Vai al contenuto
grignas

Edo o più tardo?

Messaggi consigliati

Gran foto, ma scusami se mi permetto con la politura non ci siamo. Questa è stata eseguita in Giappone? Dalla foto sembra un lavoro "tirato via" e che mancano le basi, potrebbe essere stato effettuato da un allievo alle primissime armi.

 

Scusami ma su certe cose dobbiamo essere rigorosi.


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

È bellissimo anche ai miei.

Vedendolo così, stento a credere che la mia prima impressione di vederne un oggetto piuttosto anzianotto fosse sbagliata...

Comunque è bellissimo, fosse anche stato fatto l'altro ieri.

Semplicità ed eleganza, col sapore delle cose che si facevano una volta, lasciando perdere i fronzoli e badando alla sostanza.

Qualcuno mi spiega perché Mino?


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non voglio certo fare il professore in cattedra, ci mancherebbe altro... ma se non riuscite a vedere i motivi vi consiglio di visitare musei, mostre ed eventi dove potrete vedere lame con buone se non ottime politure. Così capirete cosa intendo.

 

Al prossimo evento INTK ne potremo naturalmente parlare a voce con anche Massimo che è infinitamente più esperto di me. :arigatou:

 

P.S. Guardate bene il fukura

Modificato: da Francesco Marinelli

Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

È bellissimo anche ai miei.

Vedendolo così, stento a credere che la mia prima impressione di vederne un oggetto piuttosto anzianotto fosse sbagliata...

Comunque è bellissimo, fosse anche stato fatto l'altro ieri.

Semplicità ed eleganza, col sapore delle cose che si facevano una volta, lasciando perdere i fronzoli e badando alla sostanza.

Qualcuno mi spiega perché Mino?

In base alla Mei, anche se cè scritto Higo, equivalente a Hizen del Kiushu, questo Kaji lavorava in tradizione Mino Den.

La foto è bella, però i dettagli della Hada e lo hamo, non si distinguono bene, quindi ci si affida alla firma.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Francesco e grazie Massimo (nella mia ignoranza crassa, in effetti non avevo visto granché che mi parlasse di Mino Den).


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Francesco devi capire che vedere e distinguere una bella politura( almeno parlo per me) non è per niente facile, anzi, poi ci metti acidi ed altro è ancora piu' difficile! Tu hai la fortuna di lavorare con Massimo e hai in mano le lame ogni giorno,e giri molto, beato te, non tutti possono farlo, comunque grazie che ci fai notare le cose che non vanno bene, sei una fonte di notizie!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Francesco, sulla politura se non ci fossero i vostri appunti brancoleremmo nell'ignoranza, (o almeno io) non preoccuparti di salire in cattedra....sali sali. :arigatou:

Scusate l'off topic: Walter la tua azalea è di una bellezza! Pagherei per poterla annusare! :ok:


Antonio Vincenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Francesco

Ciao Tutti

 

mi piacerebbe capire cosa vuoi dire con "tirato via" e magari con una spiegazione tecnica cosa non va nel Fukura......

puoi usare la o le foto e inserire linee disegni o i commenti cosi tutti capiamo...

 

d'altra parte come dice Walter non tutti noi abbiamo la fortuna di vedere lame polite da maestri ed in quantità.

 

Ha Massimo il tuo commento è indispensabile. :arigatou:

 

 

IMG_8231.JPG

IMG_8232.JPG

IMG_8233.JPG

IMG_8234.JPG

IMG_8235.JPG

IMG_8236.JPG

IMG_8237.JPG

IMG_8238.JPG

IMG_8239.JPG

IMG_8240.JPG

IMG_8241.JPG

IMG_8242.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera,

 

La lama ha ancora l'olio sopra?

 

Per "tirato via" intendo che mi sembra, e specifico sembra perchè sto osservando delle foto ed a mio modestissimo parere, una politura svolta in poco tempo rispetto a quanto ne avrebbe avuto bisogno.

 

Creare dei buoni piani nel kissaki su di una lama shinogi zukuri è difficile, ma vi garantisco che fare un buon lavoro anche su di una lama hira zukuri è tutt'altro che banale, necessita molta pazienza.

 

Come Massimo insegna i piani sono la base della politura e finchè non sono perfetti non si va avanti col lavoro.

 

piani.JPG

piano 2.JPG

 

Come precedentemente detto e se ne avrete voglia ne potremo parlare qualche minuto tra un mese durante l'incontro e facendo un confronto tra lame, è indubbiamente il miglior modo per capire, ciao!


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il boshi è la croce e la delizia di ogni Togishi

😂😂😂

Ma a chi non è del mestiere è difficile distinguere da una foto un piano non perfettamente parificato.

Dovete rendervi conto che percepire un dislivello tridimensionale da un paio di ombre nell'hamon che si confondono con altre che invece sono del tutto naturali non è proprio di ogni comune mortale.

Io il boshi è una delle prime cose che guardò.

No, non perché sono un esperto, ma perché non ho mai capito come fate a tirare diritta una cosa che per natura è storta.

Ma è stato solo dopo la segnalazione di Francesco che ho capito che quanto lui ha sottolineato non era un naturale disegno dell'hamon, ma la conseguenza di un dislivello.

Per inciso, stiamo parlando di centesimi di millimetro.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sono centesimi di millimetro è vero però è altrettanto vero che se hai qualcuno che dopo un paio di volte te le fa notare queste cose poi inizi non dico a vederle, ma ad intravederle anche tu.

Comunque devo specificare che se Francesco non sottolineava che c'era un problema non avrei mai pensato ad un problema di piano... cosa che tutt'ora tra l'altro intravedo solamente.

 

cosa intendi con "come fate a tirare diritta una cosa che per natura è storta"?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...

Per inciso, stiamo parlando di centesimi di millimetro.

 

tre centesimi per l'esattezza..(anche se diversamente nominati)

 

E il tanto, lui ha i denti

e li porta in testa,

e Mth, lui ha un "coltello"

ma il "coltello" non si vede

E il boshi del tanto è

rosso, quando sparge sangue.

Mackie Messer (famoso togishi) porta un guanto

sul quale non si legge nessun delitto.

Liberamente tratto da: Die Dreigroschenoper, BB (1928)


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo che la politura, piani ,ecc,, sia la cosa piu' difficile da capire, vedere, poi ci sono anche varie politure fasulle, acidi ecc, che sembrano perfette ! Sempre piu' arduo! Meno male, siamo fortunati, ad avere due persone come Massimo e Francesco!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Francesco

Adesso Ho capito cosa intendevi. In effetti ci sono delle leggere ombre

Appena ho di nuovo disponibile la macchina fotografica provo a fare delle foto senza riflessi

Per quanto riguarda la hada ho difficoltà xchè è molto compatta si fa fatica anche con la lente di ingrandimento ( mi sa che sono un po cecato)

 

BF49DE7C-36F1-442F-A6F1-9C85688874B3.jpeg

 

Lo Hamon sembra un Chu Sughua con dei Nie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante