Jump to content
Leonardo Piccagliani

Ken con scritte cinesi e firma

Recommended Posts

20190405_181818.jpg20190405_182209.jpg20190405_181958.jpg20190405_182045.jpg20190409_104322.jpg20190409_104338.jpg20190409_174636.jpg20190409_174650.jpgLe scritte in ideogrammi cinesi sulla lama significano , rispettivamente da un lato e dall'altro :

 

1) L'energia Yang che è stata emanata può penetrare anche il metallo e la roccia

 

2) Cosa non può essere portato a termine quando si è presa una decisione

 

 

Anche nel Nakago sono presenti scritte su entrambi i lati e probabilmente la firma. Sono in attesa di una traduzione.

 

Allego indicativamente alcune foto

 

Qualcuno conosce questa tipologia ??

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto benvenuto e sarebbe carino avere una tua presentazione nell'apposita sezione

Sul lato omote leggo
荘司筑前大慶直胤作 Sōji Chikuzen Taikei Naotane saku
文政十三年八月吉日 Bunsei 13 (1830), ottavo mese un giorno fortunato

Per il lato ura mi sembra

七十九翁中村弘毅教出 79 anni professor Nakamura Hiroki (?)
為島田周忠 Su richiesta di Shimada Shutada o Shuchu (?)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Intanto benvenuto e sarebbe carino avere una tua presentazione nell'apposita sezione

 

Sul lato omote leggo

荘司筑前大慶直胤作 Sōji Chikuzen Taikei Naotane saku

文政十三年八月吉日 Bunsei 13 (1830), ottavo mese un giorno fortunato

 

Per il lato ura mi sembra

七十九翁中村弘毅教出 79 anni professor Nakamura Hiroki (?)
為島田周忠 Su richiesta di Shimada Shutada o Shuchu (?)

 

Non è Taikei, è Daijo NaoTane Saku.

Comunque la mei non mi convince :confused:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Generalmente, oggetti come questi sono una produzione per turisti occidentali, presenti un po’ ovunque nell'ultimo paio di secoli.

Ma la cura nei dettagli nelle incisioni delle decorazioni della saya e la nettezza delle incisioni sullalama e sul nakago mi fanno pensare che siamo di fronte ad un oggetto affatto dozzinale, che forse merita più attenzione.

Anche il sugata, che ricorda vagamente uno yari, fa pensare a qualcosa creata con una convinzione diversa dall'oggetto pensato come semplice souvenir.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è Taikei, è Daijo NaoTane Saku.

Comunque la mei non mi convince :confused:

ah si hai ragione, l'ho passato veloce pensando fosse Taikei.

 

io penso che la mei ci potrebbe stare, ma ovviamente solo la lama può togliere ogni dubbio

Share this post


Link to post
Share on other sites

mei a parte, che lascerei stare, mi concentrerei di più su ciò che si vede sulla lama che non mi da idea di essere forgiata e temprata, mentre il kissaki ha una geometria che mi suona come minimo inusuale.

 

certo però lama alla mano magari sbaglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si tratta di un sankozuka-ken (三鈷柄剣) votivo, sia per quanto riporta inscritto che soprattutto per la sua forma.

 

Spesso stilizzato con l'elsa vajra, che simbolizza le proprietà del diamante - indistruttibilità- e del fulmine - forza irresistibile-, negli horimono di lame, e utilizzato dalla mano destra di Fudō myō-ō

 

6590b.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringrazio tutti per le cortesi risposte e mi scuso se non ho gestito correttamente il forum, ma non ho nessuna esperienza in merito ed è il primo forum a cui partecipo.

Molti termini usati mi sono completamente sconosciuti e di difficile interpretazione . Finora quello delle lame giapponesi era un mondo a me completamente sconosciuto, ma, trovandolo affascinante, spero, nonostante l'età, di apprendere un minimo di nozioni che mi permettano di capire meglio di osa si tratta.

Grazie ancora

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie dei post. Si la lama è mia, fa parte di un gruppo di spade ereditate da mio padre che era un collezionista, ma prevalentemente di spade italiane del 600 e 700. Venne da lui acquistata più di 40 anni fa, insieme ad altre 3 spade giapponesi ed 1 vietnamita ( una doppia spada) in un'asta a scopo benefico.... in quest'asta vennero venduti tutti gli oggetti che un vecchio missionario di ritorno dall'oriente , aveva portato con se in italia. In quest'asta vennero venduti anche alcuni bronzi che poi si rivelarono molto importanti.....ne parlò anche la stampa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le montature delle lame giapponesi ( sono wakizashi per la precisione ) sembrano di buona qualità, hai foto delle lame all'interno?

Share this post


Link to post
Share on other sites

... direi che ringraziamo te per questa condivisione, tuo padre per la passion tagliente e, a questo punto, non resta che darti il benvenuto su questo forum.

 

La fattezza delle lame, sebben ancora risposte nel loro fodero (saya), lascian presagire belle sorprese (.. chissà cosa uscirà fuori ..)

Ben arrivato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...