Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Scritto da Steve Bein, che insegna storia e filosofia asiatica alla NY State University, nonché cintura nera IV dan.

Racconta di una storia che ruota attorno a tre antichissime Nihonto dell'Heian forgiate dal kaji Inazuma (nome di fantasia).

Tre spade dai caratteri molto diversi, che influenzano i loro possessori attraverso episodi ambientati nella storia del Giappone. Flashback in una storia ambientata nella Giappone odierno dove polizia di Tokyo e Yakuza si affrontano per lo spaccio di droga.

Trama intrigante e pertanto ho acquistato il pocket, costa meno di dieci euro, che ho fatto fuori in un paio di trasferte.

 

Lontanissimo dal Giappone, dalla sua storia e dalla sua cultura, ma soprattutto lontanissimo dalla Nihonto.

Estremamente superficiale, non che da un romanzo ci si aspetti un trattato di sociologia, anche negli aspetti più elementari dei rapporti tra Giapponesi, che vanno in giro ad ammazzarsi con opere d'arte dal valore inestimabile.

Una delusione.

Ma se qualcuno dovesse acquistarlo con intenti comici, forse qualcosa cambierebbe, chissà.

Risparmiate i soldi.

28EF9429-29F5-4284-89A7-5D9F61109A07.jpeg


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo avesse condito con quella storia e filosofia asiatica che insegna e magari duecento anni prima ti avrebbe preso il cuore?

Kill Bill ha creato dei mostri....


Antonio Vincenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per il consiglio.

 

 

i mostri son sempre stati qua: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2017/12/08/giappone-3-morti-con-spada-samurai_fba62434-70a2-41be-8c2e-f8812deeace6.html

 

 

 

 

(per ringraziarti del consiglio, consiglio Underworld donDeLillo .. è solo una partita di baseball.. come la vita) e servono più trasferte.

 

 

ahahah, dello stesso autore però c'era prima L'anno del demone, cronache delle spade Inazuma (così forse potresti avere una visione più ampia) ahahah


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ante.Scriptum.

 

Ho colto l'ironia della tua recensione e per quella ridevo (mai e poi mai per i propri e personalissimi gusti personali) che sia chiaro.. mai sulla persona, miro.


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

.


Stemple.jpg

 

 

... ecco una bella trama per il prossimo romanzo: La figlia della Spada II

 

La sacerdotessa di un famoso tempio shintoista di Tokyo è stata uccisa e insieme a lei sono morti il suo aggressore, che si è tolto la vita dopo gli omicidi, e la moglie dell’uomo.

Sulla scena è stata trovata una spada da samurai insanguinata e altri coltelli.

L’aggressore è il fratello della sacerdotessa, che ha poi pugnalato a morte sua moglie, prima di uccidersi lui stesso.

L’attacco è iniziato quando la sacerdotessa è scesa dalla sua auto nel santuario e si è trovata di fronte suo fratello e sua moglie.

Secondo quanto riferito, la moglie ha attaccato l’autista della sacerdotessa, colpendolo con una spada.

L’autista è riuscito a fuggire dalla scena, inseguito dalla donna.

La polizia ha rilevato che c’era una scia di sangue lungo la strada, ma le ferite del conducente non erano gravi.

La sacerdotessa ha invece subito una profonda ferita da pugnalata al petto e una sulla parte posteriore del collo, che ne hanno provocato la morte.

Secondo i media locali, l’omicidio è stato scatenato da una lunga faida di successione tra la sacerdotessa e suo fratello. Tomioka era stato il primo sacerdote del santuario, dopo aver preso il posto del padre.

Fu rimosso nel 2001 quando suo padre ritornò ad essere sacerdote, nominando sua figlia come seconda sacerdotessa del tempio.

Nel 2010 la donna divenne la sacerdotessa principale dopo il definitivo ritiro del padre.

Il fratello della donna era noto alle forze dell’ordine per aver inviato lettere di minaccia alla sorella, per le quali fu anche arrestato nel 2006.

Il santuario Tomioka Hachimangu risale al 1627 ed è famoso per il festival estivo di Fukagawa Hachiman in agosto.

Lo shintoismo è la religione indigena del Giappone.

Il santuario è una parte essenziale dello shintoismo.

Oltre che per i rituali, i santuari sono usati per comunicare con i kami, gli spiriti.

I devoti shintoisti hanno una stretta relazione con il loro santuario locale e spesso hanno un piccolo altare-santuario in casa.

Lo shintoismo non ha dio, né un fondatore. È considerato non tanto una religione, quanto una filosofia di vita.

Il nome Shinto deriva dai caratteri cinesi Shen (essere divino) e Tao (via) e significa Via degli spiriti.

Ci sono circa 80mila santuari e altrettanti sacerdoti shintoisti in Giappone, ma le sacerdotesse donne (vive) sono solo una minima parte.

Circa l’80 per cento della popolazione giapponese pratica una qualche forma di shintoismo.

 

Fonte: TPI


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ante.Scriptum.

 

Ho colto l'ironia della tua recensione e per quella ridevo (mai e poi mai per i propri e personalissimi gusti personali) che sia chiaro.. mai sulla persona, miro.

Mi stai guadagnano punti a manetta buttato a pesce orecchie a coniglio Beta... e non tanto per il quote qui sopra... ci tenevo a scriverlo pubblicamente, ecco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...