Vai al contenuto
fabiomar89

info tsuba

Messaggi consigliati

Ciao a tutti, chiedo un parere a voi esperti su queste due tsuba e se le foto consentono piu informazioni possibili, ho provato a cercare quacosa in rete ma non ho capito nulla a riguardo.vi ringrazio in anticipo buona serata.IMG-20140728-WA0007.jpgIMG-20140728-WA0003.jpgIMG-20140728-WA0006.jpgIMG-20140728-WA0002.jpgIMG-20140728-WA0009.jpgIMG-20140728-WA0008.jpgIMG-20140728-WA0004.jpgIMG-20140728-WA0005.jpgIMG-20140728-WA0001.jpgIMG-20140728-WA0000.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Fabio.

Non vorrei apparire scortese (sono anch'io un neofita), ma mi sembra opportuno mettere in chiaro alcuni punti. Se vuoi aiuto sarebbe opportuno almeno apprendere le nozioni di base: le tsuba e' bene che siano fotografate nel giusto orientamento, cioe' orientate come se fossero indossate con la spada al fianco (nel presumibile caso di katana/wakizashi) con la parte rastremata del nakago-ana (il foro centrale) rivolta in alto. Le dimensioni sono poi molto importanti. Infine, ma non meno importante, e' la difficolta' di giudicare in foto la qualita' del metallo: se usi il flash (come sembra) un giudizio minimamente sensato risulta impossibile.

Comunque un giudizio preliminare provo a dartelo (ma vale veramente cinque lire).

La prima tsuba nikubori sukashi potrebbe essere di scuola Kinai, Bushu o Shoami del tardo Edo.

La seconda tsuba mi lascia piu'perplesso: la presenza di sekigane e la corretta forma/dimensione degli hitsu-ana depongono per la sua autenticita', ma l'assenza di segni d'uso che delimitino il seppa-dai e le dubbie dorature mi fanno propendere per una tsuba moderna.

Spero di essere d'aiuto. Mauro


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si hai perfettamente ragione..provvederò appena posso a inviare misure e foto migliori..al momento non posso xke sono a Milano per lavoro ma vivo a Torino..quando torno farò tutto...grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le 2 tsuba misurano 7.1 x 6,8 cm e hanno uno spessore di circa 0,5...il nakaho-ana della seconda ( quella con i fiori misura altezza 2,8 cm mentre la base è largo 0,9 mm...mentre l altra il nakago ana è alto 2,8 cmq è la base larga circa1 cm,la punta 6 mm.( presumo che sia stata allargata e modificata per alloggiala in un nakago più grosso)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La tsuba A fiori è stata restaurata quindi è per questo che non si vedono diciamo lo stampo della seppa,la ho comprata in un negozio d antiquaria del settore quindi sono certo dell autenticità.( anzi è stato un regalo per questo non ho potuto chiedere più info riguardando la tsuba) chiedo a voi qualcosa in più,sto incominciando a studiare qualcosa riguardo a lame e tipologie,ma Su tsuba niente più leggo e più non capisco,è veramente un mondo difficile forse ancora di più dello studio delle lame.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La prima tsuba mi è arrivata pienamente arrugginita, ho cercato di togliere la ruggine con dei gommini molto morbidi dopo per lavarla ho utilizzato dei consigli letti su questo forum, fatta bollire in acqua per 2 minuti tolto l incrostazioni con un ossicino e per ultimo gli ho passato un poco di olio di choji. Ora la tsuba si presenta sicuramente meglio di com era prima ma si notano dei punti che ha perso la patina, bisognerebbe farla restaurare da meni esperte, ma con una tsuba di queste qualità non so se valga la pena investirci.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda questo, ci troverai tanto: http://tsuba.jyuluck-do.com/index.html


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Fabio, non so molto di tsuba, ma è possibile che la seconda da te postata sia stata 'spatinata'?

 

Se non erro, una tsuba messa non in buone condizioni per essere correttamente restaurata, prevede prima una fase appunto di spatinatura per poi essere successivamente ripatinata, quindi non è che questa si è fermata solo alla prima fase del possibile restauro? :arigatou:


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non lo so tutto è possibile...dovrebbe dirlo qualche restauratore..qua nel gruppo so che c è...:)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Prova a chiedere a lui: http://lorenzoamati.tumblr.com/


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La prima tsuba continua a piacermi sempre piu' della seconda. Mi sembra che tu abbia fatto un buon lavoro per quanto riguarda la ruggine attiva, e non andrei oltre. Qui di seguito un link ad una tsuba simile di soggetto daikon (rafano): http://www.mfa.org/collections/object/tsuba-with-design-of-turnips-8520

Saluti, Mauro


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Mauro..grazie a tutti :) cercherò di imparare qualcosa anche in questo mondo difficile delle tsuba...:)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche la seconda comunque non è male, se la spesa non è eccessiva può valer veramente la pena ripatinarla chiedendo all'indirizzo che ti ha suggerito Maurizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me sinceramente piace più la seconda,ma ripeto che non capisco ancora niente e valuto solo per gusto personale..noto che la seconda tsuba è molto più pesante della prima e mi da una sensazione di più equilibrata montata su una lama,ma ripeto è solo una mia impressione senza nessuna conoscenza.cmq contattero Lorenzo..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allego una foto della tsuba ripatinata appena le avrò in mano ne pubblicherò altre.Penso che notare il prima e il dopo restauro possa errere utile e interessante almeno per chi come me è un principiante..appena posso pubblicherò entrambe le tsuba.buona serata ragazzi...IMG_20141002_133512-1.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le ho restaurate entrambe e la mia idea è shoami per la sukashi e sconosciuta con età compresa tra i 30 e i 100 anni per quella con i fiori.

 

L'ultima foto l'ho fatta io con il cellulare, peccato perchè è "verde". Non ho avuto tempo per fare foto migliori, ma la tsuba sukashi è bella, autentica e antica. Sono entrambe piccole, da wakizashi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante