Vai al contenuto
rob

tsuba in ferro con riporti in metallo nobile

Messaggi consigliati

Salve a tutti, sto procurandomi i componenti di una lama giapponese e tra i vari, avrei piacere nel ricevere un vostro parere su questa tsuba in ferro del periodo "early edo" con inlay in metallo nobile. La tsuba mi è da poco arrivata dal Giappone e mi aveva colpito per il suo minimalismo privo di fronzoli, in linea con un certo stile di quel popolo fin dall'antichità

tsuba muhitsu early edo.jpg

tsuba iron muhitsu.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dimenticavo: altezza 7,7 cm, larghezza 7,2 cm, peso 177g

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Effettivamente la rappresentazione è molto minimalista, direi più essenziale, ma che comunque rende bene il volo delle oche, in volo su uno stagno o fiume con acqua piatta....

Le dimensioni credo possano essere adatte ad una lama di Katana o O-wakizashi.

Nella descrizione parli di inserti in metallo nobile, in effetti, anche se la foto non è molto chiara, le due oche arretrate, dovrebbero essere in shakudo, lega di rame a bassa percentuale d'oro (in parte hanno perso la patina color nero bluastro), mentre il resto degli inserti e la prima oca dovrebbe essere rame ricoperto da un sottile strato d'oro (come una fine doratura o placcatura...).

Trovo gradevole la scelta di rendere il secondo piano della rappresentazione con un colore più scuro così da dare profondità e far cadere la vista sulla prima.

Se poi la vista non mi inganna, la Tsuba è sanmai e cioè composta da tre strati di ferro (i due esterni generalmente duri ed uno morbido all'interno)

La mia impressione è che sia stata montata in passato su un koshirae, ma con queste foto non ne sono certo.

Complimenti per l'acquisto, bella, ha un suo fascino :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Effettivamente la rappresentazione è molto minimalista, direi più essenziale, ma che comunque rende bene il volo delle oche, in volo su uno stagno o fiume con acqua piatta....

Le dimensioni credo possano essere adatte ad una lama di Katana o O-wakizashi.

Nella descrizione parli di inserti in metallo nobile, in effetti, anche se la foto non è molto chiara, le due oche arretrate, dovrebbero essere in shakudo, lega di rame a bassa percentuale d'oro (in parte hanno perso la patina color nero bluastro), mentre il resto degli inserti e la prima oca dovrebbe essere rame ricoperto da un sottile strato d'oro (come una fine doratura o placcatura...).

Trovo gradevole la scelta di rendere il secondo piano della rappresentazione con un colore più scuro così da dare profondità e far cadere la vista sulla prima.

Se poi la vista non mi inganna, la Tsuba è sanmai e cioè composta da tre strati di ferro (i due esterni generalmente duri ed uno morbido all'interno)

La mia impressione è che sia stata montata in passato su un koshirae, ma con queste foto non ne sono certo.

Complimenti per l'acquisto, bella, ha un suo fascino :arigatou:

 

ti ringrazio per l'analisi, le tue osservazioni sottintendono la competenza che mi piacerebbe possedere e che anche da foto non sufficientemente definite ha permesso di rilevare le caratteristiche di questa tsuba. Naturalmente mi ha fatto molto piacere vederla apprezzata!

Il suo abbinamento dovrebbe essere con questi set di fuchi-kashira più o meno dello stesso periodo. I primi due set sono un pò meno sobri rispetto alla tsuba ma il contrasto non dovrebbe risultare eccessivo mentre il terzo abbinamento potrebbe legare meglio. Comunque un parere su questo forum sarà utilissimo, grazie ancora

gp287-1.jpggp287-2.jpggp287-3.jpg

gp288-1.jpggp288-2.jpggp288-3.jpg

ha003-1.jpgha003-2.jpgha003-3.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A mio gusto, nessuno dei tre lo vedo in abbinamento con la Tsuba, però se sei obbligato a scegliere tra questi, allora prenderei il terzo.

Per una Tsuba di questo tipo, cercherei un Fuchi Kashira che richiami in qualche modo l'estetica ed il motivo della stessa.

Ad esempio (preso da http://www.ebay.com/itm/FUCHI-KASHIRA-for-samurai-KATANA-IROE-inlat-pine-tree-early-Edo-iron-gm130-/291349757616 ):

 

http://mugendo.fiw-web.net/gm130-2.jpg

http://mugendo.fiw-web.net/gm130-3.jpg

 

Comunque è sempre tutto relativo al proprio gusto estetico, poi bisognerebbe prendere in considerazione anche il tipo di lama e periodo.....

:confused::ciaociao:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A mio gusto, nessuno dei tre lo vedo in abbinamento con la Tsuba, però se sei obbligato a scegliere tra questi, allora prenderei il terzo.

Per una Tsuba di questo tipo, cercherei un Fuchi Kashira che richiami in qualche modo l'estetica ed il motivo della stessa.

Ad esempio (preso da http://www.ebay.com/itm/FUCHI-KASHIRA-for-samurai-KATANA-IROE-inlat-pine-tree-early-Edo-iron-gm130-/291349757616 ):

 

http://mugendo.fiw-web.net/gm130-2.jpg

http://mugendo.fiw-web.net/gm130-3.jpg

 

Comunque è sempre tutto relativo al proprio gusto estetico, poi bisognerebbe prendere in considerazione anche il tipo di lama e periodo.....

:confused::ciaociao:

le lame sono due, una nihonto in shirasaya è defininita shinto con nagasa 54cm ed isrizione 濃州住兼定 Noushuujuu-Kanesada, della provincia di Mino, l'altra più corta di 44 cm con un bell'hamon ma bisognosa di un ripristino per presenza di ossido sul dorso nel tratto iniziale. Anche questa presenta un nakago con iscrizione hoku shu Hiroyoshi. Io frugango nel database del nihonto club, ho trovato delle corrispondenze sulle iscrizioni, ma immagino anche che la certezza matematica non sia di questa materia; comunque le lame mi piacciono e l'allestimento del koshire è per me un buon pretesto di studio e approfondimento. Grazie per le indicazioni!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questo è il nakago della prima lama, P1282149.JPGP1282148.JPG

e questi alcuni particolari dell'hamon e della struttura

P1282138.JPGP1282132.JPGP1282141.JPGP1282151.JPGP1282158.JPGP1282159.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

e questo è il risultato della mia ricercatrad.mei.jpg

 

l'altra lama è questa 00000.jpg 00001_01.jpg 00005_0091_000042.jpg00006_0092_000043.jpg00007_0093_000044.jpg00008_0094_000045.jpg 00009_0095_000046.jpg 00017_0096.jpgTRADUZIONE MEI.jpg

00003.jpg

00004_0090_000041.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti per queste due wakizashi !!!

A prima vista sembrano a posto anche se hanno visto parecchie pietre nella loro vita (soprattutto la prima), ma credo siano ben vecchiotte..... e quindi è comprensibile.

Non ho le competenze tecniche e conoscitive per darne una collocazione storica (potrei azzardare fine Koto - Shinto), comunque nella prima, mi pare di vedere almeno un kanji o forse due che svaniscono nel nakago, ma forse è solo un effetto ottico.

 

Per il resto, più che dire che andrebbero viste dal vivo per determinare se vale la pena polirle, lascio la parola ai più esperti :arigatou:

In ogni caso non c'è dubbio sulla loro originalità :samurai::ok:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che siano token non c'è dubbio. Che le firme siano buone ci andrei con estrema cautela. Occorrerebbe fare dei confronti con qualche repertorio. :-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Rob a riguardo potresti provare scrivere due topic in schede tecniche, con misure e caratteristiche tecniche :arigatou:


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie per le valutazioni, scusate se mi sono allargato troppo in questa sezione. Provvedo ad aprire un topic nella giusta sede :ciaociao:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

inserisco delle foto migliori di quelle già postate, si possono vedere meglio i particolari

_DSC0443.JPG_DSC0444.JPG_DSC0445.JPG_DSC0446.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Rob,

la tsuba in questione la daterei al tardo Edo, forse di scuola Aizu-Shōami (会津正阿弥). Gli inserti dovrebbero essere più probabilmente di lega di rame dorata. Il tema delle oche che volano sulla costa del mare con reti stese ad asciugare (karigane hoshiami no zu - 雁金干網図) è molto comune.

 

Saluti, Mauro


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Rob,

la tsuba in questione la daterei al tardo Edo, forse di scuola Aizu-Shōami (会津正阿弥). Gli inserti dovrebbero essere più probabilmente di lega di rame dorata. Il tema delle oche che volano sulla costa del mare con reti stese ad asciugare (karigane hoshiami no zu - 雁金干網図) è molto comune.

 

Saluti, Mauro

grazie dell'approfondimento! con quele delle due lame sopra indicate la vedresti abbinata?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi spiace, di lame non capisco assolutamente nulla (ma non moltissimo neanche di tsuba...). Penso comunque che la coerenza vada ricercata tra tsuba ed il resto dei componenti del koshirae. Le lame più antiche avranno visto sicuramente più di una montatura, credo dettata per lo più dal gusto e dalla moda del periodo.

Saluti, Mauro


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente sei obbligato ad abbinarla alla lama più lunga, poichè come ha scritto Ivan la tsuba è un pò grande e più adatta ad una daitò, non avendo anche gli Hitsu ana che normalmente le tsuba da wakizashi hanno

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

perfetto, se corrisponde farò senz'altro come consigliate, grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante