Vai al contenuto
pier1988

Presentazione ue

Messaggi consigliati

queste sono una anteprima ... i più esperti commentino cosi che io possa apprendere da voi.. grazieeee

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questo è un problema del tuo San mai.

 

In realtà, il panino dovrebbessere fatto in modo tale che il contenuto non emerga sui fianchi, lasciando le caratteristiche del metallo della parte interna solo sulla parte di lama che taglia.

Generalmente occorrono molte politure (e secoli) affinché il core emerga inopportunamente sui lati.

Però, complimenti!

Hai davvero talento.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questo è un problema del tuo San mai.

 

In realtà, il panino dovrebbessere fatto in modo tale che il contenuto non emerga sui fianchi, lasciando le caratteristiche del metallo della parte interna solo sulla parte di lama che taglia.

Generalmente occorrono molte politure (e secoli) affinché il core emerga inopportunamente sui lati.

Però, complimenti!

Hai davvero talento.

Innanzitutto ti ringrazio , e che adoro fare questo "mestiere" ci metto tutta la passione che posso e tutto il tempo, teoricamente il san mai dovrebbe uscire solo un cm lungo il filo , il problema pero è il seguente: bisogna fare le proporzioni corrette affinché esca e nello stesso tempo martellare in maniera uguale desta e sinistra, in alcuni provini che feci notai che il pacchetto un volta incollato a caldo mentre viene steso con la pressa e successivamente con il martello esternamente sembra perfetto e non sporge nulla , pero l' hagane all interno non si mantiene rettangolare ma inizia a serpeggiare, pertanto succede che lavorandolo si inizia avere punti dove sporge e punti più interni , allora il problema si fa più complesso per via della tempra , eppure per il fatto che è differenziata... non so se mi sono spiegato.. chiedete pure se non ci capite è colpa del mio italiano :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Innanzitutto ti ringrazio , e che adoro fare questo "mestiere" ci metto tutta la passione che posso e tutto il tempo, teoricamente il san mai dovrebbe uscire solo un cm lungo il filo , il problema pero è il seguente: bisogna fare le proporzioni corrette affinché esca e nello stesso tempo martellare in maniera uguale desta e sinistra, in alcuni provini che feci notai che il pacchetto un volta incollato a caldo mentre viene steso con la pressa e successivamente con il martello esternamente sembra perfetto e non sporge nulla , pero l' hagane all interno non si mantiene rettangolare ma inizia a serpeggiare, pertanto succede che lavorandolo si inizia avere punti dove sporge e punti più interni , allora il problema si fa più complesso per via della tempra , eppure per il fatto che è differenziata... non so se mi sono spiegato.. chiedete pure se non ci capite è colpa del mio italiano :)

dimenticavo , poiché al momento della tempra lo spessore al filo è maggiorato la penetrazione e la curva di raffreddamento cambiano ovviamente e per questo che poi non viene un tempra uniforme.. ce da dire che la colpa ovviamente è la scelta dell acciaio che ho utilizzato per questa katana . se avessi utilizzato l'acciaio giapponese non avrei avuto il problema.. avendo usato un acciaio aisi.. ovviamente ho fatto un errore..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sei molto chiaro nelle spiegazioni.

Sarebbe interessante sapere quante volte hai ripiegato l'acciaio esterno e quello interno...


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sei molto chiaro nelle spiegazioni.

Sarebbe interessante sapere quante volte hai ripiegato l'acciaio esterno e quello interno...

in questo caso l'acciaio esterno è stato ripiegato a 800 (itame ), l'interno è ripiegato a 640 strati (masame) . Le ultime due katana che ho realizzato ho fatto questo tipo di costruzione perché volevo provare questa configurazione pero ho notato che il massime sul filo non è il massimo. Meglio al contrario o kobuse per la realizzazione del masame . I san mai sono preferibili (per me) Masame (ji) e itame (ha) oppure tutto itame..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti per il tuo lavoro e la necessaria dedizione, mi rendo conto che non è facile cimentarsi in questo tipo di lavoro artigianale, con una certa aspettativa di risultati, immagino, se non dotati di passione, e per forza di cose di tutto il necessario per quanto riguarda attrezzature e materiali, una curiosità, la tua officina si trova in italia o altrove?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti per il tuo lavoro e la necessaria dedizione, mi rendo conto che non è facile cimentarsi in questo tipo di lavoro artigianale, con una certa aspettativa di risultati, immagino, se non dotati di passione, e per forza di cose di tutto il necessario per quanto riguarda attrezzature e materiali, una curiosità, la tua officina si trova in italia o altrove?

ciao grazie mille , si la mia officina è in italia , solo che studio in Spagna , pertanto i lavori di forgiatura riprendono a natale.. la politura invece continuo in spagna.. preparo le lame e me le porto :) cosi oltre che a studiare passo il tempo qui......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per ricollegarmi a qualche post fa: gli strati non si contano così?

 

1 piegatura: 2 strati

2 piegatura: 4 strati

3 piegatura: 8 strati

4 piegatura: 16 strati

5 piegatura: 32 strati

6 piegatura: 64 strati

7 piegatura: 128 strati

8 piegatura: 256 strati

9 piegatura: 512 strati

10 piegatura 1024 strati

11 piegatura 2048 strati

12 piegatura 4096 strati

13 piegatura 8192 strati

14 piegatura 16384 strati

15 piegatura 32768 strati

 

Come fai ad avere 800 e 640 strati? Dove mi perdo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per ricollegarmi a qualche post fa: gli strati non si contano così?

 

1 piegatura: 2 strati

2 piegatura: 4 strati

3 piegatura: 8 strati

4 piegatura: 16 strati

5 piegatura: 32 strati

6 piegatura: 64 strati

7 piegatura: 128 strati

8 piegatura: 256 strati

9 piegatura: 512 strati

10 piegatura 1024 strati

11 piegatura 2048 strati

12 piegatura 4096 strati

13 piegatura 8192 strati

14 piegatura 16384 strati

15 piegatura 32768 strati

 

Come fai ad avere 800 e 640 strati? Dove mi perdo?

se parti da 2.... ma i fabbri partono da 9 ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se parti da 2.... ma i fabbri partono da 9 ....

e non solo ... scegli tu da dove partire...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io sono partito da 20 e 25

 

20 -40- 80- 160-320 -640 - in 6 piegature...

25 - 50- 100- 200- 400 -800 sempre in sei piegature... studiando alcuni libri di forgiatura , 2 di questi sono del maestro Yoshiara lui propone questo schema di ripiegature.. ovviamente non ti dice gli strati ma ti dice il numero di pieghe... gli strati li ho estrapolati da una foto iniziale.. non solo sua.. ma anche di altri maestri.. solitamente sono 9 - 25 .. alcuni maestri invece utilizzano chiodi acciaiosi per fare il kawagane del San Mai.. pertanto gli strati non sono misurabili.. e contano le piegature... io ho potuto costatare più di una volta che superando i 2400 strati si iniziano a rovinare e non fanno più la loro funzione ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sono partito ne da 2 ne da 9, ma da 1, il panetto.

Dove hai letto che partono da 9?

al momento della posa dei pezzi di tamahagane .. è come un puzzle.. ma gli stati si possono contare.. il panetto che tu dici è già uno stadio molto avanzato..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante