Vai al contenuto
Walter Pozzecco

Aoi Art

Messaggi consigliati

Tutti pazzi per Kiyomaro....

In una mostra in Giappone, qualche tempo fa, per la stessa cifra ti portavi a casa "solo" un tanto dello stesso autore. Quindi questa è presa bene !

Per fargli fare Juyo basta aggiungere un paio di migliaia di euro ed è fatta. Comunque a Kiyomaro, per il mercato, gli basta un Hozon...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si è appunto ciò che intendevo Gianluca, alla fine basta l'autenticità, è il solito lungo discorso sull'importanza che hanno a volte i certificati...in ogni caso visto che c'è chi può pagarli, lo fanno, e come dargli torto?


Diego T.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto la fortuna insieme a Manuel di avere in mano Kiyomaro, si siamo al top e non c'è dubbio, ma pochi minuti prima avevamo visto il top del Koto ed onestamente non reggeva il confronto (per i nostri gusti)...

 

Non è comunque detto che possa arrivare a Juyo, stanno molto attenti in questi casi anche ai minimi difetti. Ma data la cifra molto importante mi auguro che lo possa prendere senza problemi...

 

 

Questa la lama a cui si riferiva Gianluca presente all'ultima edizione del Dai Token Ichi a Tokyo

 

12248142_10207901464435861_1277441912272342653_o.jpg

12240454_10207901465395885_6119668003260959891_o.jpg

12238340_10207901464875872_1980588946145211839_o.jpg

12232958_10207901464995875_6253330742048642371_o.jpg


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non so che dire. Stupisce che per la cifra e per l'autore non abbia una certificazione tipo Tokubetsu Juyo. Masamune a parte, forse Kiyomaro è lo spadaio per cui i giapponesi van più matti, pur essendo recente ha prodotto poco ed ha anche una storiaccia tutta sua..

La mei presenta punti di diversità rispetto a quella sul libro shinshinto di Sesko (sicuramente buona). Su altri autori firme assai più similari sono state considerate gimei e il certificato non è che garantisce chissà che (come ho già detto una volta, ho un koshirae con il suo certificato Hozon che riporta diligentemente "Tsuba con iscrizione Nobuie"...iscrizione, magari fosse buona..).

Certo che valutando la qualità della lama si dovrebbe capire se potrebbe essere buona, anche se con falsari dell'epoca come Kajihei nulla può esser dato per certo..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh Renato, il rischio della copia c'è in molte opere, più sale il prezzo più il rischio è alto. Da un altra parte si parlava pure di falsi d'autore, quindi pure il falsario dovrebbe avere un talento fuori discussione.


Diego T.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il mitico Kajihei, fabbro falsario di epoca Shinshinto e allievo di Naokatsu, era dotato di un talento assolutamente fuori dal comune. Addirittura Ikeda scrisse due volumi di 600 pag. intitolati "The Oshigata of Kajihei Naomitsu the Famous Faker". Vi sono ancora delle Kotetsu sulla cui paternità si nutrono dubbi...e Kajihei spaziava su diversi stili, se le sue opere non riportassero gimei sarebbero bellissimi utsushi..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un peccato che un talentuoso fabbro facesse falsi e non utsushi...Renato ma era questo il suo nome vero? Sai dove posso trovare un po' di materiale? Sarebbe bello scriverci un articolo...


Diego T.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

appunto.... come è possibile?

Si potrebbe aprire un ampio dibattito: i casi in cui il prezzo lo fa il certificato VS i casi in cui il prezzo lo fa la lama....

Fuoco alle polveri

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma lasciando perdere le speculazioni economiche,

Ciò che rende una lama prestigiosa non è in primis la sua fattezza e il fabbro che l'ha costruita?

Voglio dire se questo kiyomaro è il top del periodo shinto, non dovrebbe avere un certificato top? Perchè solo hozon? forse mi son perso nelle basi delle valutaziomi nbthk.... pensavo che il valore di una lama lo facesse.... la lama! E che il certificato fosse solo un plus non avente un valore intrinseco.... che una lama può o non può avere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante