Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Un ultima cosa,in merito alla lama non firmata, avevo chiesto se fosse possibile che qualcuna pur essendo originale dell'epoca non fosse firmata sul codolo, può succedere?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un ultima cosa,in merito alla lama non firmata, avevo chiesto se fosse possibile che qualcuna pur essendo originale dell'epoca non fosse firmata sul codolo, può succedere?

Si è possibile, solitamente però sono una barra di acciaio forgiato a macchina e temprato in olio, quindi non hanno alcun valore artistico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le lame non firmate hanno meno valore di mercato.

Posso essere pezzi di valore o meno, a seconda della qualità del prodotto.

Hanno un unico vero vantaggio.

...non sono falsi.

 

Il senso di una firma sul codolo della lama (nakago) è un po’ diverso da quello di un quadro di autore odierno.

Va più considerato come il prodotto di una bottega d'arte rinascimentale e spesso individua il periodo, il luogo e l'officina in cui è stata prodotta, certificando il valore riconosciuto dal responsabile, all'oggetto prodotto talora da più mani.

Talora più generazioni di artigiani hanno mantenuto la stessa firma, quasi a volerne fare un marchio registrato. Qualcosa che identificasse una scuola, più che un singolo individuo. I Giapponesi del passato (ma la tendenza è tutt'oggi presente) tendono a considerarsi più gruppo e famiglia che individui, anche da un punto di vista professionale.

Ha presente i capi d'alta moda unici firmati Valentino o Armani...?!?


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sul fatto, lama non firmata, preferisco di gran lunga una lama non firmata, mumei, che una con firma dubbia, attribuzioni strane, o una firma fatta male, ci sono lame mumei bellissime, basti pensare al piu' grande forgiatore che piu' delle volte su i suoi capolavori, non firmava.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sul fatto, lama non firmata, preferisco di gran lunga una lama non firmata, mumei, che una con firma dubbia, attribuzioni strane, o una firma fatta male, ci sono lame mumei bellissime, basti pensare al piu' grande forgiatore che piu' delle volte su i suoi capolavori, non firmava.

In realtà dipende sempre dalla lama, per questo nei kantei si studiano le lame senza vedere la firma, perchè la firma è l'ultima cosa da studiare.

Nel caso di questa lama specifica non ho visto la lama ma dal nakago posso immaginare che la lama abbia valore artistico pari a zero

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@@Manuel :ok: (anche una dubbia attribuzione o una gimei talvolta si porta una bella lama.. non basta essere mumei.)


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mumei…. ci sono lame mumei bellissime, basti pensare al piu' grande forgiatore che piu' delle volte su i suoi capolavori, non firmava.

 

... su questo un tal Adrian Schlemmer, della Nikon Token Kai ci studia da tempo.

 

In una delle sue ricerche riporta..

 

La maggior parte delle spade suriage sono di qualità migliore delle spade con Mei 銘.

Una delle superbe spade di Masamune, Jo Izumino Kami Shoji Masamune 城和泉守所持正宗 è mumei e suriage, ma dalla sua forma si può dire che potrebbe essere un ubu tachi della prima era di Kamakura, con il Mei rimosso " >>

(in una delle prossime vite indagherò.. promesso.)


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti, eccomi di nuovo a chiedere il vostro aiuto, ho appena recuperato altre due Shin gunto . ..la n. 6 è firmata, qualcuno mi potrebbe tradurre i simboli? Grazie infinite,la n.7 invece non riporta firme....

2019-05-25 20.16.44.png

2019-05-25 20.18.27.png

2019-05-25 20.25.19.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La firma è "Ichiryushi saku", una delle firme di Ichihara Nagamitsu forgiatore della 2a guerra mondiale che lavorava ad Okayama in stile Bizen, abbastanza quotato
Qui una serie delle sue firme, la "i" e la "u" sono simili alla tua https://www.japaneseswordindex.com/naga.htm

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie infinite, quindi da quello che ho letto mi sembra di capire che sia la più importante che possiedo?

sembra il più noto tra quelle che ci hai mostrato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti, eccomi ancora qui a chiedere consiglio a chi ne sa ...la katana n.7,come dicevo non presenta firme, la montatura è una cozzaglia di elementi:il fodero di una Kai, tzuka di un tipo,tzuba di un altro modello,ecc..ecc..ma volevo porre la vostra attenzione sulla lama,io sono ancora totalmente inesperto, ma qualcuno di voi saprebbe dirmi cosa potrebbe essere? ?grazie infinite! !

2019-09-08 00.01.25.png

2019-09-07 23.58.21.png

2019-10-11 15.23.57.png

2019-10-11 15.23.19.png

2019-10-11 15.25.01.png

2019-10-11 15.24.32.png

2019-10-11 15.25.58.png

2019-10-11 15.25.29.png

2019-10-11 15.26.56.png

2019-10-11 15.26.25.png

2019-10-11 15.28.04.png

2019-10-11 15.27.33.png

2019-10-11 15.29.10.png

2019-10-11 15.28.37.png

2019-10-11 15.29.42.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...