Vai al contenuto
betadine

PP (meglio non specificare)

Messaggi consigliati

e visto che stavano a Palermo… miiiinchia.

 

 

La base del terrapiattismo è l’osservazione personale

 

i satelliti non esistono e che la copertura satellitare in realtà è ottenuta mediante antenne – visibili e nascoste... .

Quelli che ordiscono questo complotto sono abbastanza furbi e dove ci sono le montagne mettono le antenne sulle montagne, ma dove non ci sono le montagne piazzano antenne altissime dentro i grattacieli”.

 

Dalle antenne si passa poi alle eclissi .. “la Nasa le prevede perché usa uno strumento che si chiama astrolabio che ha ereditato da poteri antichi, forse dai fenici” .. e loro “hanno avuto 500 anni per creare il modello eliocentrico e per dimostrarlo con la Nasa e con il Cern, mentre noi è solo 5 anni che studiamo e per giunta siamo persone fuori dall’establishment scientifico”.

 

SI dice che prima degli esseri umani il mondo fosse popolato da giganti...foto di megaliti (come quello di Baalbek), grandi costruzioni come le piramidi e i templi egizi di Karnat o quelli della valle dei templi (“pseudo-templi”).

L’idea è che siano tutte opere di questi giganti che abitavano il mondo prima di noi e che si sono estinti per una catastrofe imprecisata.

….. “Ma se i giganti sono esistiti davvero devono aver abitato case giganti”, alcuni degli edifici giganteschi che hanno lasciato sono stati riadattati per gli esseri umani, come praticamente tutte le cattedrali compreso il Duomo di Milano.

La prova sta nel fatto che queste chiese hanno delle porte molto alte e grandi. Porte giganti, appunto.

 

… per chi volesse approfondire e sprofondare ulteriormente, qua l’articolo completo: https://www.wired.it/scienza/lab/2019/05/13/raduno-terrapiattisti-palermo-cosa-abbiamo-visto/


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lasciano senza parole. In merito all'argomento, un mio amico ha scritto:

 

"Il problema dei terrapiattisti è che non sono abbastanza intelligenti da comprendere le prove che già abbiamo ma pensano di essere così intelligenti da produrre nuove prove.

Questo vale in generale per chi segue i santoni: non sono in grado di fare x, ma vogliono fare una cosa esponenzialmente più difficile, senza nemmeno rendersi conto della difficoltà dell'impresa.

Se uno mi dice che vuole fare una cosa difficilissima e non ha fatto almeno quella facile prima, non lo riesco a prendere seriamente."

La sintesi perfetta

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

,, ma potrebbe che per caso,, .. così dissero Alexander e Benjamin, quando uno fulminato dovette prender un antibiotico dell'altro.))


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

e visto che stavano a Palermo… miiiinchia.

 

 

La base del terrapiattismo è l’osservazione personale

 

i satelliti non esistono e che la copertura satellitare in realtà è ottenuta mediante antenne – visibili e nascoste... .

Quelli che ordiscono questo complotto sono abbastanza furbi e dove ci sono le montagne mettono le antenne sulle montagne, ma dove non ci sono le montagne piazzano antenne altissime dentro i grattacieli”.

 

Dalle antenne si passa poi alle eclissi .. “la Nasa le prevede perché usa uno strumento che si chiama astrolabio che ha ereditato da poteri antichi, forse dai fenici” .. e loro “hanno avuto 500 anni per creare il modello eliocentrico e per dimostrarlo con la Nasa e con il Cern, mentre noi è solo 5 anni che studiamo e per giunta siamo persone fuori dall’establishment scientifico”.

 

SI dice che prima degli esseri umani il mondo fosse popolato da giganti...foto di megaliti (come quello di Baalbek), grandi costruzioni come le piramidi e i templi egizi di Karnat o quelli della valle dei templi (“pseudo-templi”).

L’idea è che siano tutte opere di questi giganti che abitavano il mondo prima di noi e che si sono estinti per una catastrofe imprecisata.

….. “Ma se i giganti sono esistiti davvero devono aver abitato case giganti”, alcuni degli edifici giganteschi che hanno lasciato sono stati riadattati per gli esseri umani, come praticamente tutte le cattedrali compreso il Duomo di Milano.

La prova sta nel fatto che queste chiese hanno delle porte molto alte e grandi. Porte giganti, appunto.

 

… per chi volesse approfondire e sprofondare ulteriormente, qua l’articolo completo: https://www.wired.it/scienza/lab/2019/05/13/raduno-terrapiattisti-palermo-cosa-abbiamo-visto/

una antica organizzazione usò paralogismi e argomenti circolari, cosi sopravvisse a regnanti, imperatori e barbari, facendo miliardi di proseliti e governando ancor oggi. Enunciò "Dio esiste perché lo dice la Bibbia. Come fai a sapere che quanto dice la Bibbia è vero? La Bibbia è la parola di Dio" defini questo fede. Gli esempi da te riportati probabilmente sono sofismi, ideati ed argomentati da qualche mente manipolatrice di molte altre menti poco accorte

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

.. se non erro, proprio ieri in quel di Milan si teneva un bel simposio.))


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti, una delle mie protette ha tenuto una interessante relazione in questa occasione.

Mi fa molto piacere che anche da noi si cominci a ragionare in termini multidisciplinari.

Qualche annetto fa, quando il lavoro oggi svolto dai grandi alberghi era demandato alle abbazie, questo modo di ragionare era la norma.

Poi ci siamo dimenticati che le scienze, in fondo, studiano tutte il lavoro di un unico Grande Architetto.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... a proposito di architettura .. due giovani e diligenti ingegneri di Napoli modificando "un semplice" algoritmo miglioreranno la diagnostica.

Complimenti a Michela D’Antò e Federica Caracò.

 

Certo, si parla di "fisico"... mentre, in generale, per "l'essere" servirebbe un bel ripasso di storia.

 

 

Per il resto, un nulla di fatto .. un antipodo: dove la presenza nell'assenza diviene (sempre più spesso, sic) assenza nella presenza.

res ita est

 

Katsushika Hokusai_The Suspension Bridge .jpg

1830


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh, non ci crederai.

Tempo fa, quando ancora mi dilettavo nel risolvere problemi veri, mi trovai nella necessità di risolvere una complessa equazione differenziale, per descrivere il modo in cui del benzene deuterato diffondeva in un cilindretto di teflon.

Non sto a tediare i nostri lettori sul perché e il per come, basti sapere che era necessario per utilizzare uno spettrometro di massa che misurava l'inquinamento delle marmitte catalitiche della benzina verde.

L'unica persona in Italia con cui ho potuto discutere sulla modalità di risoluzione (una complicata combinazione non lineare di funzioni di Bessel) fu proprio un ingegnere del Politecnico di Napoli.

Grande scuola e grandi cervelli.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

. . . delle armoniche cilindriche . . .

in un certo senso "un complesso in sospensione" (nella sua stabilità) ... come nella stampa di C6H6 .. ops, di Hokusai. (così disse il Grignard.))


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante