Vai al contenuto
grunf

Un vostro giudizio su Nihonto

Messaggi consigliati

Salve a tutti,

ho trovato nel web questa spada, il prezzo è intorno ai 3500€, che ne dite ?

Un vostro giudizio sarebbe molto gradito e vi ringrazio in anticipo

s-l500.jpg

s-l500.2.jpg

s-l500 (10).jpg

s-l500 (9).jpg

s-l500 (8).jpg

s-l500 (7).jpg

s-l500 (6).jpg

s-l500 (5).jpg

s-l500 (4).jpg

s-l500 (3).jpg

s-l500 (2).jpg

s-l500 (1).jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La politura mi sembra acidata, il nakago sembra riportare graffi.

La firma merita di essere controllata per bene.

 

Bè chi la vende ci guadagna abbastanza :ciaociao:

https://buyee.jp/item/yahoo/auction/p622037119?lang=en


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'oggetto ha un suo perché è complessivamente mi piace.

Sul suolo italiano, anche se concordo con l'analisi puntuale di Francesco, il prezzo sarebbe comunque interessante.

I graffi sul codolo mi lasciano davvero incuriosito.

Cosa può essere accaduto a quel nakago?

Tra l'altro, Francesco, è una mia impressione oppure il lato della firma appare leggermente spatinato rispetto al lato ura?

Magari è solo la luce della foto..


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'oggetto ha un suo perché è complessivamente mi piace.

Sul suolo italiano, anche se concordo con l'analisi puntuale di Francesco, il prezzo sarebbe comunque interessante.

I graffi sul codolo mi lasciano davvero incuriosito.

Cosa può essere accaduto a quel nakago?

Tra l'altro, Francesco, è una mia impressione oppure il lato della firma appare leggermente spatinato rispetto al lato ura?

Magari è solo la luce della foto..

Dovrebbe essere la luce che batte su un piano differentemente inclinato sullo shinogi.

 

Vi posto del materiale se Grunf volesse approfondire lo studio:

 

KUNITAKE (国武), Kan ́ei (寛永, 1624-1644), Yamashiro – “Heianjō-jū Fujiwara Kunitake” (平安城住藤原国武), “Kunitake” (国武), “Sanjō Kunitake” (三条国武), student of Horikawa Kunihiro (堀川国広), later smith from the line of Sanjō Yoshinori (三条吉則), a tradition says that he was the father of Izumo no Daijō Yoshitake (出雲大掾吉武), itame-nagare with ji-nie, suguha, notare mixed with gunome-ashi in ko-nie-deki, sugu-bōshi with a ko-maru-kaeri, wazamono, jō-saku

 

questa una foto del suo nakago a miglior risoluzione

kunikane 1.jpg

 

Questo l'oshigata dal Fujishiro

Kunikane Fujishiro.jpg

 

Un paio di link di lame che sono/erano in vendita:

http://kako.nipponto.co.jp/swords2/KT213238.htm

http://www.militaria.co.za/nmb/topic/25044-heian-jo-kunitake-wakizashi-in-koshirae/


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

oddio, io non vedo esempi mei miei testi nè lame firmate e certificate in giro con la mei come quella di questa lama.

nello specifico, mi lasciano perplesso in primis il primo kanji e quello di kuni. nel primo le diverse inclinazioni e direzioni delle chisellate sono evidenti mentre nel secondo, cambia proprio il carattere stesso (cosa non proprio frequente per un forgiatore e che quasi sempre coincideva con un particolare evento/cambiamento: una successione, un trasferimento da una provincia ad un altra, un titolo acquisito, ecc).

 

 

questa è una mei kunitake certificata: http://www.nihonto.com/katana-by-horikawa-kunitake-堀川国武-060218/

 

sembra peró la stessa mano dwlla lama su nmb.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti

io ho trovato questa descrizione su Ebay....... ed a molti € in meno!!!

peccato che la lama non sia in Italia come dice Francesco, il venditore è in Repubblica Ceca....

 

 

Japanese Samurai sword Katana HORIKAWA KUNITAKE with koshirae.

 

Era : early EDO
Beautiful and healthy blade with attractive hamon ( typical for Kunihiro school )
Blade length (nagasa ) : 70.0 cm
Width: 30.0 mm
Motoshige : 6.4 mm
Sakikasane : 4.8 mm
Blade weight : 640 g
Sori: 1.6 cm
Koshirae length: 100cm.
HORIKAWA KUNITAKE 堀川国武
Kunitake (国武) was a student of the famous Shinto sword maker, Horikawa Kunihiro (堀川国廣). Kunitake (国武) lived around the first half of the 17th century and he is said to be the youngest son of Sanjô Yoshinori (三條吉則. He is also known to have been the father of Izumo no Daijô Yoshitake. His works are few.
As stated, Kunitake (国武) was one of the many well-known students of Horikawa Kunihiro (堀川国廣). Kunitake (国武) is also known to have had a very close relationship with another of Kunihiro’s (国廣) students Dewa Daijo Kunimichi (出羽大掾国路). This fact is noted in Tanobe Sensei’s sayagaki. Because the works of Kunitake (国武) are so rare, little more is known about him. To get a better feeling for this smith, it would be best to study his teacher, Kunihiro (国廣).
Kunihiro (国廣) is considered by many to be the foremost master of all Shinto sword makers in terms of both his skill and the large number of excellent students who trained under him. In addition, he was one of the most prolific of smiths having produced swords from Tensho 4 (1576) up until the year before he died in Keicho 19 (1614) at the age of 84.
Kunihiro (国廣) demonstrates two different kinds of workmanship. The first is called his “Tensho-uchi” or “Koyu–uchi” which indicates the style of blades made during his Tensho days of wandering. The second is called “Keicho-uchi” or “Horikawa-uchi” which indicates the blades he made after settling down in the Horikawa section of Kyoto. The “Tensho-uchi” swords show definite traits of Sue-Soshu and Sue- Seki influences. The “Keicho-uchi” or “Horikawa-uchi” swords show strong orthodox Soshu traits of such smiths as Masamune, Sadamune, and Shizu Kaneuji.
The list of other important smiths who learned from Kunihiro (国廣) is long and impressive. Some of them were, Osumi-no-jo Masahiro (大隅掾正弘), Izumi-no-kami Kunisada (和泉守国貞), Dewa-daijo Kunimichi (出羽大掾国路), Echigo-no-kami Kunitomo (越後守国儔), Yamashiro-no-kami Kunikiyo (山城守国期よ清), and others.
Below are the general traits of the Horikawa School:
SUGATA: Tachi and katana are usually shinogi zukuri. Additionally, in wakizashi and tanto, hira–zukuri is most common. Iori mune is most frequent.
JITETSU: The jigane is of itame hada mixed with mokume hada. There is also often a trace of masame hada in the shinogi–ji. The jitetsu is almost always fairly hadadachi–gokoro showing the grain structure in a rather somewhat loose and coarse impression (zankuri–hada). This is an important kantei point for Kunihiro. However, there are some examples showing a compact texture sprinkled with fine nie forming a great amount of chikei.
HAMON: During the age of the so-called “Horikawa–uchi” period, Kunihiro went through a significant change in his workmanship style. Namely he developed his basic hamon of notare containing gunome consisting of deep nioi admirably sprinkled with ko-nie and embellished with sunagashi and ashi. In some blades there are mura–nie along the hamon. One of the characteristics common to all of his works is the inconsistent width of the hamon that suddenly starts widening and increasing in exuberance in the area above the monouchi. Another important point is the wide tempering executed at the yakidashi where the hamon starts.
BÔSHI: Concerning swords made at this time, their bôshi are midare–komi with an almost pointed tip embellished with hakkake or rather turbulent, almost deformed midare-komi. Also the kaeri is usually midare and there are some that are extremely yakisage (return going down the mune), becoming almost like mune–yaki.
NAKAGO: The most outstanding characteristic of the nakago is its length being longer than most others in general. As for the shape of the nakago, the ha side is thinned down in a shape somewhat like a boat, ending is a kurijiri shape after tapering at the tip. The yasurimei will be ôsujikai.
MEI:
HEIANJÔ JÛ FUJIWARA KUNITAKE 平安城住藤原国武
KUNITAKE 国武
FUJIWARA KUNITAKE 藤原国武

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Grignas, non mi sembra di aver detto dove fosse la lama in questo momento.

 

Come da buona prassi mi auguravo che fosse Grunf a dirci qualcosa su di lei e ci postasse il link dell'inserzione, sono certo che appena leggerà il tutto sarà sua cura integrarlo :arigatou:


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

a parte che una descrizione di un qualsiasi (intendo anche un tsuruta del caso) seller va sempre presa con le pinze, e non dovrebbe essere subito presa per buona, se non almeno potendone verificare (meglio direttamente) la fonte, se fosse vera una strettissima correlazione tra il kaji mishina e questo kunitake almeno il carattere kuni in questa sua variante grafica avrebbe una sua plausibile spiegazione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Grignas, non mi sembra di aver detto dove fosse la lama in questo momento.

 

Come da buona prassi mi auguravo che fosse Grunf a dirci qualcosa su di lei e ci postasse il link dell'inserzione, sono certo che appena leggerà il tutto sarà sua cura integrarlo :arigatou:

scusa Francesco ho associato te alla frase scritta da Getsu!!! Sorry!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...