Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Malacarne

Katori Shinto Ryu

Messaggi consigliati

Premetto che non ho mai praticato alcuna arte marziale tradizionale giapponese ne alcuna tecnica di spada,ne tantomeno il Katori Shinto Ryu ma non posso fare a meno che chiedervi se qualcuno di voi praticasse la tecnica di lancio dello shurinken della scuola omonima.

sugino_sensei.jpg


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo shuriken è un oggetto di studio abbastanza complementare e di corollario. Viene studiato solitamente a livelli elevati. I movimenti sono racchiusi in pochi kata (non ricordo esattamente quanti, ma sono molto pochi). Il lancio non è particolarmente complesso, ma richiede impegno e dedizione per padroneggiare una tecnica discreta. Se hai qualche cuirosità da esaudire spero di poterti essere d'aiuto


image665.jpg

image634.jpg

image719.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per la tua disponibilità Benkei... :arigatou:

Ho notato che in molte scuole di scherma antiche vi fosse l'usanza di lanciare dardi o tanto-gata shurinken, spilloni ,bo-shurinken ecc.,alcuni dei quali palesemente presi in prestito dalle scuole di combattimento cinesi (che il periodo Nara e l'influenza con la vicina dinastia Tang abbiano influito?...Oppure l'origine dell' shurinken-jutsu è da ricercarsi nelle esperienze fatte dai samurai nella campagna di Korea?).

Come venivano usati in combattimento gli shurinken?

Insomma...Si, come dire :confused:...La tradizionale stella "ninja" o shaken o hira-shurinken viene usata da non molte scuole, incluse la Yagyu ryu...

Non credo però che queste armi possano essere state mortali per chi ne avesse subito il colpo (veleno escluso... :polliceverso: ) penso che servissero a disarmare o ferire occhi o in qualche modo trarre un vantaggio momentaneo nel combattimento in attesa di sferrare il colpo decisivo...Mi sbaglio :gocciolone: ?

 

P.S.: nelle foto vi sono una serie di shurinken originali di scuola Katori-Shinto e uno shaken di scuola Yagyu. :arigatou:

katori_jinja_blades.jpg

yagyu05.jpg


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

LE tue ipotesi sono corrette. Escludo che gli shuriken appaiano da dopo la guerra di Korea, verosimilmente erano presenti anche prima di tale evento. Lo shuriken non era quasi mai mortale, ma spesso era usato proprio per distrarre l'avversario, guadagnare tempo o a raggiungere una posizione di vantaggio durante il combattimento. Difficilmente si poteva lanciare più di uno shuriken (come tristemente oggi si vede in alcune sedicenti scuole di arti marziali) durante uno scontro e spesso il gesto serviva per preparare qualche colpo risolutivo con il katana o per avvantaggiarsi nell'estrazione

 

sword1.gif

 

sword2.gif

 

sword3.gif

 

sword4.gif


image665.jpg

image634.jpg

image719.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

:arigatou: ...Il Katori Shinto Ryu è nato grosso modo verso la fine del sedicesimo secolo (o mi sbaglio :gocciolone: ?) la tecnica di shurinken del Katori da quale stile trae origine?...(penso che si ispirasse almeno ad uno stile più antico)

Musashi Miyamoto nel suo Gorin-no-Sho fa riferimento allo stile Katori però non si dilunga molto sugli aspetti tecnici e se lo fa non fa riferimento al nome della scuola...Precisamente, se non erro, il Katori utilizza degli bo-shurinken (credo...comunque quelli che assomigliano a dei grossi chiodi :gocciolone: ) come mai?...

Ho visto che ci sono molte scuole che li adottano,anche se leggermente diversi, ma nel complesso,non essendo praticante non riesco a spiegarmi i vantaggi che tale strumento possa offrire...Ti prego perdona la mia curiosità :arigatou:

Modificato: da shimitsu masatsune

La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo appena posso, dato che vorrei fornire una risposta con un minimo di decoro.


image665.jpg

image634.jpg

image719.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao!Rieccomi ad infastidirvi! :laugh:

 

Sapete se ci sono skuole di Naginata tra Modena Reggio emilia o Parma?

Volevo vedere qualche corso ma non riesco a trovare nessuna palestra..... :cry:

Credo che ce ne siano alcune a Bologna ma per me è troppo lontano.... :cry:

 

Se ne sapete qualcosa grazie mille!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
mi sembra questo sito molto esaustivo in fatto di shuriken..

 

http://www.secrets-of-shuriken.com.au/index1.htm

è un bel sito con molte informazioni, tratta poi lo shurikenjutsu praticato in iwama-ryu


"Bellezza, gioventù e fascino cominciano ad appassire quando appaiono la prima volta.

Attraverso le prime foschie della primavera, scorgiamo il Ponte d'Autunno"

----

mai confrontarsi con un imbecille, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' da un pò che lo frequento e devo dire che è carino come sito...E' da li infatti che ho preso le foto.

Mi ha aperto la mente a nuovi orizzonti ,prima insospettabili...Peccato che il tema trattato sia da tempo un pò trascurato,certo esiste una recente rivalutazione però ovviamente lo shurinken è un arte che ha perso d'importanza nel corso dei secoli ,specialmente dopo l'introduzione delle armi da fuoco, quindi risulta difficile trovare riscontri e prove di una certa attendibilità :brooding: .


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi. Allora, il katori è un po' più antico e risale a circa l'inizio del 15° secolo, quindi quando in Giappone si era in pieno periodo di lotte intestine. Il significato del bo-shuriken è estremamete semplice: era facilmente occultabile e di facile estrazione nelle pieghe degli abiti (più di uno piatto, che occupa più spazio e si adatta meno alle pieghe) e perchè spesso gli shuriken erano fatti con materiali di scarto e recupero, come chiodi da carpentiere o da residui ferrosi di seconda mano. I vantaggi sono molti e si va dalla distrazione fino al vero e proprio strumento usato come ultima spiaggia. inoltre, nel combattimento a corta distanza, quando si vuole cercare di frenare l'avversario, non essendo a distanza di spada, è assai comodo avere tali strumenti (scomparsi nella pratica attuale, ovviamente). Chiudo raccontando, sempre circa l'utilità, un aneddoto per cui sembra che un samurai abbia sconfitto un suo avversario, tecnicamente molto più bravo inchiodando la sua hakama al pavimento proprio con uno shuriken, per poi finirlo con la katana


image665.jpg

image634.jpg

image719.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Molte grazie Benkei :arigatou::arigatou: ...


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CIAO a tutti :arigatou:

 

sono lieto di annunciare la nascita del sito dell'Accademia Italiana di Spada Giapponese Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu Hatakeyama-Ha

 

Come e' chiaro dal nome si tratta dell'associazione dei Dojo italiani nei quali insegna il Maestro Hatakeyama.

 

... come ho già (imprecisamente) scritto e come e' scontato si tratta dell'arte che pratico (da pochissimo), dell'associazione e del dojo di cui faccio parte e dei maestri che mi sopportano :gocciolone:

 

Benvenuti i visitatori che andranno ogni tanto a fare una visitina al sito per vederlo crescere. :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti

 

sono lieto di comunicarVi che è attivo il sito

http://tenshinshodenkatorishintoryu.it/

 

il sito italiano di Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu.

 

Luisa Raini insegna a Trieste (recapiti sul sito), mentre io sono il suo aiutante per Milano (francescobeccari@interfree.it).

 

Saluti a tutti

Francesco Beccari

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

[PROMO] Stage di Katori Shinto Ryu a Milano

 

L'8 ottobre 2006 a Milano si terrà uno stage di Katori Shinto Ryu condotto dal Maestro Andrea Re V°Dan Menkyo Mokuroku.

 

Lo stage si terrà alle ore 10,00-13,00 14,30-17,00 presso la palestra La Comune Via Novara, 97 Milano. Si tratterà di uno stage a tema: Kenjutsu, Iai e Suwari iai.

 

E' indispensabile comunicare anzitempo la propria partecipazione,

 

I partecipanti che possiedono uno iaito sono invitati a portarlo, è consigliabile portare comunque almeno un bokken.

 

Per maggiori informazioni www.katorishintoryu.it, re_andrea@fastwebnet. it, www.zanshin-dojo.it, www.la-comune.com ... oppure chiedendo direttamente al sottoscritto :gocciolone:

 

 

 

> :gocciolone: ricordandomi che non avevo pubblicato il costo dello stage, mi sono informato e sono tornato per aggiungerlo: 25 euri

 

... probabilmente il costo sara' lo stesso anche per gli altri stage con Andrea Re a Milano (li trovate pubblicati su www.katorishintoryu.it e su www.zanshin-dojo.it)

 

 

 

 

Mi auguro abbiate la possibilità di venire

 

 

:smile::arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io seguo le lezioni di Iai-do e bo-jutsu con il maestro Vincenzo Alibrandi.

In realtà di Iai-do ora pratichiamo per lo più lo stile Ko-taka Ryu.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante