Vai al contenuto
jinsoku

Coppia Kogai kozuka

Messaggi consigliati

Ciao a tutti, poco tempo fa ho acquistato - fortunosamente direi - questa coppia Kogai - Kozuka che vorrei mostrarvi un po' per orgoglio ma soprattutto per aver dei pareri sull'originalità, sul periodo e sulla scuola.

Dietro suggerimento di un membro del forum ho tolto l'ossido con una gomma per cancellare senza ulteriori interventi. Troppa paura di fare danni. Poi ho oliato leggermente.

La forma della lama mi pare inusuale rispetto a quelle che ho sempre visto, spero non sia una riproduzione.

Le foto non sono un granché ma riuscireste comunque a darmi qualche parere?

Grazie

DSC_2218.jpg

DSC_2278.jpg

DSC_2279.jpg

DSC_2280.jpg

DSC_2332.jpg

DSC_2334.jpg

DSC_2346.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ancora una foto.....

In rosso avevo cerchiato delle aree che sembrano evidenziare la struttura a strati del metallo.

Magari qualche foto più decente potrà fornire dettagli migliori

DSC_2282.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

i kogatana non sono quasi mai forgiati in modo complesso come le lame, gia' e' ottimo se sono temprati.

Considera che sono coltelli da servizio servivano per mangiare, aggiustarsi le scarpe e altre cose di tutti i giorni.

 

Di certo i daimyo ricevevano lame con kogatana di alto livello, ma credo che in questi casi sia piu' importante il kozuka, che spesso, come tutti i tosogu, sono fini opere di gioielleria.

 

Sul tuo in particolare non so dirti molto dalle foto, aspettiamo qualcun altro



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I kodogu sembrano autentici, la lama mi lascia un po' perplesso, non tanto per gli hi che ho visto in altre kogatana, ma più per la firma all'interno del hi. Sarebbe interessante testarla per vedere se ha hamon

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sembrano buoni anche a me.

A me sembra buona anche la lama, ma per nessuno dei motivi addotti.

Mi sembra buona perché ho un coltellino di alpini. Sapete i classici tipo svizzero.

La lama è stata affilata talmente tante volte che ha assunto una forma analoga a quella di questo kozuka.

Ma chi diavolo si sarebbe messo a fare un lavoro così certosino su un pezzo di ferro?!?

 

😂😂😂


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io nutro delle perplessità riguardo alla lama ma, purtroppo, non ho le conoscenze adeguate per formulare un'ipotesi sull'origine/originalità. Facendo coltelli, però, posso dire che la lama è temprata e addirittura stratificata. Quindi forgiata alla stessa stregua di una lama più grande.

Purtroppo lo hamon non è visibile per le condizioni in cui si trova attualmente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Walter intendi eventualmente da sostituire a quella montata?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ad ogni modo, vediamo se riesco ad avere qualche notizia in più sui pezzi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

nessuno ha una traccia che mi consenta di fare qualche ricerca?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beh, almeno mi direste dove o come posso trovare dei riferimenti? In rete non trovo molto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda i kodogu di questo tipo ci sono veramente poche informazioni, perlomeno in inglese, e vista la qualità "nella media" dei tuoi kodogu credo sarebbe difficile già ridurre la ricerca ad una scuola.
Sicuramente si tratta di pezzi del periodo Edo, ma di più non so aiutarti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sapreste dire il metodo per separare la lama dal kozuka, senza fare danni?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

solitamente sono fissate ad incastro, a volte con l'aggiunta di pece per il fissaggio, prova a scaldare la kozuka con un phon o meglio una pistola termica, poi tira per separarli

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Manuel, è già qualcosa. Chiedevo della scuola perché mi hanno ipotizzato, come mi hai indicato - ma tramite foto e non dopo analisi dal vivo - la scuola GOTO, tardo Edo.

Dovrei far stimare la coppia per capirne qualcosa in più, però forse non ve vale la pena.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa, intanto mi hai risposto all'altra domanda. Ovviamente mi riferivo all'altra indicazione che mi hai dato.

Sicuro non faccio danni con la pistola termica?

Sono troppo curioso di vedere la lama nuda

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante