Vai al contenuto
Altura

il club dell' Ukiyo-e

Messaggi consigliati

. . .

.. m'è parso di capire che c'è una certa attrazione/attenzione sull'opera sartoriale giapponese.

DI sicuro ci sfugge qualcosa sul simbolo/colore/accostamento o sul tipo di stampa.
Del resto non avremmo mai immaginato che due bastoncini sostituissero i ns rebbi o le nostre antiche dita (di fatto ne erano un igienico prolungamento) o che quegli intriganti ghirigori fossero parole
oleLEe.

Qu.a una piccola panoramica (che di sicuro non rappresenta il vestir comune...) 
Andrebbe quantomeno consideriato che al pari di una maglietta a strisce rossonero o nerobianco - che verrebbe subito identificata, molti abiti erano associati agli attori del kabuko o.a rakugu, mon kamon o casati... anch'essi teatrali e facilmente associabili a "concett di forza o lealtà o bastardaggini do vario tipo..";  e così diversi abiti e trame li vediamo spesso galleggiare sulle tele di diversi artisti e in diverse epoche, immaginando che sia sempre lo stesso ragno sullo stesso tessuto.

 

1.jpg  5.jpg  2.jpg  3.jpg  22.jpg  6.jpg 

21.jpg  23.jpg

31.jpg

41.jpg  42.jpg


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alla luce degli ultimi sviluppi, vi invito a riguardare la precedente stampa ( Light-in-kai-province-from-oceans-of-wisdom.jpg )  e rivalutare come quelle onde (..si,si.. di fiume e non di campo) svelino come l'ignaro pescatore e l'astuto pesce (il primo, al pari di uno spettatore, ne avverte meno la presenza..) sanno, con certezza, che dalla casualità dipenderà la vita dell'uno (cibo) o dell'altro (morte) e che le «relazioni tra i personaggi» dipendono dall'essere sullo stesso fiume, ambedue influenzati dall'estremo.. dall'oscurità della notte e dalla luce delle torce.

Qui, come ha ben illuminato Getsunomichi, sta il potere dell'opera e l'interesse che suscita.

(mushin o tutto torna - o più semplicemente.. questa è la vita.)

 

[per completezza di informazioni..  Qu -come ri- è una "mora" (non nel senso di biondina) nella fonologia, o sistema dei suoni (e quindi sempre di onde parliamo) determina la "quantità di una sillaba" che influenzerà l'ambiente esterno.]
 

**Per farla breve ... il generatore dell'opera, sa perfettamente dove pescare e cosa nell'artificio della natura rappresentare con i suoi pesci .. a noi spettatori non resta che immergerci nell'opera _ talvolta aiutati da riflessi e riflessioni che altri prima di noi han portato all'eterno dell'opera stessa e che interagiscono col nostro essere e a nostra volta raccontiamo., con la consapevolezza che stiamo solo provando ad interpretare quello che vediamo, anche se vollutamente scritto, osemplicementerappresentato, nel messaggio dell'autore.    Un pò come "le parole" ..  grandi scatole vuote che assumono diverso significato in base alle ns.esperienze e al bagaglio che ci stiamo portando appresso.


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

.. potremmo definirla "una invasione di campo"   nel giorno dell'estivo solstizio   che nello stesso momento indica il giorno più lungo e una fermata.   
 

(solstĭtĭum.. sōl, sistĕre)

Tsuki hyaku sugata.jpg

Tsukioya Yoshitoshi - Tsuki hyaku sugata (One hundred aspects of thr Moon)
(una sorta di richiamo, una meditazione, una pausa.. prima di ripartire)
19thC dal British Museum

... e per chi se la fosse persa ..

EclissiAnulare_200620.jpg
by hearth

(sottofondi consigliati: "e la chiamano estate" , "e la luna bussò" , "こじょ のつき (たき)" - Kojo no Tsuki)
dimenticavo.. Shivaree-GoodnightMoon, o volendo questo https://ultimateclassicrock.com/moon-songs/
Buona domenica

 


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per queste bellissime immagini, con cui ti prendi cura di noi.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante