Vai al contenuto
Walter Pozzecco

Manutenzione delle lame

Messaggi consigliati

Buonasera, ho letto tempo fa che si usa ,e con ottimi risultati, l'alcool anidro per togliere ,pulire, l'olio choji dalle lame, sono andato in cerca e l'ho trovato (non è facile) in farmacia, pero' si chiama alcool isopropilico denaturato al 99,98% ho pure la certificazione cartacea, secondo voi è quello giusto? posso fidarmi a pulire le lame? Grazie e ciao Walter

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un alcool al 99,98% è sicuramente meno invasivo che lo stesso olio choji che ha una percentuale d'acqua maggiore al suo interno. :vecchiocinese:


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quello che ho usato era alcol etilico puro, quello da te citato è un alcol diverso, potrebbe andar bene non lo metto in dubbio, ma se mai prima di usarlo su una nihonto fai dei test su altre lame, potresti ritrovarci degli aloni ''blu-magenta'' :arigatou:


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io uso l'alcool isopropiloco da laboratorio, purezza 99.9% sulle mie lame (una shinshinto e due gendaito) senza alcun problema. L'alone blu si presenta principalemente durante l'evaporazione dello stesso. Eventuali tracce residue si eliminano tranquillamente con un fazzoletto di carta pulito. Con l'alcool riesco a togliere i completamente le tracce di olio ed il grasso della pelle (una delle due gendaito la uso per fare iai) senza l'effetto abrasivo della polvere di uchiko, rispettando e preservando al meglio il lavoro del togishi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sia quando si presenta l'alone, che anche delle lievi gocce di olio superfluo diciamo, è normale, oppure a cosa potrebbe essere dovuto, un pò di umidità o altro?


HAqDe6c.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Lorenzo

 

Io uso alcool isopropilico puro al 99.9%, ovvero la qualita' da laboratorio.

Lo trovi tranquillamente su ebay. Per intenderci e' lo stesso di cui sono imbevute le pezzuole per la pulizia degli occhiali.

Luca

 

P.S. come va con la Katayama Ryu?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Provato su un simulacro, nessun alone residuo e lama perfettamente pulita: devo aspettarmi effetti a lungo termine? posso fidarmi ad utilizzarla su una nihonto?

grazie

Ps: Ciao Luca, tutto bene? Sono immerso completamente nello studio della nostra Koryū: ci vorrebbe più tempo da dedicarci, ma ci si accontenta. :smile:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il problema secondo me e' la purezza dell'alcool che suppongo sia etilico visto che e' per preparazioni farmaceutiche quindi immagino edibile.

Se non e' puro al 99.9 rischi che contenga acqua e quindi alla lunga possa provocare ruggine.

Io non rischierei.

 

Io uso questo:

 

http://www.ebay.it/itm/140573767514?_trksid=p2060353.m2749.l2649&ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'alcool isopropilico è meno solvente dell'etilico.

Tra 99, 9 e 99,98 la differenza c'è.

Meglio acquistare l'etilico con analisi della partita. Deve essere allegata ed esposta sulla bottiglia.

Siamo sui 30-40 euro litro.

 

Gianfranco

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante