Vai al contenuto

Ricordiamo a tutti i soci che a fine mese verranno resettati gli status utente e seguiremo le nuove iscrizioni 2023.
Prego vedere QUI come rinnovare, grazie! Se doveste avere già rinnovato e il vostro status sul forum non dovesse essere ancora sistemato, avvisate l'admin Enrico Ferrarese.

Acqua D'autunno

Sito per acquisto di Nihonto

Messaggi consigliati

Come dice Francesco di base potrebbe aver ragione Renato, ma parliamoci chiaro quanti studiosi presenti su questo forum potrebbero spendere soldi per una lama superiore? Magari sopra i 20k euro? E in ogni caso 5k potrebbe già essere una cifra discreta, visto che si parla sempre di aoi, un po di tempo fa c'era una shikakke mumei certificata che stava sui 7k, ora c'è una ko-mihara certificata sui 6k, non sono juyo ovvio, ma allora chi non può permettersi una juyo non può prendere una lama discretamente buona?


Diego T.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non solo aoi ma anche su esword ed altri siti ancora (ebay compreso) trovi katana a mio dire discrete con 5k €.

Non è tanto discutere su chi può o non può spendere cifre superiori, ma prendere atto che scuole e forgiatori ritenuti minori, o meno famosi per il solo fatto che hanno vissuto all'ombra di altri grandi nomi o che erano in zone di campagna, possono essere tranquillamente acquistate con quella cifra. Ovviamente con discreta pazienza, e magari anche un pò di fortuna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Francesco è un'ecczione, due volte :culo: :culo: non è tutti giorni domenica. :ciuccio:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non solo aoi ma anche su esword ed altri siti ancora (ebay compreso) trovi katana a mio dire discrete con 5k €.

Non è tanto discutere su chi può o non può spendere cifre superiori, ma prendere atto che scuole e forgiatori ritenuti minori, o meno famosi per il solo fatto che hanno vissuto all'ombra di altri grandi nomi o che erano in zone di campagna, possono essere tranquillamente acquistate con quella cifra. Ovviamente con discreta pazienza, e magari anche un pò di fortuna.

Certo Enrico, però per trovare quello che dici tu bisogna aver studiato e visto moltissimo, per poter riconoscere una lama veramente buona di un forgiatore minore e che quindi valga l'acquisto. E credo bisognerebbe pure poterla visionare dal vivo.

Diego T.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo studio è la base di tutto. Non c'è discussione in questo!

Ma tu intriduci anche un altro parametro al prezzo: il giusto prezzo. Per saper dare un giusto prezzo ad una lama credo che non sia in errore Verrina quando dice che bisogna studiarsi valanghe di cataloghi d'asta anno dopo anno.

E in ogni caso è vrto che sarebbe importantissimo vedere la lama dal vivo per giucarla correttamente

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo pienamente con Renato e Francesco. Inoltre con le lame lunghe, dati i prezzi mediamente alti già in partenza (solo perché son lunghe) è anche più facile spendere molto e magari poi restare insoddisfatti.

Io sono convinto che l'approccio all'acquisto di una spada lunga necessiti di maggiore cognizione di causa, oppure occorre affidarsi ad un esperto di assoluta fiducia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io cado in piedi so attorniato de esperti :P

 

"escono dalle fottute pareti!!" cit.

Vedrai che col passare del tempo diventerà sempre più difficile accontentarsi, se ad oggi sei disposto ad accettare una piccola imperfezione domani non accetterai nessun compromesso, questo perchè i tuoi standard di bellezza e perfezione saranno cambiati.

Se vai a guardare le vecchie discussioni molti qui sul forum hanno cominciato con lame di basso livello, sarei pronto a scommettere valore sentimentale a parte per la prima lama genuina, in quanti la ricomprerebbero ad oggi!

Pensa che quando anni fa mi decisi ad acquistare la mia prima lama mi dissero per una buona lama si parte da 10k. Considera che ad oggi della nihonto capisco poco e niente, immaginati cosa potevo capire a quei tempi.

 

Marco


Marco C.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma, toglietemi una curiosità, voi le vostre lame, o almeno le prime, le avete prese soprattutto in Italia e, a maggior ragione, dopo averle viste di persona o le avete prese perlopiù da aste on-line o negozi situati in Giappone?

Immagino che per un esperto questa seconda strada sia maggiormente praticabile che ad un principiante. Io, ad esempio, non riuscirei mai a spendere tutti questi soldi (perchè poi sono davvero tanti a prescindere...) senza almeno vedere di persona quel che compro. Non che con ciò io voglia dire di essere in grado di valutare se una lama vale o meno il prezzo richiesto, ma almeno avrei la soddisfazione di comprare un qualcosa che mi piace (ove questo "mi piace" venga inteso nel senso più largo possibile).

saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La mia prima lama la comprai alla fiera antiquaria a Kyoto nel 2012 durante il viaggio INTK in Giappone, grazie ai consigli di Stefano Verrina e Massimo Rossi che mi aiutarono a trovarla e sceglierla :arigatou:


"Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie della risposta, Francesco.

Dunque una via di mezzo: presa in Giappone ma dopo averla vista di persona...

Non capisco come facciano alcuni principianti par mio, o quasi, a spendere allegramente cifre nell'ordine delle migliaia di euro per acquisti on-line (pur prendendo in considerazione solo offerte serie ed affidabili, naturalmente).

Quand'ero giovane una pubblicità diceva: "a scatola chiusa compro solo Arrigoni", forse qualche buon attempato se la ricorda.

Immagino che Stefano Verrina e Massimo Rossi siano stati con te nel viaggio. Beh, che dire, avesti proprio tutto quel che si può volere, no?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io mi guarderei bene dal dire chi é o non è principiante qui dentro. Presupporre il sapere e le esperienze degli altri è un errore di principio. E mi guarderei altrettanto dal giudicare come spendano o meno i propri soldi. Quella che per me può essere una cifra elevata per un altro può essere un capriccio di poco conto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cifre apparte qua siamo tutti principianti!

Quoto !

 

Ho acquistato la prima lama (lunga) ad un mercato delle pulci a Londra. Al tempo la mia conoscenza della nihonto era esclusivamente pratica, da studente di kendo e iaido, quindi la scelsi poiché la sentivo bene in mano. Inoltre non pensavo di aver acquistato niente di che, la pagai davvero poco come lama della seconda guerra. Poi si è scoperto, grazie a Massimo, che è una onestissima gendaito probabilmente realizzata negli anni trenta.

 

La prima lama lunga online mi sono azzardato ad acquistarla dopo un anno di INTK. Anche se non ho potuto esaminarla dal vivo ho potuto scegliere con maggior cognizione e...mi è andata bene. Ma poteva ben deludermi, poiché per me il bilanciamento della lama rimane uno dei parametri più importanti (ma questo è squisitamente personale).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Assolutamente. In termini di studio della lama si, chi più chi meno, chi tanto (io mi metto tra i tanto). Perchè la lama giapponese non si finisce praticamente mai di studiare. Ma anche perchè ognuno di noi è arrivato qui per strade diverse e con obbiettivi pure non sempre identici. Quindi e normale che ci siano diversi "livelli" di principiante. Il che non vuol dire che uno non possa spendersi i suoi soldi in "sicurezza" cioè calcolando e ponderando la propria scelta con tutti i distinguo del caso.

Quel che ho fatto io lo rifarei mille volte. Quando importerò da solo la mia lama sarà una cosa diversa e non sarò certo un esperto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quoto !

Ho acquistato la prima lama (lunga) ad un mercato delle pulci a Londra. Al tempo la mia conoscenza della nihonto era esclusivamente pratica, da studente di kendo e iaido, quindi la scelsi poiché la sentivo bene in mano. Inoltre non pensavo di aver acquistato niente di che, la pagai davvero poco come lama della seconda guerra. Poi si è scoperto, grazie a Massimo, che è una onestissima gendaito probabilmente realizzata negli anni trenta.

La prima lama lunga online mi sono azzardato ad acquistarla dopo un anno di INTK. Anche se non ho potuto esaminarla dal vivo ho potuto scegliere con maggior cognizione e...mi è andata bene. Ma poteva ben deludermi, poiché per me il bilanciamento della lama rimane uno dei parametri più importanti (ma questo è squisitamente personale).

Tu stesso hai acquistato online. Hai fatto bene? Hai fatto male? Solo tu puoi dirlo, nessun altro. Non tanto perchè ognuno fa quel che vuole, ma perchè dopo qualche lama vista dal vivo, esperienxe fatte, e consigli che qualcuno a sua volta ti avrà dato, ormai ti sei fatto la tua idea di che cifre spendere, quando e per che cosa.

Io non spenderei 6000 euro perchè fuori budget, scendendo ci sono dei distinguo. E pure essendo un principiante, ormai mi sono fatto un idea di quali kizu scartare a prima vista e cosa invece chiedere pareri ad altri appassionati come te o via mail al seller. Di quali caratteristiche in una lama valgono per me certe cifre e quali no.

In quel senso prima ho scritto mi "guarderei bene" perchè abbiamo tuti parametri di scelta diversi che spesso si basano anche su acquisti precedenti, propri e non.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora premesso che ognuno coi propri soldi fa ciò che gli pare, ascoltando o non ascoltando consigli da chi magari è più tempo che studia, credo che non bisognerebbe farsi prendere la mano dalla smania di possedere. Io la prima lama l'ho presa in Italia da un amico, ma sono sempre stato tentato di acquistare dall'estero, non l'ho mai fatto perché importare da fuori europa non è così semplice e perché mi piace vedere cosa compro. È pur vero che chi ha studiato un bel po' ed ha affinato pure il suo gusto, se cercherà una lama con caratteristiche ben precise o un fabbro in particolare difficilmente lo potrà trovare in Italia.


Diego T.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo in tutto compresa la posizione sul possesso. Ma anchè li secondo me bisogna fare dei piccoli distinguo, che non ogni acquisto è spinto dal desiderio di possesso o ne è componente centrale secondo me...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante