Vai al contenuto
benkei

Leggi E Regolamenti In Campo Di Uso, Detenzione E Acquisto

Messaggi consigliati

Prima che parta una crociata virtuale sappiate che INTK ha valutato il problema sin dalle sue origini e ha più volte interessato personaggi politici etc...

 

Personalmente mi sento abbastanza daccordo con Ken quando dice che certe regolamentazioni sono troppo complesse per essere cambiate dall'oggi al domani senza scatenare guerre politiche.

Sul discorso che questo governo poi sia più malleabile, credo che venire incontro agli odc rientri nei principi politici della sinistra mentre invece se si parla di liberalizzazione delle armi non credo proprio.



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Adesso ho un impegno a breve termine che assorbe il 100% del mio tempo .....ma appena mi libero provo a buttare giu' qualche cosa su carta in modo da riordinare un po il mio pensiero.

Magari potrebbe incontrare il vostro assenso, lo si potrebbe migliorare .....e magari potrebbe nascere qualche cosa.

 

P.s: Lasciamo fuori dal discorso le armi e le crociate virtuali ......ovvio che se ci si imbarca in crociate a favore della facilità di reperire armi si parte sconfitti. Il fulcro del problema è proprio il far capire che la natura delle lame antiche ormai non è quella di arma .....ma solo di oggetto d'arte.

 

 

Giusto per fare un esempio di quello che in Italia siam stati in grado di forgiare ...

 

http://tinyurl.com/2773ab

 

Circa le lame giapponesi antiche poi ne sapete sicuramente piu' di me .. :)

 

 

 

 

Bon ....basta :p

Prometto che non rompero' piu' con questo argomento ....tranne il far leggere a chi vorrà quel che scrivero' :p

Modificato: da Kentozazen

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi scuso ancora ma ho cancellato breve parte del messaggio precedente per evitare confronti politici. Pur comprendendo lo spirito apartitico che anima le riflessioni prego gentilmente di evitare l'argomento per motivi di pacifica convivenza tra gli utenti. Discutiamo di principi e di pensieri ma evitiamo di nominare partiti e personaggi. Ho mantenuto peraltro la par condicio cancellando una frase a testa tra Malebolgia e Musashi. Quanto sono bravo? :gocciolone:


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ho importato dalla Nuova Zelanda, la lama è stata bloccata ed io ho richiesto il nulla osta in questura, una volta consegnata copia alla dogana me l'hanno consegnata

 

 

solo questo per farsela arrivare in caso di blocco della dogana?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scusate ma la cosa che non capisco è posso comprare un arma a carico di un armiere e denunciarla senza avere il porto d' armi ? o devo averlo per forza ..?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me la legge non è affatto chiara, se andate a ritirare un modulo per il porto d'armi sportivo, non si parla di spade o katane, ma solo di armi da fuoco, quindi se uno prende questo porto d'armi e ti trovano con una katana affilata nel baule della macchina mentre vai in palestra, chi ti garantisce che non avrai noie?


Crouching Tiger Hidden Dragon

臥 虎 藏 龍

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, ho letto tutto, ma non sono riuscito a trovare nella legge sul porto d'armi una cosa precisa che riguarda i portatori di spada. E' più facile avere il porto per le armi da fuoco che non quello sulle katane o sciabole o spade. Ho un modulo della questura per il rilascio di porto d'armi sportivo e si parla esclusivamente di armi da fuoco e conseguente iscrizione al tiro a segno nazionale. Mi chiedo a cosa serva iscriversi al tiro a segno se si vuole solo trasportare la propria spada da casa alla palestra e viceversa.


Crouching Tiger Hidden Dragon

臥 虎 藏 龍

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Si, ho letto tutto, ma non sono riuscito a trovare nella legge sul porto d'armi una cosa precisa che riguarda i portatori di spada. E' più facile avere il porto per le armi da fuoco che non quello sulle katane o sciabole o spade. Ho un modulo della questura per il rilascio di porto d'armi sportivo e si parla esclusivamente di armi da fuoco e conseguente iscrizione al tiro a segno nazionale. Mi chiedo a cosa serva iscriversi al tiro a segno se si vuole solo trasportare la propria spada da casa alla palestra e viceversa.

 

 

I carabinieri del mio paese mi hanno imposto così.

Nemmeno io so il perché, ma io faccio quello che vogliono così poi se qualcuno mi dice qualcosa ho la giustificazione di aver chiesto a chi controlla cosa dovevo fare.

Un problema è che mi hanno detto che non posso tenere più di 8 lame altrimenti devo diventare collezionista e avere una licenza.

Ho intenzione di andare in questura a chiedere cosa è necessario fare.

 

Vedremo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fai il porto d'armi per porto di fucile uso sportivo (sembra un controsenzo) e ti levi da tutte le noie.


Non seguire un sentiero tracciato da altri , ma tracciane uno tu affinchè gli altri possano seguirlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Fai il porto d'armi per porto di fucile uso sportivo (sembra un controsenzo) e ti levi da tutte le noie.

 

 

Non so se eri rivolto a me. Io il porto di fucile uso sportivo ce l'ho, ma non si può detenere più di 8 armi da taglio. Questo è quanto asseriscono i Carabinieri e io non ho intenzione di creare problemi anche se non è vero.

Le ragioni sono molteplici.

Una è che ti possono creare problemi a non finire per il fatto che le trasporto.

Inoltre mi sembra che una regola fondamentale delle armi, anche le bianche, è che per denunciarle devi avere la dichiarazione di chi te l'ha venduta e anche presentare la denuncia che ha fatto chi te l'ha venduta.

Se per esempio dici che era di tuo nonno defunto e l'hai trovata in soffitta, se non hai la denuncia che fece tuo nonno te la sequestrano.

Se dici che l' hai acquistata all'estero è importazione di arma che è proibita. Ecc. ecc. ecc.

Se poi ti fermano e trovi un pignolo, se hai un "appoggio" per il fatto che ti sei informato e hai fatto quello che dicevano i Carabinieri almeno puoi avere una scappatoia.

A Bologna, mi hanno detto, con la Questura è abbastanza semplice (vedremo !) ma io che abito a 5 km e sono sotto il comune di San Lazzaro, ho preferito rivolgermi ai Carabinieri proprio per evitare che un domani questi ultimi non si sentissero scavalcati e mi potessero creare problemi.

 

In conclusione, dal momento che non c'è una legislazione chiara io mi adeguo anche se devo pagare un bel po' di euro.

 

Shirojiro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi per riepilogare, se faccio il classico porto d'armi ad uso sportivo dovrei poter trasportare nel baule della macchina almeno un katana, mentre a casa posso tenerne 8, giusto?


Crouching Tiger Hidden Dragon

臥 虎 藏 龍

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Shiro non dicevo a te , non vi è una legge per le armi bianche in teoria dicono se ha i requisiti psico fisici per il fucile sarà abilitato anche per le armi bianche , per le lame sportive si deve conservare la spada in apposita custodia per il trasporto ed esibire il porto d'armi ed il tesserino della federazione sportiva (negli orari che si pratica lo sport).

Per le armi antiche da collezione non ho idea , bisognerebbe prendere informazioni da qualcuno che oraganizza mostre ,

comque secondo me non si è mai esenti dai casini specie negli spostamenti ,ad esempio in aereo non ti fanno portare nemmeno un temperino figuriamoci un affetta persone. :wacko:


Non seguire un sentiero tracciato da altri , ma tracciane uno tu affinchè gli altri possano seguirlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa alle risposte.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante