Vai al contenuto

Welcome to INTK Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!
Foto

SEGNALAZIONI - "Tecniche di Kantei - Analisi del Sugata"


  • Per cortesia connettiti per rispondere
85 risposte a questa discussione

#73
shimitsu masatsune

shimitsu masatsune

    正恒 肥前 Kage-Musha

  • Membri
  • 3654 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • per indole tendo al vagabondaggio... no kuni jū
Faccio i miei più sentiti complimenti a Paolo per questa sua pubblicazione. :arigatou:
La vittoria è di colui,
ancor prima del confronto,
che non pensa a sè
e dimora nel non-pensiero della grande origine.

#74
Paolo Placidi

Paolo Placidi
  • Membri
  • 5167 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Verona no kuni jū

Ringrazio nuovamente Paolo ...................
Un saluto a tutti.
Andrea


Con grandissimo ritardo, e me ne scuso, ringrazio Andrea per le sue parole. :arigatou:

#75
Paolo Placidi

Paolo Placidi
  • Membri
  • 5167 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Verona no kuni jū

Faccio i miei più sentiti complimenti a Paolo per questa sua pubblicazione. :arigatou:


Ciao Paolo,

è con grandissimo piacere che ti rivedo presente nel Forum.
Naturalmente ti ringrazio per i complimenti che da te mi giungono particolarmente graditi. :arigatou:

#76
Alberto

Alberto
  • Membri
  • 599 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Lago di Garda no kuni jū
Caro Paolo,
dopo aver letto il tuo libro alcune volte e cercato di memorizzarlo, vorrei porti se possibile una domanda. Lo faccio qui sul forum perchè credo che possa interessare anche qualche altra persona che come me stà solo iniziando il suo studio in questo settore ed è quindi priva di esperienza :ciuccio:.

Una delle tante cose che mi ha fatto piacere del tuo libro, è che hai "schematizzato", "inquadrato" per ogni tipologia di lama (yari e naginata a parte ovviamente) il mutamento di tutte le sue caratteristiche in ogni settore temporale della sua evoluzione, elencando bene e sopratutto chiaramente i cambiamenti subiti.
Tra gli elementi che evidenziano l'evoluzione di ogni tipologia di lama, la caratteristica principale (e quella che dà il titolo al libro :gocciolone:) è logicamente il sugata.
Il sugata però è uno degli aspetti che credo difficilmente possa essere definito in canoni oggettivi, al contrario di altre caratteristiche quali ad esempio kasane, mihaba, shinogi, shinogiji... che possono tranquillamente essere indicati come oggettivi, a me (e forse solo a me :gocciolone:) riesce difficile differenziare mentalmente le diverse tipologie di sugata.

Tu indichi come tipi possibili di sugata i seguenti:
- Affusolato ( = funbari elevato)
- Leggermente affusolato ( = funbari lieve)
- Elegante
- Imponente / Potente
- Rustico / Rozzo
- Slanciato
Vorrei chiederti per favore se ti fosse possibile spiegare meglio ad un testone come me, quali sono le differenze tra i vari tipi (il massimo sarebbe avere anche degli esempi visivi)
Ad esempio, da cosa distinguo una lama "Elegante" da una "Slanciata"? Una "Potente" da una "Rozza"?

Grazie 1000 :arigatou:

Messaggio modificato da Alberto, 19 ottobre 2009 - 15:25

Alberto

"Prega affinchè l'altro non sfoderi, ma alla fine, se non fosse possibile evitarlo, mettilo a morte con un colpo solo, e prega perchè riposi in pace"
"la verità, niente di più sovversivo"

Sempre sia lodata la funzione "CERCA"

#77
Paolo Placidi

Paolo Placidi
  • Membri
  • 5167 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Verona no kuni jū
Ciao Alberto,
Indubbiamente gli aggettivi “slanciato”, “elegante”, “imponente”,...... coinvolgono molto la soggettività del giudizio ma, in ogni caso, fino ad un certo punto.
Premesso che in ogni epoca possiamo ritrovare contemporaneamente tutti i diversi tipi di Sugata, in dipendenza dallo stile seguito dalle diverse scuole operanti nel periodo, o da quello utilizzato dai singoli forgiatori o dalle varie e personali richieste dei committenti, di seguito qualche spiegazione e qualche esempio.

Sugata “affusolato” ("tapering" Sugata in inglese) indica che è notevole la differenza di larghezza (sempre in termini relativi) tra la parte bassa della lama (il Moto haba) e la parte alta della stessa (il Saki haba). Tale larghezza passa, ad esempio da 2,80 cm a 1,60 cm in un Tachi di Kagehide (medio Kamakura) oppure da 2,90 cm a 1,60 cm in un Tachi di Kanemitsu (Nanbokuchō) oppure da 3,10 cm a 2,0 cm in una Katana di Musashi Daijō Korekazu (primo Edo).

Sugata “elegante” ("gentle" // "elegant" Sugata) e Sugata “slanciato” ("slender" Sugata) sono due aggettivi molte volte abbinati.
E' un Sugata che ritroviamo, ad esempio, nei Tachi del primo Kamakura (Enjū Kunisuke, Masatsune, Sadazane, Norimune,.......) ma anche in alcune Katana del primo Edo (Koretsugu della scuola Fukuoka Ishidō, Yamashiro no Kami Kunikiyo della scuola Horikawa......) così come anche in alcuni lavori del tardo Edo (Kai no Kami Masashige della scuola Masahide).
Per esemplificazione, di seguito l'immagine di due Tachi rispettivamente di Enjū Kunisuke e di Sadazane.

File Allegati  out slender 1.jpeg   277,62KB   1 Numero di downloads

File Allegati  out slender 2.jpeg   473,48KB   1 Numero di downloads


Nel Tardo Kamakura, nel Nanbokuchō e nel primo Muromachi si ritrovano Tachi “slanciati” ma un po' meno “eleganti” (questione di gusti ....) quali quelli prodotti da Sanji Kunitoshi, Kuniyuki, Naganori, Kanemitsu, Kanetomo sandai, .......

Un Sugata “rustico-rozzo” ("rustic" // "rough" // "rugged" Sugata), dove l'aggettivo “rozzo” è sicuramente troppo “forte” ma non mi è venuto in mente nulla di meglio, caratterizza invece diverse Katana realizzate nello stile Shintō Tokuden nei periodi Edo (verso la fine) e tardo Edo.
A tale proposito vedere i lavori di Ippō nidai, Munehiro, Norikatsu, ......

Infine, un Sugata “imponente-potente” ("grand" // "stout" // "powerfull" // "dynamic" Sugata), accompagnato da Mihaba “largo” e Chū kissaki “lungo”, lo ritroviamo, ad esempio, in alcuni Tachi del medio-tardo Kamakura e del Nanbokuchō (Chikakage, scuola Chū Aoe....), in alcune Katana del tardo Muromachi (Masazane, ....), così come in qualche Katana del primo o tardo Edo (Hankei, Korekazu, ........)
Per esemplificazione, di seguito l'immagine di un Tachi della scuola Chū Aoe.

File Allegati  out stout.jpeg   293,57KB   0 Numero di downloads

#78
Alberto

Alberto
  • Membri
  • 599 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Lago di Garda no kuni jū
Grazie 1000 Paolo Immagine inserita credo di aver capito un po' di più.
Sicuramente all'incontro di novembre, vedendo anche delle lame dal vivo, comprendere credo che sarà un po' più semplice.

Grazie
Immagine inserita
Alberto

"Prega affinchè l'altro non sfoderi, ma alla fine, se non fosse possibile evitarlo, mettilo a morte con un colpo solo, e prega perchè riposi in pace"
"la verità, niente di più sovversivo"

Sempre sia lodata la funzione "CERCA"

#79
emtolor

emtolor

    商人と著者

  • Membri
  • 495 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Firenze no kuni jū
Ho appena terminato una prima lettura del testo in questione. Coinciso, pulito nel testo e chiaro nell' esemplificazione/esplicazione. Finalmente un testo gestibile da un principiante ed al contempo di riferimento per un esperto. Paolo Placidi riesce ad introdurre un argomento complesso come il kantei, attraverso l' analisi della sugata, guidando il lettore dai primi passi fino all' approfondimento tecnico professionale, per una totale e chiara comprensione della materia, in un manuale di 92 pagine dal peso di un' enciclopedia. Finalmente, la bibliografia italiana per lo studio della nihonto ha un volume di avvicinamento alla materia, fruibile dai neofiti e riferimento per gli addetti ai lavori nei più complessi kantei. Sicuramente da consigliare a chiunque si avvcini con impegno al mondo delle lame giapponesi. Grazie Paolo.

Emiliano.

"La maggior parte della gente era matta. E la parte che non era matta era arrabbiata. E la parte che non era né matta né arrabbiata era semplicemente stupida."

"Non mi fido molto delle statistiche. Perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media!"

"La gente è strana: si infastidisce sempre per cose banali, e poi dei problemi gravi come il totale spreco della propria esistenza, sembra accorgersene a stento."


#80
Paolo Placidi

Paolo Placidi
  • Membri
  • 5167 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Verona no kuni jū
Grazie a te Emiliano ! :siamoamici:

#81
Diego Guarini

Diego Guarini
  • Membri
  • 259 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • brindisi no kuni jū
L'ho ordinato ma deve ancora arrivare.:sumo::hehe:

#82
Diego Guarini

Diego Guarini
  • Membri
  • 259 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • brindisi no kuni jū
Libro bellissimo anche se ancora non ci capisco niente!:rouletterussa:

#83
Giombo

Giombo
  • Membri
  • 51 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • MILANO no kuni jū
grazie PAOLO , mi metto in fila per una copia con dedica
ciao GIOMBOImmagine inserita

#84
betadine

betadine
  • Socio INTK
  • 1718 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Marte no kuni jū

Sperando che Mauri non si arrabbi più di tanto (per la riesumazione di un vecchio vecchio post)..

Volevo ringraziare Paolo Placidi per il compendio dedicato al sugata di una lama (e molto altro) ..

Essenziale con molti spunti per approfondire e determinato nelle sue descrizioni.

 

Son contento di aver trovato una copia ancora in circolazione.

 

sembro un bambino a cui hanno appena dato un bel dolce.

Grazie e buon tutto, Paolo


Sii immobile come una montagna ...
E non trattare le cose importanti troppo seriamente.

#85
G.Luca Venier

G.Luca Venier
  • Socio INTK
  • 2660 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • PN - FI - LU no kuni jū

Sperando che Mauri non si arrabbi più di tanto (per la riesumazione di un vecchio vecchio post)..
Volevo ringraziare Paolo Placidi per il compendio dedicato al sugata di una lama (e molto altro) ..
Essenziale con molti spunti per approfondire e determinato nelle sue descrizioni.
 
Son contento di aver trovato una copia ancora in circolazione.
 
sembro un bambino a cui hanno appena dato un bel dolce.
Grazie e buon tutto, Paolo


Hai fatto bene a procurartelo, è un libro molto utile.

#86
Enrico Ferrarese

Enrico Ferrarese

    Dash Kappei

  • Socio INTK
  • 2098 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Venezia no kuni jū
il mio secondo di sempre. ma avrei dovuto prenderlo dopo. E' un libro che richiede comunque un minimo di basi




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users