Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Grazie a tutti, specialmente a Massimo Rossi e a betadine per aver postato il link al thread in cui si può leggere l'articolo scritto su Diana Armi :-)

 

 

Dopo aver letto ben bene e viste le differenze, ora ho la certezza assoluta di avere una 'Pacchiana Pakistana' DOC :culo:

 

Beh, che dire, ah ah? A mia (nostra, io e mio fratello) discolpa c'è che, all'epoca, si sapeva davvero poco (non che oggi io sappia - sull'argomento, intendo - attenzione), non c'era Internet, non c'erano Forum, nessuno a cui chiedere :wallbash:

 

Siamo stati gabbati ben bene. Però ci può stare, a 14/15 anni. Va bene cosi... eravamo anche più "istintivi" e non maturi come oggi (see, maturi... ih ih).

 

Oggi (con le conoscenze che abbiamo, anche grazie alla possibilità data da Forum come il vostro) non mi perdonerei (ma comunque non farei) una cosa del genere.

 

A ogni modo, la spada rimarrà appesa al muro vita natural durante come memento alla nostra 'inquietudine giovanile' :ciuccio: e poi, che cavolo, è sempre una pataccata comunque (IMO) un filo migliore di quelle "katane" da 30 max 50 Euro tipo 'Mall Ninja' Americano :rolleyes:

 

Concludendo, lasciatemi buttarla sul ridere.

 

Immagino una sorta di maestro Miyagi Pakistano, a metà strada tra un Mullah Omar ante litteram e Apu dei Simpsons (ok, Apu è Indiano, ma siamo lì) che nel retro di un magazzino di merci audio-video rubate e/o tarocche, fabbricava 'ste Shin-Kebab-Gunto.

 

"... mettere lastrone di ferro di ex fornace Britannica, togliere Hamon, ay"

 

"... dare mano di vernice marca "quattro Cinesi", mettere vite ribattuta, stringere vite ribattuta. Niente Mekugi."

 

"... Abdul-San, usa pelle di vecchio bufalo morto di dissenteria qui all'angolo per fare intreccio marziale in samè come se fosse Antani di pescecane pregiatissimo, ay."

 

"... tutto l'ottone fasullo deve essere lucidato: mano destra dare lucido, mano sinistra toglie lucido. Ay."

 

"... Abdul-San, bravo! Ora non resta che vendere tutto ad allocchi Italiani, e andare a vedere coppa di Cricket."

 

Muahahahah amo immaginare una roba del genere :marrotolo:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se ti può consolare, ne ho viste in giro in armeria ad ottocento/mille euro.

Prima di sputarci sopra, ci farei un pensierino.

Comunque, se pacchiana deve essere, io tengo sempre per la mitica Hattori Hanzo di Kill Bill.

Poca spesa tanta resa, ma nel prezzo ci vanno anche gli occhiali da sole per riuscire a guardarla.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se ti può consolare, ne ho viste in giro in armeria ad ottocento/mille euro.

Prima di sputarci sopra, ci farei un pensierino.

Comunque, se pacchiana deve essere, io tengo sempre per la mitica Hattori Hanzo di Kill Bill.

Poca spesa tanta resa, ma nel prezzo ci vanno anche gli occhiali da sole per riuscire a guardarla.

 

No, no... non ci sputiamo sopra, eh :-)

 

Cioè, è una 'Pacchiana Pakistana'. Non ha nulla a che vedere con il Giappone. Per voi è (giustamente) eresia.

 

Però, vi chiedo un favore... analizziamo solo la spada a 360°, ora, per un minuto (senza tener conto dell'imitazione ecc).

 

A me, dal peso a comunque l'acciaio della lama (che tutto mi sembra tranne che un giocattolo) viene l'impressione che, se la lama fosse affilata per bene, come "arma/spada in sè" la capacità di taglio potrebbe essere anche discreta.

 

Non dico 'taglio' come magari intendete voi, tipo la pratica, i colpi ecc ma 'taglio' nel senso di tagliare, intendo, ah ah.

 

Una cosa, però: faccio per dire, perchè conosco la legge e so che una spada affilata diventa 'arma propria', però... giusto per il piacere di parlare, secondo voi potrebbe essere o mi sbaglio?

 

Perchè ho visto queste "Katane" da poco (dal vivo) e questa Pakistanata mi sembra un filino più tosta (se considerata, ripeto, come mero e volgarissimo 'coltellaccio/arma' e non come spada Giapponese) :marrotolo:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non sei l'ultimo, non sei stato il primo :)

 

Ah ah, vero. Ma almeno la fregatura l'abbiamo presa all'epoca (i primi '90), quando l'ignoranza era a livelli più alti. Pensa a quelli che la prendono ancora oggi :-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chris, ti sconsiglio vivamente di affilarla, anche solo il pensiero di renderla tagliente potrebbe procurarti dei danni.

 

In primis perchè starai creando un oggetto tagliente (arma bianca) non proprio "a norma di legge" per cui rischieresti sanzioni e altro.

 

Poi, un oggetto nato per "il collezionismo" (oramai anche Castroni propone Katane insieme a tazze da thé) non è idoneo a tagliare nulla... forse un cocomero, ma sconsiglierei anche quello. La struttura nel suo insieme di una lama nata senza filo potrebbe non essere idonea allo stress da colpo:

lama che si spezza o "parte" sorvolando vicino a qualche malcpitato con conseguenze non prevedibili.

 

Se ti piace tagliare, comprati un buon coltello o un machete, ma anche lì fai molta attenzione....

la "stupidità" è sempre in agguato e le conseguenze son proprio davanti a te, solo che ancora non le hai notate.

 

 

 

Goditi la tua bella riproduzione e leggiti un bel romanzo sull'armata giapponese della WWII, come "La guerra del tenente Hiro Ononda"

o se vuoi approfondire "sulla stupidità della razza umana" (japan style) ti consiglio: L'impero del sole.


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chris, ti sconsiglio vivamente di affilarla, anche solo il pensiero di renderla tagliente potrebbe procurarti dei danni.

 

In primis perchè starai creando un oggetto tagliente (arma bianca) non proprio "a norma di legge" per cui rischieresti sanzioni e altro.

 

Poi, un oggetto nato per "il collezionismo" (oramai anche Castroni propone Katane insieme a tazze da thé) non è idoneo a tagliare nulla... forse un cocomero, ma sconsiglierei anche quello. La struttura nel suo insieme di una lama nata senza filo potrebbe non essere idonea allo stress da colpo:

 

lama che si spezza o "parte" sorvolando vicino a qualche malcpitato con conseguenze non prevedibili.

Se ti piace tagliare, comprati un buon coltello o un machete, ma anche lì fai molta attenzione....

la "stupidità" è sempre in agguato e le conseguenze son proprio davanti a te, solo che ancora non le hai notate.

 

 

Goditi la tua bella riproduzione e leggeti un bel romanzo sull'armata giapponese della WWII, come "La guerra del tenente Hiro Ononda"

o se vuoi approfondire "sulla stupidità della razza umana" (japan style) ti consiglio: L'impero del sole.

Quoto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma Chris è avvezzo a maneggiare "cose" pericolose, visto il suo hobby, il fatto è che l'affilatura semplicemente è inutile.

Mentre se tu potessi, con molta delicatezza, togliere l'impugnatura sarebbe interessante scoprire cosa nasconde il codolo (Nakago), come credo che ti abbia già suggerito Gian Luca san qualche post indietro.


Antonio Vincenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma Chris è avvezzo a maneggiare "cose" pericolose, visto il suo hobby, il fatto è che l'affilatura semplicemente è inutile.

Mentre se tu potessi, con molta delicatezza, togliere l'impugnatura sarebbe interessante scoprire cosa nasconde il codolo (Nakago), come credo che ti abbia già suggerito Gian Luca san qualche post indietro.

 

Purtroppo non posso promettere nulla, ma se riesco si (a smontarla, intendo) :-)

 

No, per quanto riguarda l'affilatura mi sono espresso male. Non voglio affilarla (primo perchè comunque diventerebbe arma a tutti gli effetti).

 

Con 'affilatura' intendevo dire se l'acciaio della spada era (imitazione a parte) comunque buono (o poteva essere buono, tipo quello di un Machete, per dire) e non tipo lame di "plastica/giocattolo". Una mia curiosità :yes:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo, se l'acciaio è forgiato ed affilato in maniera corretta sara' ok, non ha niente che vedere con una nihonto! Prima di conoscere l'INTK e tutto l'assieme, nell'80 un amico di ritorno da un viaggio in Thailandia mi porto' una spada identica alla tua, me la regalo', era affilata,e bene, tagliava !! Bene, poi sono arrivati i libri,e tramite quel Diana Armi e Alberto Roatti ho conosciuto l'INTK, iscritto immediatamente, ho finalmente incominciato capire le nihonto, incominciato, sono ancora in alto mare, morale la pakkiana pakistana la regalai subito ad un altro amico mio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante