Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Bella e in un buon stato di conservazione.

La sugata dice molto kanbun shinto, ma le yasurime hanno il kesho.... potrebbe anche essere qualcosa di più recente... viste anche le misure e lo stato non escludo che sia una shinshinto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' una bella lama, maestosa ed elegante.

Mi dovresti dire una cosa che non si può vedere, è pesante come lama?

 

Comunque impostiamo un kantei:

 

 

nakago:

pulito, ancora molto netto, poco ossidato e con kesho ci dice che è una lama abbastanza recente, direi shinshinto se non addirittura una vecchia gendaito. il doppio ana in queste date recenti ci può dire che è stata riadattata ad un koshirae, e nelle lame recenti può voler dire che è stata portata in battaglia in un gunto koshirae oppure semplicemtne qualcuno gli ha rifatto il koshirae più recentemente.

 

sugata:

lunga, poco arquata, punta consistente, ricorda tanto le kanbun shinto, spessore e geometrie e alcuni particolari come i machi e altro ci dicono però che è una lama più giovane. Ad occhio io la metterei di nuovo tra shinshinto e gendaito.

 

Hamon hada e stile di forgiatura:

acciaio in mokume che tende ad aprirsi verso il mune, nell hamon mi pare di vedere effetti del nioi ma faccio fatica a distinguere il nioiguchi e gli hataraki nel ji. Non mi pare di vedere uno stile assimilabile a una gokaden, al kanbun o a qualche altro stile classico.

 

Cristiano se riesci a evidenziare dettagli dell'hamon con qualche foto buona forse possiamo dire qualcosa in più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

concordo con Simone: shinshinto tarda oppure periodo Meiji/Taisho. il nakago a volte si ossida molto rapidamente: io ho una gendaito anni '40 che sembra quasi una shinshinto. per quello chiedevo altre foto sotto la luce, per vedere se riusciamo a stimare lo spessore e la consistenza della patina...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...