Vai al contenuto
KUBIKIRI

Koshirae tachi

Messaggi consigliati

Scusa ho scritto male la risposta e si è mischiato tutto! Comunque nelle due raffigurazioni artistiche allegate al messaggio sopra si vede quell'anello bianco che sormonta il daisho

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

visto, ma non ne ho la più pallida idea (e tenerci l'arco infilato non mi sembra ottimale)

 

JapaneseSamurai.jpg

 

in questa sembra ci sia infilata la punta del kodachi

 

Immagine.jpg


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L’Yoseikan Bajutsu è una disciplina equestre basata su antiche tecniche guerriere usate dai celebri Samurai dell’epoca feudale giapponese. Oggi lo scopo di questa specialità non è più fare la guerra ma praticare un’arte marziale, e al tempo stesso di imparare una tecnica equestre.

I samurai e l'arte della guerra a cavalloQuesta disciplina raggruppa un insieme di tecniche molto diverse e tra le specialità c’è:
il tiro con l’arco a cavallo
il combattimento con la sciabola
il lancio del giavellotto
il maneggio della lancia, del pugnale e del bastone
la tecnica delle cadute
la tecnica di monta e di salto a terra senza staffe
l’addestramento del cavallo
il salto ostacoli
il combattimento a mani nude a terra o a cavallo

Nell’antichità esistevano scuole specializzate. L’arte del Ba Jutsu, letteralmente “tecnica del cavallo”, comprendeva tutto quello che un militare doveva conoscere per una perfetta intesa e controllo del cavallo.

II Samurai a cavallo appendeva le redini a un anello della sua armatura al fine di avere le mani libere per combattere o tirare con l’arco e dirigeva il suo cavallo soltanto con le gambe e il peso del suo corpo. I cavalli per i combattimenti venivano protetti da un'armatura di cuoio con piastre di metallo.

 

Il Ba (cavallo) Jutsu (tecnica) comprendeva dei corsi completi di equitazione con e senza armatura, che andavano dall'addestramento dei cavalli al controllo degli aiuti, e comprendeva il salto di ostacoli, la traversata di fiumi, così come l'addestramento all'uso di varie armi che uno poteva maneggiare a cavallo: grandi sciabole, arco, yari, naginata, ecc... Ogni famiglia guerriera aveva le sue proprie tecniche di Bajutsu. Una delle più antiche scuole tradizionali di Bajutsu era quella chiamata Otsubo-ryû, creato nel XV secolo e che utilizzava il grande arco (yumi) e una sciabola curva molto lunga (O-dachi).

 

sullo specifico anello non ho trovato nulla.


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

bisognerebbe sentire Giuseppe Piva che tra l'altro ha fatto una bella pubblicazione sulle armature dei samurai. :arigatou:

 

 

ops... già risolto.

 

 

 

 

Le sa tutte....

Tsurumaki_string_holder_1.JPG

Modificato: da betadine

Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sicuramente questa foto è stata scattata nel suo corridoio..

 

5152899315_01033a0aa4_o.jpg


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo quanto detto sopra da Gianluca!

Lei è Tomoe Gozen, raffigurata con il kezaya in pelliccia d'orso :whistling:

 

Onnamusha2.jpg


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

interessante l'armatura mostrata da betadine con la lama indossata con il koshiate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante