Vai al contenuto
Manuel Coden

Analisi su una lama tagliata

Messaggi consigliati

Ho recentemente comprato un aikuchi koshirae e al suo interno c'è una lama tagliata, porta la firma Kanemichi e sembra essere del periodo Muromachi.

L'ho quindi polita (in maniera non tradizionale) per analizzarne l'hamon e la struttura interna.

Il risultato è visibile nelle foto seguenti.

L'hamon è un gunome basso e asimmetrico, pare avere una qualche forma di utsuri il quale su un lato è più forte e tendente ad essere un mizukage, mentre dall'altro è più debole ma tende a continuare lungo la lama.

Il kitae appare come un kobuse con anima interna di tenore di carbonio basso (

 

P_20161217_120436.jpg

P_20161217_110920_1.jpg

P_20161217_131849.jpg

P_20161217_142647.jpg

P_20161217_143204.jpg

P_20161217_121945_1_1.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sempre le cose riescono a dovere, in questo caso(o meglio in questo punto) la parte che doveva restare all'interno, diciamo che ha debordato.

Interessante quella tacca che ancora si vede sul mune.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sempre le cose riescono a dovere, in questo caso(o meglio in questo punto) la parte che doveva restare all'interno, diciamo che ha debordato.

Interessante quella tacca che ancora si vede sul mune.

lo shingane non ha debordato, è ancora al centro e quasi perfettamente verticale e quella "tacca" sul mune è solo probabilmente una delaminazione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Manuel, dall'immagine in sezione non è che si capisca molto. Ad es. le parti più chiare sono segno di un metallo diverso o solo riflessi ?

Potresti evidenziare quello che vedi dal vivo ?

:-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come mai la parte più vicina al tagliente è più chiara ?

nella sezione immagino tu mi chieda, quella è probabilmente è solo una sbavatura dovuta all'acidatura, infatti nelle viste laterali l'hamon è scuro fino al tagliente

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Consiglio di rivedere gli articoli sul forum che parlano di queste sezioni (basta cercarli) comunque alcune sono anche nell'articolo completo sulle lame militari.

riprendo una foto postata, ho segnato i punti d'interesse per rispondere a Manuel, l'ovale più piccolo non sembra una sfaldatura ma un danno da corpo metallico, il più grande è certamente una sfaldatura del metallo.

 

post-3151-0-53582400-1482087888.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente ne avrai visti tanti, te ne posto alcuni a cui io faccio riferimento, sono molto diversi da quello, a voi la discussione:

 

imageKD8.JPG

 

images (1).jpg

 

images (2).jpg

 

images.jpg

 

kirikomi.jpg

 

Rai-Kunimitsu_signed_wakizashi_blade_hamon_ura_kirikomi_detail.jpg

 

post-5258-14196945370237.jpg

 

Buon divertimento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Manuel il pezzo in mano tua era pieno di ruggine, almeno da quanto hai affermato, ma quello è un colpo non una bolla.

 

Guarda caso sotto quello c'è uno sfondamento da stres che sembra una bolla, ma che in sezione guardandola bene potrebbe essere altro,poi certamente tutto può essere.

Comunque per tornare a bomba, una laminazione fatta bene in sezione dovrebbe apparire così:

 

 

blade_section.jpg

 

Guardare anche: http://www.swordforum.com/forums/showthread.php?78754-Katana-hardness-tests http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=5900&hl

Modificato: da mauri

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per tornare a bomba, tralasciando l'aspetto, una intaccatura da combattimento dovrebbe avere una direzione opposta... ma soprattutto non dovrebbe stare a quell'altezza... praticamente sotto l'habachi.

Non so te ma io non credo che i samurai lottassero a lama nuda prendendola per il kissaki e prendendosi a mazzate con i nakago.

Però sai che ridere la scena.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Manuel il pezzo in mano tua era pieno di ruggine, almeno da quanto hai affermato, ma quello è un colpo non una bolla.

 

Guarda caso sotto quello c'è uno sfondamento da stres che sembra una bolla, ma che in sezione guardandola bene potrebbe essere altro,poi certamente tutto può essere.

 

 

la lama aveva un sottile strato uniforme di ruggine che non ha alterato le geometrie, inoltre nel punto specifico non c'era nessun segno di ruggine

 

 

Comunque per tornare a bomba, una laminazione fatta bene in sezione dovrebbe apparire così:

 

 

attachicon.gifblade_section.jpg

 

perchè esiste solo il kobuse kitae?

24306.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...