Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Kentozazen

ARTICOLO - History Of The Old Japanese Sword

Messaggi consigliati

"Ottavo Secolo"

La preistoria della spada giapponese non è molto chiara. (Come altrove è stato fatto notare i pochi dati storici si fondono col mito)

La maggioranza delle chokuto (spade dritte) di questo periodo sono state rinvenute al Shoso-in, un deposito imperiale sito a Nara costruito appunto nell'ottavo secolo, nel quale sono conservate le spade appartenute all'imperatore Shomu. Si ritiene comunemente che queste spade siano state importate dal continente e comunque non presentano nessun indizio di una qualche particolare tecnica costruttiva indigena.

Le Chokuto sono lame dritte forgiate con una trama a effetto venatura di legno. Le linee di tempera non sono visibili nè vi é alcun elemento che indichi l'utilizzo dello Yaki-ire. (La tecnica dello Yaki-ire é unica al mondo e consiste nell'applicazione di particolari miscele di argilla sulla lama prima del processo di tempera, tale tecnica permette la creazione di strutture molecolari differenziate, in modo da rendere il tagliente più robusto).

 

"10° Secolo"

Riguardo al periodo di transizione tra l'ottavo e il decimo secolo non é ben chiaro come la spada si sia sviluppata, ciò é dovuto al fatto che pochi si sono seriamente interessati a questo periodo. E' comunque certo che molte tecniche costruttive sono state importate dal continente e molti forgiatori sono stati invitati in Gippone dalla vicina Korea e dalla Cina. Esaminando alcune spade di questa epoca transizionale, come la Kogarasu-maru e la Kenuki-gata-tachi, risulta evidente che queste lame hanno giocato un ruolo determinante nel raggiungimento della tecnica tradizionale dei secoli a venire; queste spade presentano già una curvatura e la linea dello shinogi-ji, anche le tecniche di tempera risultano più evolute.

 

"Tardo 10° secolo"

L'apparizione del Bushi nella storia nipponica costituisce un importane elemento per lo sviluppo della spada. Il Bushi ha costuito in se l'elemento simbolo del passaggio di potere dalla classe aristocratica a quella militare; si può sintetizzare dicendo che verso la fine del secolo alcuni aristocratici scontenti della gestone amministrativa dello stato da parte della corte imperiale di Kyoto, abbandonarono la città ed imcominciarono ad invadere i possedimenti degli altri nobili rimasti fedeli alla corte imperiale, questi "nobli ribelli" cominciarono ad organizzarsi in vere nuove strutture gerarchiche di stampo militare e gettarono i semi dello sviluppo della figura della figura del Bushi.

I numerosi conflitti tra i Bushi delle province e gli aristocratici di Kyoto portò gradualmente ad una contrapposizione netta tra due contrafforti : il clan dei Genji (che era anti-aristocratico) e il clan degli Heike (pro-aristocratico).

Attraverso l'esperienza dei continui conflitti la spada raggiunse il suo massimo sviluppo ottenendo una connotazione non unicamente di raffinata arma ma anche di status symbol della classe samurai.

I questo periodo la spada assume la forma e le caratteristiche classiche che da qui innanzi non verranno più praticamente modificate, in particolar modo si evidenzia l'utilizzo di materiali raffinati,di tecniche di forgiatura avanzate e precise nonchè di processi di tempera altamente sofisticati quali lo Yaki-ire. Da questo periodo in avanti gli sviluppi tecnici ed estetici della spada fanno sempre riferimento a partire da un unico modello di base.

Modificato: da Paolo

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento
Accedi per seguirlo  

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...