Vai al contenuto
betadine

Una strada da percorrere: divagazioni sulla Token et varie

Messaggi consigliati

In realtà io dicevo mediamente superficiale.

Con questo, intendevo che per reperire informazioni approfondite, devi disporre già di quella cultura necessaria che quelle informazioni sarebbero in grado di costruire.

Non ho mai detto, né lo penso, che il web sia superficiale.

Ho detto solo che rispecchia chi lo ha creato.

 

...Però sai che il tuo intervento stimola alcune mie riflessioni sui certificati?

Ho visto che ti intendi di information technology e che nel web ti muovi come un topo nel formaggio.

Mi facevo perciò una domanda...

 

Se Gestunomichi fosse un fisico nucleare, che attorno agli anni novanta bazzicava il CERN.

Quindi facesse parte di quel gruppo di persone che, stufo di broadcasting di email, avesse inventato il protocollo http.

Poi, sempre per ipotesi, avesse deciso di fare un lavoro più redditizio della ricerca e avesse portato quella metodologia di lavoro, poi associata al mondo open, nel privato e nel pubblico.

Se avesse contribuito a sviluppare quel mondo nella ricerca e sviluppo e, dopo tutta una trafila di esperienze in cui si è occupato di progettare, sviluppare, formare gente per il web, oggi si occupasse di applicazioni distribuite basate su tecnologie web.

Se, sempre per ipotesi, quei giorni che passa nella città di Altura, lo facesse per discutere le evoluzioni delle architetture da lui progettate con il Ministero dell'Interno, con quello della Giustizia, con Banca d'Italia, con Equitalia... Insomma con chi le utilizza in maniera articolata e massiva, con sviluppi che si aprono gioco-forza ai problemi di security, business continuity, quality certification,...

Se, e non dico sia vero faccio solo un ipotesi, si sia occupato di indicizzazioni a partire dai motori di ricerca dapprima che nascesse Google ed oggi se ne occupi nel mondo dei big data.

Insomma, se Getsunomichi avesse questo bel certificato curricolare che ne fa un conoscitore profondo del web da un quarto di secolo, cioè da prima che la maggior parte delle persone ne sapesse dell'esistenza, avresti liquidato la sua affermazione nello stesso modo?!?

 

Oh, attenzione alla risposta!

Se già non lo fai, magari un giorno decidi di passare a fare il professionista e, se fosse vero, magari telo trovi ad un colloquio dall'altra parte della scrivania.

Ahahahahahahahahahah.....

Alla faccia del carico da 11, poi non ti lamentare se la discussione si riduce a un monologo, già prima infastidiva ora bà.....


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Infatti Mauri, io mi ritiro in buon ordine, non vorrei trovare una squadra S.W.A.T. a casa mia ad aspettarmi stasera.

Non rompiamo l'idillio, però a questo punto è necessario cambiare il titolo della discussione toglierei quel "et varie" e scriverei "prendiamo un po' per il "naso" altura" non sono vi assicuro permaloso, non sono sicuramente Charlie Parker, ma soprattutto non sono all'altezza di capire l'ironia dei vostri post, comunque io sono sicuramente un subordinato in questo "clan" per cui puoi continuare a sottovalutarmi a tuo piacimento nobile Getsu, ti manderò le foto del mio seppuku e per farlo userò il bocchino del mio sax che ha delle ance taglientissime.


Antonio Vincenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In realtà io dicevo mediamente superficiale.

Con questo, intendevo che per reperire informazioni approfondite, devi disporre già di quella cultura necessaria che quelle informazioni sarebbero in grado di costruire.

Non ho mai detto, né lo penso, che il web sia superficiale.

Ho detto solo che rispecchia chi lo ha creato.

...Però sai che il tuo intervento stimola alcune mie riflessioni sui certificati?

Ho visto che ti intendi di information technology e che nel web ti muovi come un topo nel formaggio.

Mi facevo perciò una domanda...

Se Gestunomichi fosse un fisico nucleare, che attorno agli anni novanta bazzicava il CERN.

Quindi facesse parte di quel gruppo di persone che, stufo di broadcasting di email, avesse inventato il protocollo http.

Poi, sempre per ipotesi, avesse deciso di fare un lavoro più redditizio della ricerca e avesse portato quella metodologia di lavoro, poi associata al mondo open, nel privato e nel pubblico.

Se avesse contribuito a sviluppare quel mondo nella ricerca e sviluppo e, dopo tutta una trafila di esperienze in cui si è occupato di progettare, sviluppare, formare gente per il web, oggi si occupasse di applicazioni distribuite basate su tecnologie web.

Se, sempre per ipotesi, quei giorni che passa nella città di Altura, lo facesse per discutere le evoluzioni delle architetture da lui progettate con il Ministero dell'Interno, con quello della Giustizia, con Banca d'Italia, con Equitalia... Insomma con chi le utilizza in maniera articolata e massiva, con sviluppi che si aprono gioco-forza ai problemi di security, business continuity, quality certification,...

Se, e non dico sia vero faccio solo un ipotesi, si sia occupato di indicizzazioni a partire dai motori di ricerca dapprima che nascesse Google ed oggi se ne occupi nel mondo dei big data.

Insomma, se Getsunomichi avesse questo bel certificato curricolare che ne fa un conoscitore profondo del web da un quarto di secolo, cioè da prima che la maggior parte delle persone ne sapesse dell'esistenza, avresti liquidato la sua affermazione nello stesso modo?!?

Oh, attenzione alla risposta!

Se già non lo fai, magari un giorno decidi di passare a fare il professionista e, se fosse vero, magari telo trovi ad un colloquio dall'altra parte della scrivania.

Ahahahahahahahahahah.....

Ma se rileggi quello che ho scritto non ho "liquidato" nessuna tua affermazione, ho solo voluto sottolineare un distinguo... fosse stata fatta da Jobs avrei risposto allo stesso modo.

E visto che ci sono dissentisco totalmente quando scrivi "che devi disporre già di quella cultura necessaria...".

Lasciando stare questo forum che sarebbe l'esempio perfetto, ti posso aggiungere che tutto quello che discussi in un orale di reti e sistemi informativi relativo al protocollo irc, lo imparai esclusivamente da una risorsa web (un rfc pubblico).

Comunque potró masticarne un pò di it, ma la mia professione è tutt'altro....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

orsù, ritorniamo sulla strada ...

 

Siamo nell’anno 1198 e in quell’anno gli astronomi di corte (tenmongata) comunicano che di li a 10 anni i nove luminari riuniranno le loro forze celesti ... e andai in quel decennio a rintracciare i tredici migliori fabbri forgiatori di spade presenti nelle provincie dell’impero, anzi non 13, ma 12+1, noti come Ichimonji ShoGen Goban Kaji.

 

 

spade-libre13.jpg

. . la mia domanda è: oggi si tiene ancora conto del "novilunio" per la forgia e del "novilunio" per il togi ??

 

 

 

 

 

 

qua per chi volesse "curiosare" http://www.duepassinelmistero2.com/studi-e-ricerche/archeoastronomia/spade-giapponesi/


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma certo che se ne tiene conto, ma non devi andare a cercare "per forgiare", ma per "vendere".

 

Vedi: http://www.samuraisword.com/nihontodisplay/other/yoshindo/index.htm


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quindi dici che forgia nel mese sinodico lunare . . . ed eseguirà ancora "i rituali" ora come allora ?? (Lo so bisognerebbe chiederlo a lui.

 

 

Allora, invoco Massimo . . . . per sapere se effettua la politura seguendo "un preciso calendario lunare" o non cambia nulla nell'anima della spada . . ??

 

 

¿ hai mai fatto caso se lavori particolarmente "rognosi" (nell'avvio del lavoro manuale) siano capitati in particolari periodi ?


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...non mi avrete mica creduto?!?

Ora mi zittisco un po' e ascolto della graziosa e diletta luna, visto che di ciò di cui parlate non conosco nulla, ma sono molto interessato.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beh, questo Adriano Gaspani, dell'Istituto Nazionale di Astrofisica ne parla molto concitatamente, riportando alcune interessanti notizie

 

(già postato sopra: http://www.duepassinelmistero2.com/studi-e-ricerche/archeoastronomia/spade-giapponesi/

 

 

 

e tra luna e kami, se n'era già parlato qua: http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=8614

 

 

 

 

 

 

p.s. sull'articolo di Gaspani ho come sempre delle perplessità, dovute a talune affermazioni "un pò troppo specifiche"

Modificato: da betadine

Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo questi Masamune è della scuola Yamato... il primo kanji della sua mei è Rai .... (firmava in oro naturalmente)

 

“la fornace tatara veniva accesa solo negli anni dei lunistizi” cioè "L’accensione della fornace tatara poteva avvenire solo ogni 9 anni in accordo con la posizione dei nodi dell’orbita lunare sulla sfera celeste."

 

ecc ecc ecc.....

 

---

 

Preferisco ricordare una figura storica:

 

Katō Kiyomasa died 405 years ago, August 2, 1611.

 

Kiyomasa is also remembered for having spear hunted tigers during his time in Korea, bringing the pelts back to Hideyoshi. In fact, tiger hunting was later banned by Hideyoshi during the Korean Campaign, the reason being that too many samurai were getting killed by tigers trying to emulate Kiyiomasa and bring one down.

 

Kiyomasa was not interested in niceties such as the tea ceremony or poetry.

He was first and foremost a military man. His bravery in battle, his no-nonsense, strict business like attitude to warfare, and his adherence to his principals is why I respect Katō Kiyomasa.


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le cose cambiano, ed in questo il Giappone ha fatto passi da gigante, ( o da gambero a seconda dei punti di vista) si può certamente affermare che i bravi artigiani giapponesi siano altrettanto abili come commercianti dei loro prodotti, in un articolo postato sul forum tempo fà, si poteva vedere un panetto di acciaio del nostro Y.Y. che solo perchè portava la sua firma incisa costava più di un disegno di Picasso.

Si i tempi cambiano e non sempre in meglio.....


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@@Francesco . . . .

sulla tatara io avevo letto (e non ritrovo il benedetto calendario lunare) che c'era una accensione tra fine gennaio e primi febbraio . . e talvolta anche due volte l'anno...

 

mentre non ho compreso (nel senso letterale del termine) Katō Kiyomasa . . . vabbè .. cacciava le tigri ed era più attento alla sostanza che alla forma ("formazione militare" vs "cerimonia del té) .... ma non ho veramente capito "il senso"

 

 

 

¿ ma secondo voi, quando oggi si parla di commercio, forse si pensa che allora ordinare una spada fosse cosa da poco ? (parlando di soldi)

o diventare "fabbro di corte" non portava grandi "ritorni" ??


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

....... in un articolo postato sul forum tempo fà, si poteva vedere un panetto di acciaio del nostro Y.Y. che solo perchè portava la sua firma incisa costava più di un disegno di Picasso.

 

 

qua ne trovi un cubetto di YY a "du lire" http://www.ebay.it/itm/Rare-TAMAHAGANE-Cube-Billet-Made-by-Yoshindo-Yoshihara-Japanese-Samurai-Sword-/201556618554 (+/- 20gr)

 

 

 

quello postato on riesco a trovarlo... ma bisognerebbe anche conoscerne "il peso" ... visto che il tanahagane "rustico" sta +/- a 50 cent/gr


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi riferivo appunto a questo: http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=8103&hl

 

Il tamahagane ha una sua ragione d'essere se viene utilizzato per una lama, se serve per bloccare una porta quando spira il vento non penso sia la stessa cosa.

In un pezzo del genere dove è la maestria del forgiatore?

Sicuramente nel farselo pagare quel prezzo. :lurker::lurker::lurker:


"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede".

 

Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

:lurker: :lurker: :lurker: E S A T T O :lurker: :lurker: :lurker:

 

(il pezzo che era in vendita prima è più conveniente, in quanto più grande e viene meno di quello su e-baya)

 

Ma vuoi mettere bloccare una porta con una zeppa di legno oppure usare un lingotto d'oro . . . mi pare "pidocchioso" quello che lo fa con un pezzo di ferro giapponese, sperando che tra i suoi amici ci sia qualche cultore d'oriente che sappia che quello è raro "acciaio gioello" !?!

 

Che poi il mondo sia pieno di cretini, ops, feticisti, ops, collezionisti di strani oggetti o cultori in generale che preferiscono comprare i pennelli usati da Picasso invece che un buon catalogo o altro, ben vengano i "vari YY" a vender reliquie o altro.

 

Un pò come quelli che s'accattano mutandeusate . . . . . . il mondo è bello perrchè vario (pinto)

 

 

......... io avrei da vendere "una carie storica" conservata benisssimo ma non trovo l'acquirente giusto. aaaaaarrrrrrgggggghhhhhh

 

 

 

e comunque costerebbe più del tamahagane di Yoshindo...

 

e con 2/300euri di Picasso trovi un catalogo ... altro che disegni . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

. . . quando si dice una grande lama

 

Odachi.jpg

e ce ne sono alcune anche più grandi . . .. non oso pensare alla "felicità" di un togishi che la debba trattare, o all'albero di magnolia che bisognerebbe cercare per la saya, senza considerare al choji da litro che bisognerebbe reperire.

 

 

... e sinceramente non ho mai compreso se, a queste dimensioni, era un puro esercizio stilistico o avesse una qualche funzionalità (non oso pensare a quella da oltre tremetri...)


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante