tecnica, sensibilità, passione e quant'altro.

 

Detto questo...Il problema del non rendere pubbliche le compravendite ha una sua ragione nella legislazione italiana, questo non è un forum di appasionati di Lambrette.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo anch'io come socio della primissima ora di INTK, la mia stentorea voce...premesso che qui da noi in Italia appena nasce un interesse qualcuno pensa subito a lucrarci sopra e considerate le passate tribolazioni del forum, che purtroppo è stato abbandonato sia per il discorsi suddetti che per altri, da membri assai in gamba di cui purtroppo si sente la mancanza (e io disapprovo a prescindere l'abbandono "plateale" : a meno che non sussistano gravi contrasti personali, rinunciare a metter a disposizione la propria esperienza e competenza ritirandosi sull'Aventino è una grave perdita per i membri e anche per se stessi), io non sarei così rigido sulla questione mercantile, non fossimo appunto in Italia. Mi spegate perchè NMB mantiene tranquillamente da anni nel forum la rubrica compro e vendo? Addirittura nelle regole si dice di inserire pubblicamente negli annunci il prezzo e di non contattare privatamente i membri!!

Fantascenza...Io, pur dilettandomi nel restauro sono il primo ad aver sempre rifiutato qualsiasi lavoro dietro compenso, ma vedo come una limitazione la mancanza di uno spazio che non è "commerciale" nel senso professionistico, ma di annunci fra membri che ovviamente non dovrebbero mettere in vendita tutti i mesi l'Armeria reale di Torino ma un pezzo o due..ciò consentirebbe a chi cerca un oggetto di poter scegliere tra privati con prezzi più competitivi rispetto a quelli dei siti professionali, senza imbarcarsi in importazioni problematiche (il mio ultimo arrivo dal Giappone, grazie ai potenti corrieri italiani, è stato un dramma..) ne sarebbero facilitati i membri alle prime armi, che spesso si beccano delle sòle incredibili proprio comprando alla cieca su internet, senza vedere i pezzi e senza conoscere il venditore.

Questa mia provocazione credo rimarrà una beata speranza, purtroppo il sistema si deve basare sull'onestà e correttezza dei singoli ed ovviamente il forum non può divenire teatro di litigi su vendite buche o farlocche...

Grazie, Renato, per questo intervento...mi sento meno solo nella mia visione 'romantica' ed evidentemente utopistica della faccenda. :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Caro Andrea, mi son comprato una macchinetta fotografica da nostalgici, ma il tuo aggeggetto non ci si monta su, devo tenerla al collo nella sua bustina di pelle... :biggrin:.

Hai ragione quando sostieni che tutte le attività legate alla nihonto, essendo espressione (o almeno si spera che..) di una grande competenza artigianale sono necessariamente da retribuire bene, ed è ben questo il motivo principale per cui lavoro solo per me stesso: calcolando il tempo necessario per alcuni lavori, se ben fatti, il relativo compenso sarebbe insostenibile.

Il piccolo commercio tra appassionati (e sottolineo appassionati..) in linea teorica oltre a far muovere un pò di oggetti fungerebbe anche da limitatore di prezzi e di speculazioni verso chi invece lo farebbe solo per scopo di lucro. Utopia...caro G.Luca, come dici tu..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

??? La bustina in pelle ??? Una vecchia fotocamera a pellicola? Nostalgicone!!! ;) Che modello? mandami un PM abbiamo molti nuovi accessori magari trovo qualcosa. ;)

E' giusto ciò che dici , se si calcola il tempo necessario per certi lavori il loro controvalore in denaro diventa notevolissimo. Anche io non faccio praticamente più alcun lavoro per terzi.

Sinceramente però non so se a me interessi particolarmente l'espansione del mercato tra appassionati. Non so nemmeno se mi interessi più l'aspansione della conoscenza su nuovi appassionati...a che pro? Che senso può avere questa campagna di evangelizzazione se non il dare tornaconto a chi del mercato si nutre?

Alla fine diventa semplicemente una questione di approccio personale, da tempo ormai il mio rapporto con la cultura nipponica si è trasformato da una condizione di studio e ricerca a una situazioni di viverci dentro quanto più mi è possibile senza alcuna ulteriore pretesa, scevro da alcuna speculazione ideologica o economica. Guardo osservo penso, raramente condivido. Nessuna brama di perdita o arricchimento (non intendo economicamente), solo cio ha hai, o che fai, o che tocchi nel momento in cui lo tocchi.

A Kyoto nel 1600 sulla porta di una bottega da togishi vi era scritto "Qui si lucidano le anime" ...ci sarebbe tanto da pensare su questa frase da occupare una vita intera.
Tornando alle questioni di mercato molti forum di vario tipo vivono la stessa assurda contraddizione. Se da un alto è lecito discutere di oggetti in vendita in vari siti, dall'altro è poi vietato avere venditori nella community , l'ho sempre trovato paradossale.
Certo il rischio di riempirsi di personaggi truffaldini è concreto, alcuni forum hanno dato soluzione alla cosa crando una sorta di certficazione "Trusted Seller"...troppo complicato per la realtà di questo forum. ...purtroppo


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non posso che trovarmi d'accordo con quanto espresso da Simone, il commercio dei singoli deve rimanere al di fuori del forum, e non solo quello visibilmente palese ma soprattutto quello sublimale o subliminale che dir si voglia, sia come moderatore ma ancora di più come fruitore del forum vedo di cattivo auspicio coloro che entrano per farsi i propri interessi, quasi inquinassero questa nostra creatura, sia che propongano le loro merci o meno palesemente i loro commerci, ritenendo che l'uso di un forum pubblico per questo scopo sia quanto meno poco etico.

L'etica in un forum che tratta anche Arti Marziali dovrebbe essere un punto fermo, un limite invalicabile, ma, siamo sicuri di pensarla tutti così?

Vedi maurizio parliamo la stessa lingua inerente al tuo commento che ho evidenziato.Ricordiamo bene quello che successe, quando il nostro socio postò le sue lame in vendita,fu anche accusato di abuso del Forum. In alcune riunioni della I.N.T.K. facemmo cenno a dare gli spazi per la pubblicità su questo Forum, ovviamente con un contributo,no gratuitamente....... . A tutt'oggi la cosa si è arenata, ma riprenderemo in considerazione subito dopo le nuove elezioni che si svolgeranno l'ultimo week end, 22/23 febbraio 2014. A breve invio avviso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Francesco


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante