Vai al contenuto
daniele83

Akasaka Tsuba 赤坂

Messaggi consigliati

Una tsuba NON andrebbe ripatinata. È considerato un difetto; ovvio che se la tsuba ha subito dei danni o qualcuno ha pensato bene di spulirla, ripatinarla è meglio che lasciarla grezza. Con le patine artificiali, tipo le tsuba kinko, la cosa è forse meno grave, mentre le tsuba in ferro che hanno accumulato secoli di patina non dovrebbero assolutamente essere toccate!

Grazie di nuovo della risposta, ti chiedo una cosa, se una tsuba viene ripatinata probabilmente potrebbe perdere anche qualcosa del suo spessore originale, chiedo questo perché prendendo come riferimento la mia tsuba lo spessore sembra abbastanza da non fare pensare una ripatinatura nel caso in cui la ripatinatura diminunisca lo spessore della tsuba, spero di essere stato chiaro.

 

Un sauto Daniele

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie di nuovo della risposta, ti chiedo una cosa, se una tsuba viene ripatinata probabilmente potrebbe perdere anche qualcosa del suo spessore originale, chiedo questo perché prendendo come riferimento la mia tsuba lo spessore sembra abbastanza da non fare pensare una ripatinatura nel caso in cui la ripatinatura diminunisca lo spessore della tsuba, spero di essere stato chiaro.

 

Un sauto Daniele

No no. Una patinatura non è come una politura di una lama. La patina è una sostanza che si mette sopra oppure l'accumularsi dei vari "segni del tempo" a seconda di come la si interpreti. Se una tsuba viene "spulita" non perde spessore ma solo colore.


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille della risposta, mi piacerebbe potertela fare visionare.

 

Un saluto Daniele

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guardate anche questa che ne pensate?

 

attachicon.gifDSC_0007 (2).jpg

Bella tsuba, direi che potrebbe essere della scuola Kyo 京透, come tipo di lavorazione direi sukashi, il tema dovrebbe essere oche selvatiche onde e fiore.

Un Saluto, Daniele

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante