Vai al contenuto
benkei

Leggi E Regolamenti In Campo Di Uso, Detenzione E Acquisto

Messaggi consigliati

...Allora dovrai studiare la tecnica dell'Airone d'acqua di Nanto,è l'unica soluzione!!!... :hehe:

163.jpg

Modificato: da shimitsu masatsune

La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

seeeee, cosi yuda della gru rossa mi fa la dichiarazione in punto di morte..... :gocciolone:

a me è sepre piaciuto shu dell'airone bianco ma il piu grande di nanto resta sempre souther :sumo:

( anche yuda la nuvola non scherzava...)

ok basta monate..

 

tornando a discorsi seri tempo fa mi sono informato presso la questorz di udine... le considerano armi punto (per lo iaito spiegargli cosa è e di cosa è fatto.. un'impresa... poi con il termine RIPRODUZIONE IN ALLUMINIO DI UNA SPADA GIAPPONESE NON AFFILATA si sono convinti e mi hanno pure preso in giro) e quindi ci vuole il porto d'armi e denuncia... che siano recenti o antiche, con la frase ANCHE SE é ANTICA è SEMPRE UN'ARMA..

comunque per portarmi in giro lo iai ho optate per una scelata dipo la tua giuseppe: tessere di federazione e documenti firmati ma è cmq un rischio, tempo fa mi hanno fatto problemi per un coltellino svizzero e un paio di forbici che tenevo nel portaoggetti..

tornando al discorso del sequestro sono dell'opinione : se arrivano a controllare significa che qualcuno li ha mandati... e in una caso simile a quello descritto da mishima mi sembra che il sequestro si una razione più che giustificata...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
comunque per portarmi in giro lo iai ho optate per una scelata dipo la tua giuseppe: tessere di federazione e documenti firmati ma è cmq un rischio, tempo fa mi hanno fatto problemi per un coltellino svizzero e un paio di forbici che tenevo nel portaoggetti..

 

Ma lo iaito in alluminio ha la stessa capacità di taglio di una riga per disegno tecnico da 100 cm. in alluminio... :ohmy:

Matteo ti hanno addirittura perquisito l'auto,come è andata a finire?...Dovrei avere in auto un coltello a serramanico fatto a Frosolone dalla lama di 25 cm,lo uso per tagliare canne di bambù quando le trovo per strada,mi hanno fermato per controllo giusto oggi ma non mi hanno perquisito il mezzo :gocciolone: ...(mi sa che è meglio toglierlo allora :laugh: )


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

niente di che... alla domada a cosa ti serve un coltello multiuso in macchina e un paio di forbici( a dire la verità la domanda è stat QUESTI COME LI SPIEGHI?) ho risposto: ma secondo voi? risposta loro: beh si ogni tanto cose del genere possono servire... ma stai attento qualcuo potrebbe farti problemi possono essere considerati armi, dovremmo sequestrarteli... ma per questa volta vai, ma toglili..

 

è un esempio del piffero perè rende l'idea del caos che regna in questi argometi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ogni spada che entra in Giappone deve essere denunciata e registrata. Il discorso non vale per gli iaito.

 

La legislazione in Italia è, come detto, assolutamente insufficiente e ognuno sembra poterla interpretare come vuole. Il rischio è che un magistrato o un agente di p.s. la pensino diversamente da te.

Quando vado a iaido in moto (talvolta in metro) con la mia spada (non iaito...) corro sempre dei rischi: ho certo sempre con me dichiarazioni di questure, tessera della federazione eccetera, ma se trovo un poliziotto che non è d'accordo sono cavoli miei!!!

 

L'interpretazione che ho scritto io nel post è quella in vigore a Milano. Mi sono informato direttamente in diverse questure e non hanno dato adito ad interpretazioni: una katana va denunciata come arma. E la cosa non mi è stata detta dall'agente di guardia, ma sempre dal comandante responsabile dell'ufficio armi.

 

Tenevo solo a sottolineare che il momento in cui volete uscire con una raccolta di norme comportamentali da tenere in materia di armi, dovete tenere presente quanto NON ci siano certezze e soprtattutto quanto ogni questura fa quello che vuole.

 

 

guardate sul sito delle spedizioni giapponesi le nuove norme e i (s)consigli per le spedizioni verso l'Italia...

 

http://www.int.post.japanpost.jp/index.php.../ni/info_060606 (per la lingua inglese guardate in alto a destra)

 

tutto vero!!!

Modificato: da musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Wow.. abbiamo anche una pagina web delle poste giapponesi dedicata solo a noi :gocciolone: Ci facciamo sempre riconoscere :whistle:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

chi avesse voglia di diventare un professionista delle norme doganali...

http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/connec...+e+regolamenti/

:wacko:


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
guardate sul sito delle spedizioni giapponesi le nuove norme e i (s)consigli per le spedizioni verso l'Italia...

 

tutto vero!!!

 

 

Qualche pietosa traduzione in italiano anche parziale o riassuntiva (da parte di qualcuno di Voi )??? :cry::arigatou::arigatou::arigatou:

Modificato: da Shirojiro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto molto interessante ed a grandi linee condivisibile :)

Solo una cosa non condivido. Trovo sbagliato tenere un "basso profilo" ed evitare certe discussioni in pubblico. La legge attuale presenta delle incongruenze palesi (ad esempio le repliche delle armi da fuoco ad avancarica precedenti il 1890, pienamente funzionanti, sono di libera vendita .....gli originali no in quanto la destinazione d'uso le classifica come armi (!!)) ed ha fatto scempio del patrimonio artistico del nostro paese (per quel che riguarda le armi antiche ovviamente).

 

E' palese che sia assurdo poter comprare tranquillamente un machete ....e non un katana affilata.

 

E' palese che un coltello a doppio filo non sia piu' nocivo di uno a monofilo o di un coltellazzo da cucina ...

 

Insomma è palese che la destinazione d'uso sia una balordata se applicata per regolamentare il possesso ed il porto delle armi bianche :)

 

Il nuovo governo è sicuramente piu' razionale del precedente in materia di armi. Decisamente piu' razionale e meno "populista". Lo dico con cognizione di causa in virtu' delle nuove norme che si stanno approvando in materia di ex-obiezione di coscienza. Ritengo che le associazioni interessate dovrebbero alzare la testa e farsi sentire. Ritengo che le possibilità di essere ascoltati ci siano. :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Intervento di moderazione:

Nulla di male in ciò che hai detto ma mi raccomando teniamoci alla larga da discussioni che scivolino sul politico che nulla hanno a che vedere con le finalità del forum.

Forse un giorno esisterà lo spazio anche per intraprendere battaglie come questa, ma l'obiettivo attuale è quello di tutelare e preservare chi con difficoltà arranca tra le contraddittorie norme come molti appassionati di nihonto, per quanto riguarda le possibili modifiche legislative inoltre faccio notare che ,mentre le restrizioni sugli o.d.c. sono facilmente cancellabili perchè supportate da un volume di leggi minimo, l'impianto normativo sulle armi è una materia assai complessa e di mole notevolissima. Se consideri i tre mesi che sono stati necessari per la questione o.d.c. per cui si doveva solo decidere in commissione un testo di abrogazione di una singola legge ti rendi conto di quanto sforzo e consenso occorrerebbe per modificare la disciplina sulle armi mantenendo accordo tra le parti politiche.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si condivido :)

Purtroppo i tempi burocratici sono quelli che sono Ma piu' tardi si avvia la macchina istituzionale piu' tardi si avranno i risultati. :(

Non è bello restare sempre in balia della discrezione altrui ... il diritto è utile quando è chiaro e al servizio dei cittadini onesti. I mezzi per ottenere dei cambiamenti esistono ...perche' evitare di affrontare il problema?

 

In fondo a chi interessa una regolamentazione piu' razionale di questa materia .....se non a noi? Chi dovrebbe interessarsi? :) Ci sono davvero tantissime associazioni che potrebbero fare fronte comune (quella della spada giapponese, le associazioni di scherma storica, le associazioni di rievocazione, i collezionisti, gli interessati alla tutela del patrimonio artistico, gli antiquari, i praticanti di arti marziali in genere ecc. ecc.). Non certo per arrivare allo scontro con le istituzioni .....ma solo per essere propositivi ecco :)

In fondo la parte "astrusa" di questo argomento riguarda per lo piu' le armi da fuoco .....cosa che ci tange solo marginalmente. Circa le armi bianche, le spade in particolar modo, una de-burocratizzazione di acquisto e detenzione non mi pare una prospettiva cosi' assurda o complicata. In fondo non c'e' voluto poi molto per le repliche di spade non affilate.

Basterebbe che il codice considerasse le lame antiche come oggetti d'arte a tutti gli effetti e basta ....com'e' ovvio che sia. Per le spade "moderne" affilate invece la vedo formalmente piu' complicata la situazione .....anche se razionalmente sarebbe altrettanto semplice.

 

Cmq volevo solo esprimere il mio punto di vista, non certo iniziare chissa' quale rivoluzione....tranquilli :p

 

P.s: giusto per chiarezza ...quando parlavo di governo lo intendevo nel suo complesso eh! Le modifiche in merito alla materia ODC di fatto sembrano procedere con consenso bipartisan, a parte qualche eccezione. Non volevo dire che "ora che c'e' la sinistra ecc. ecc.". Lungi da me un pensiero di questo tipo :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io condivido quanto detto da Malebolgia e da quanto raccomandato da Ken.

Perchè non proponiamo qualcosa, come associazione intendo.

Un gruppo di persone (noi e tanti altri, i coltellinai ad esempio) hanno un problema.

Facciamolo presente, nella giusta maniera e rivolgendoci a chi può avere peso nelle istituzioni.

Cerchiamo il modo di essere un certo numero e facciamo sentire il nostro disagio con le attuali leggi.

Penso che anche le armerie e altre associazioni (sportive ecc ecc) possano essere interessati.

Proviamo a capire come è giusto muoverci per essere propositivi nella giusta maniera.

Io penso che non si creeranno problemi se siamo onesti e tranquilli.

Che ne pensate ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente concordo :)

 

Imho il primo passo dovrebbe essere il contattare le associazioni e le categorie interessate e far si che i vari rappresentanti comincino a comunicare tra loro.

 

Poi le strade sono due ....

1)Raccolta di firme classica e proposta di legge (da evitare direi)

2)sensibilizzare qualche parlamentare e/o parte politica dimostrando a quanti cittadini interessa l'argomento. Ad esempio stilando un documento a firma di tutti i soggetti interessati ove si espone il problema (metodo civile),...o invio da parte di tutti ed in modo coordinato di una email pre-compliata alle segreteria di qualche partito ecc. ecc (metodo meno civile ma funzionale).

 

Secondo me i risultati non tarderebbero ad arrivare :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La soluzione della raccolta delle firme sarebbe quella più appropriata ma è anche quella più lunga e dispendiosa.

Bisognerebbe interessare associazioni, federazioni, comitati e tutti i soggetti coinvolti: studiare su un documento comune e sottoporlo al ministero dell'Interno e della Cultura (per conoscenza a tutti gli altri)...

Per quel so vedo ormai tanti collezionisti che, non avendo più problemi amministrativi dopo aver avuto anni di (brutte) esperienze, sono ormai disinteressati e non troveremmo l'appoggio sperato. Io sono comunque per coinvogere tutti i soggetti ed enti interessati, mi farebbe piacere ascoltare il parere del nostro Presidente... :arigatou:

Modificato: da Kentozazen

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi non crediate che non se ne sia parlato ...è una materia assai perniciosa, bisogna fare attenzione a non peggiorare le cose sollevando poveroni dannosi per tanti, nessuno si senta tranquillo con la sua "regolar denuncia" se vi leggete la legge trovate sempre qualcosa che non quadra con la vostra situazione anche se vi è stata garantita da chissachi. Inoltre non è assolutamente detto che tutti gli operanti del settore siano a favore di rendere l'accesso a questo mondo più semplice, chi ha privilegi raramente è favorevole a condividerli gratuitamente, riflettete anche su questo. Per non parlare del fatto che le difficoltà burocratiche scoraggiano molti e questo è un discreto vantaggio in termini di sicurezza pubblica, non giustifico ma prendo atto. Una eventuale azione potrebbe essere intrapresa solo dopo ponderata riflessione ed adeguata consulenza.

Musashi mi scuso ma ho cancellato due tue righe di vena politica, perdonami lo zelo ma vorrei evitare qualunque citazione di tal genere anche se "soft" per tutelare la serenità di tutti, io per primo se trascinato in discussioni politiche tendo ad infervorarmi eccessivamente quindi mi autocensuro. :gocciolone:

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

me ne sono accorto ken, mi ero permesso di scrivere quelle poche righe sol perchè avevo visto che gli altri interventi in merito erano rimasti incensurati! :ok:

comunque hai proprio ragione ken quando dici "chi ha privilegi raramente è favorevole a condividerli gratuitamente"...anche se secondo me non si tratta di privilegi in senso stretto ma di "know how"...tra soggetti che stanno tutti sulla stessa barca bisognerebbe essere più solidali! :arigatou:

Modificato: da musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

C'è chi segue per passione e chi segue per lavoro o "passione /lavoro" , son cose diverse. C'è chi basa la propria autorevolezza proprio sui suoi sciocchi privilegi. Insomma c'è di tutto ed è un mondo vario, troppo assortito secondo me per trovare soluzioni definitive a breve termine. Inoltre c'è secondo me la precisa volontà delle istituzioni a mantenere lo status quo in precario equilibrio ed evitare quindi di stimolare crescita in ambiti ove essa sia non voluta. Personalmente sono a favore di una certa liberalizzazione abbastanza ampia nel campo delle armi in genere. Provo a non entrare nel politico e spiegare comunque come ci possano essere tante realtà di pensiero differenti. Penso che se uno stato si trova in palese difficoltà nel tutelare la serenità del cittadino si debba come minimo mettere il cittadino in condizione di esercitare il suo legittimo diritto alla autodifesa, non credo che il paese diventerbbe un Far West allentando le limitazioni al possesso, alla detenzione e al porto. Da questo lato la mia opinione personale è abbastanza liberista, poi però sono anche uno che se facessero un referendum per abrogare la caccia correrebbe a sottoscriverlo senza pensarci due volte. Contraddizione? No non credo. Eppure son conscio che il mio punto di vista non sia universalmente condiviso. Quindi in sintesi sono abbastanza pessimista su queste iniziative, addirittura temo possano produrre più danno che beneficio.

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa alle risposte.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante