Vai al contenuto

Welcome to INTK Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!
Foto

Ninjutsu


  • Per cortesia connettiti per rispondere
86 risposte a questa discussione

#19
mirco1981

mirco1981
  • Membri
  • 38 messaggi
...devo ammettere che questa discussione mi piace... nessuno vuole convincere nessuno, ma viene creato un sano confronto dal quale tutti possono prendere qualcosa di buono...
è piacevole discutere con persone come voi...

Chiaramente ogni persona ha le sue idee e filosofiele, le mie sono di parte in quanto pratico il ninjutsu, e mi piace... lo studio per capirne l'essenza e come si è sviluppato nei secoli... per me rappresenta una buona via per comprendere che siamo tutti parte di qualcosa di più grande, ma sono consapevole che questo è il vestito che io mi sento meglio adosso... per qualcun altro potrebbe preferire il karate o il kung fu, o lo studio della calligrafia, o suonare il piano... qualsiasi cosa fatto con l'anima porta ad un perfezionamento che esula dalla pratica... sono sicuro che riuscite a capire perfettamente cosa intendo...

#20
Kurijime

Kurijime

    appena arrivato

  • Membri
  • 8 messaggi
  • Roma no kuni jū
bhè... io ho scritto solo per spiegare le caratteristiche, a grosse linee, del ninja.
Se sia esistito o no, non è un problema rilevante per chi lo studia o lo pratica.
Comunque il ninjutsu è esistito, dei ninja non si hanno ''prove'' ma io sono sicuro che siano esistiti, anche per l'indispensabilità dello spionaggio in quei tempi.
Per mirko1981: dove pratichi ninjutsu? Sei di Roma?
"La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione"
Seneca

#21
mirco1981

mirco1981
  • Membri
  • 38 messaggi

bhè... io ho scritto solo per spiegare le caratteristiche, a grosse linee, del ninja.
Se sia esistito o no, non è un problema rilevante per chi lo studia o lo pratica.
Comunque il ninjutsu è esistito, dei ninja non si hanno ''prove'' ma io sono sicuro che siano esistiti, anche per l'indispensabilità dello spionaggio in quei tempi.
Per mirko1981: dove pratichi ninjutsu? Sei di Roma?



...io abito in provincia di verona, e pratico in un dojo qui vicino... la scuola si chiama kagashi ryu

#22
Sho dan

Sho dan
  • Membri
  • 173 messaggi
  • kaze no dojo no kuni jū
:hiya: hei io sono anni che cerco corsi di ninjutsu tra Reggio Emilia e Modena, qualcuno che pratica sa dirmi se conosce scuole di questa arte in zona.

Grazie Cmq :arigatou:

:mucca:

#23
mirco1981

mirco1981
  • Membri
  • 38 messaggi

:hiya: hei io sono anni che cerco corsi di ninjutsu tra Reggio Emilia e Modena, qualcuno che pratica sa dirmi se conosce scuole di questa arte in zona.

Grazie Cmq :arigatou:

:mucca:


http://www.bujinkanitalia.com/

http://www.genbukan......tBy=sort,name

questi sono i link ai dojo delle due maggiori federazioni per il ninjutsu... esistono realtà non federative che lavorano in linea con i programmi delle antiche scuole, ma non sono a conoscenza di una lista completa su tali scuole, alcune le conosco di persona tipo la nostra (kagashi ryu) o una a ferrara (kuro kumo ryu)...

#24
Cagli0str0

Cagli0str0
  • Membri
  • 625 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Mantova no kuni jū
hehehe io andavo a milano da enzo rossi :P
Andrea

www.taai.it
www.iwamaryu.it
www.aikidogarda.it
www.takemusuaikidokyokai.org

#25
AlSaker

AlSaker
  • Membri
  • 69 messaggi
  • Palermo no kuni jū

...si chiamano metsubishi, e non sono altro che un contenitore nel quale inserire sostanze utili per accecare l'avversario... venivano usate uova svuotate e riempite con sostanze come la polvere di peperoncino essiccato, mischiata con farina... poteva essere lanciata direttamente al viso, o sul pavimento di una stanza... la farina sollevava la polvere di peperoncino, e il resto è facile da immaginare... questo è uno dei segreti per essere invisibili... fare in modo che il tuo avversario non ti possa vedere... non c'è nulla di mistico o magico, solo strategia...



ti devo correggere...i metsubushi sono solo quelle punte che seminate a terra bucavano le suole ed i piedi degli inseguitori....
le nage-teppo (le uova) sono delle bombette.....fumogene per il giorno e luminose per la notte....
fumo dietro il quale dileguarsi(giorno) perdita della visione notturna del nemico (per la notte)
il mistico o magico era solo una "maschera" per il nemico per indurre timore....e sfruttare le sue paure...

tutto ciò che è stato il ninjutsu...ed è....viene attualmente usato(migliorato) dai servizi segreti mondiali...
ed è un dato di fatto.....

#26
Boku no Ratsuto

Boku no Ratsuto

    appena arrivato

  • Membri
  • 1 messaggi

hehehe io andavo a milano da enzo rossi :P




Davvero andavi da enzo?
io sono un allievo di uno dei allievi di Enzo.
Caspita com è piccolo il mondo.

^^

#27
kazaki

kazaki
  • Membri
  • 70 messaggi
  • Torino no kuni jū
Come avrete notato scrivo moltoo poco su questo forum , ma lo leggo abbastanza :)

Sono sempre stato interessato al periodo feudale Giapponese , e leggendo e cercando informazioni mi sono interessato molto alla figura in se' del ninja , ho cercato testi , informazioni qualunque cosa che potesse colmare il mio interesse , ma e stata una ricerca totalmente " vuota " e senza sbocchi ; a parte accenni alla figura femminile che fra l'altro riporta anche wikipedia .La cosa certa e che con tutta probabilita' non erano come immaginavamo noi , per lo piu erano assassini e sicari comuni , puo darsi ( e appunto non c'e nessuno testo che lo provi) che i migliori assassini siano stati riuniti in Clan o una sorta di Setta alla corte del miglior offerente ( per attuare spionaggio ) , ma appunto essendo tutto tenuto volutamente segreto e ristretto a pochi , nessuno sia stato in grado di fare e fornire testi o documenti certi ai posteri.Avevo letto ma non ricordo dove , una teoria alquanto singolare , sul dolce sesso femminile , nello specifico la figura della Geisha , secondo questa teoria , molte si erano rivoltate all'idea del dover per forza " servire " , appunto diventando l'opposto di quello che avrebbero dovuto rappresentare cioe il " piacere " , riunendosi e diventando sicari veloci efficaci e difficilmente riconoscibili..., ricordando che il Ninjutsu e l'arte che sfrutta la forza altrui , diventanto un ottima arma anche per chi non ha una mole fisica notevole.

Lo so non ho raccontato niente di nuovo , e piu che altro sono teorie strampalate lette su internet o in biblioteca su testi che danno il ragionevole dubbio o scritti solo per attirare il curioso , ma insomma qualche volta devo pur partecipare ...
MIGI TE NI KATANA GA
HIDARI TE NI HON GA

(Nella mano destra la spada nella sinistra il libro)

#28
sandro

sandro
  • Membri
  • 3068 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Tōkyō-to, Suginami-ku no kuni jū

...ricordando che il Ninjutsu e l'arte che sfrutta la forza altrui , diventanto un ottima arma anche per chi non ha una mole fisica notevole.


Se non sbaglio questa è una definizione che si avvicina più al concetto del Jujitsu e dell' Aikido :arigatou:

#29
Funboy

Funboy

    Fudo Myoo

  • Membri
  • 893 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Tokoyo no kuni no kuni jū

Se non sbaglio questa è una definizione che si avvicina più al concetto del Jujitsu e dell' Aikido :arigatou:



In effetti il Ninjutsu, sempre che sia esistito nella forma in cui noi lo conosciamo e io ho i miei dubbi in effetti, è un insieme di varie arti marziali "base" diciamo a cui si affiancavano poi diverse conoscenze di tipo scientifico come chimica, idraulica,ecc al fine di rendere completo l'uomo che a tutte le situazioni si doveva adattare.
Le parole possono ferire, il silenzio può guarire. Sapere quando è opportuno parlare e quando invece tacere è compito dei saggi.
La conoscenza può ostacolare, l'ignoranza liberare. Sapere quando è opportuno conoscere e quando ignorare è compito dei profeti.
La lama, indifferente a parole, silenzio, conoscenza o ignoranza, taglia in modo netto. Questo è il compito dei guerrieri.
(Suzume no Kumo)

#30
kazaki

kazaki
  • Membri
  • 70 messaggi
  • Torino no kuni jū

Se non sbaglio questa è una definizione che si avvicina più al concetto del Jujitsu e dell' Aikido :arigatou:



Beh si puo dire che " tutte " derivino da unico grande " pensiero " , i Samurai stessi utilizzavano un po di tutto , ora non mi sovviene come come veniva chiamata l'arte usata con e senza spada ma racchiudeva tecniche che poi prese singolarmente hanno formato scuole piu specifiche ( ma dovrebbe essere il bujutsu ), ora io non ho mai praticato alcuna scuola di Arti marziali , a parte un breve saggio di Kendo , ma ricordo che L'aikido e un arte puramente difensiva , la parte offensiva consisteva solo ( ai tempi feudali giapponesi ) nell'impugnare un arma , o al massimo nel puntare direttamente al polso dell'avversario , facile capire il perche :)..., cmq a l di la questo trovo che tutte le tecniche o arti marziali differiscano da sport come il Kick boxing o il full contact e appunto ne siano superiori , dovuto proprio al fatto che quest'ultimi sono basati molto sulla stazza, sul peso , sulla forza e sull'incassare , doti tute fisiche ..che darebbero in uno scontro poco scampo a chi di media fisionomia si trovasse a fronteggiare un anergumeno di 1,90 per 85 kg :) , l'arte marziale e tecnica spirito determinazione e sfrutta la forza bruta dell'avversario , poiche si fa leva su di essa, ricordo la nonnetta giapponese (1,50 per 45 kg :) ) che insegno per anni ai corpi speciali Italiani quali Nocs , il jujtsu
MIGI TE NI KATANA GA
HIDARI TE NI HON GA

(Nella mano destra la spada nella sinistra il libro)

#31
ShidoshiLuigi

ShidoshiLuigi

    appena arrivato

  • Membri
  • 6 messaggi
Chiedo scusa se mi intrometto, sono un nuovissimo iscritto, ma sono un vecchio praticante di Arti Marziali; Il mio insegnasnte è Soke Masaaki Hatsumi; sotto la sua guida ho imparato anche tecniche ninja, infatti Hatsumi è soke di nove Ryu dei quali ben quattro sono scuole ninja. Penso che leggere qualcosa di suo potrebbe far un po' di luce a chi interessa sapere qualcosa sui ninja. Comunque pare che l'arte del ninjutsu in Giappone fu sviluppato da mistici delle montagne che vivevano nelle regioni di Iga e Koga. Pensiamo anche a generali o monaci che fuggivano dalla Cina o paesi limitrofi per motivi politici, di guerra, ecc. e si rifugiavano nel Giappone. Naturalmente per vivere dovevano fare qualcosa magari insegnavano quello che meglio conoscevano: l'arte della guerra, la purezza spirituale la libertà di pensiero...Tutto ciò in antitesi con la cultura giapponese di allora. Queste persone hanno così dovuto pensare anche a difendersi dai Bushi; e lo hanno fatto attingendo da questi esuli Cinesi. Immagine inserita
Vi chiedo ancora scusa per questa mia entrata così impettuosa, ma mi sono iscritto al forum solo perchè amo l'arte della spada giapponese in in tutte le sue forme.Immagine inserita

#32
shimitsu masatsune

shimitsu masatsune

    正恒 肥前 Kage-Musha

  • Membri
  • 3654 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • per indole tendo al vagabondaggio... no kuni jū
Si potrebbe dire che non esistono tecniche esclusivamente ninja,molte delle tecniche praticate nel "ninjutsu" oggi facevano parte puntalmente di svariati Ko-ryu (alcuni non più praticati oggi ma che fanno comunque parte di diversi stili di spada),la stragrande maggioranza delle armi attribuite ai ninja inoltre venivano utilizzate già durante il primo periodo Sengoku da Yamabushi,ashigaru,samurai e addirittura contadini.

Queste persone hanno così dovuto pensare anche a difendersi dai Bushi; e lo hanno fatto attingendo da questi esuli Cinesi. Immagine inserita


:blink:
A quale periodo storico ti riferisci ?... Gli esuli da che scappavano ? :confused:
La vittoria è di colui,
ancor prima del confronto,
che non pensa a sè
e dimora nel non-pensiero della grande origine.

#33
ShidoshiLuigi

ShidoshiLuigi

    appena arrivato

  • Membri
  • 6 messaggi

Si potrebbe dire che non esistono tecniche esclusivamente ninja,molte delle tecniche praticate nel "ninjutsu" oggi facevano parte puntalmente di svariati Ko-ryu (alcuni non più praticati oggi ma che fanno comunque parte di diversi stili di spada),la stragrande maggioranza delle armi attribuite ai ninja inoltre venivano utilizzate già durante il primo periodo Sengoku da Yamabushi,ashigaru,samurai e addirittura contadini.


:blink:
A quale periodo storico ti riferisci ?... Gli esuli da che scappavano ? :confused:

Effettivamente le tecniche non sono come tu dici, esclusivamente ninja, ma gli shinobi svilupparono ed elaboravano tecniche diverse dalle normali. Il metodo di combattimento era diverso perchè fuori dai normali schemi di allora, mentre un bushi non avrebbe mai lasciato cadere il suo katana, un ninja l'avrebbe sicuramente buttato a terra per distrarre e colpire l'avversario. Quando dico che un samurai non avrebbe mai lasciato andare il suo katana intendo anche se il fare ciò gli avrebbe salvato la vita.
Il periodo in cui i ninja operarono per la maggiore, spazia dal XIII al XVIII secolo circa; gli esuli scappavano perchè ricercati nel loro paese, vedi generali che avendo perso la guerra nel loro paere sarebbero andati incontro a sicura morte.

#34
Matteo

Matteo
  • Membri
  • 3029 messaggi
  • Friuli no kuni jū
non offendetevi ma quanto siete legati a delle immagini stereotipate.... meno videgioche e film... è meglio...
alcune tecniche della ryu che pratico prevedono l'abbandono della spada... o tecniche che si riassumono in
ha ragione chi rimane in piedi per ultimo....
poi molte scuole sono andate perse o soppiantate, non crediate che ci siano solo tecniche belle da vedere, da gentiluomini rispettosi dell'onore proprio e altrui...
un morto ha poco da vantarsi del propio onore...
l'importante e rimanere in piedi

#35
shimitsu masatsune

shimitsu masatsune

    正恒 肥前 Kage-Musha

  • Membri
  • 3654 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • per indole tendo al vagabondaggio... no kuni jū

Gli esuli scappavano perchè ricercati nel loro paese, vedi generali che avendo perso la guerra nel loro paere sarebbero andati incontro a sicura morte.


Non saprei,mi sembra più la trama di un telefilm...Non mi risulta che durante l'arco temporale che va dalla dinastia Yuan alla dinastia Ming ( è a questo periodo storico che fai riferimento oppure è quella Tang o Song o che ??!... :confused: ) ci fossero esuli cinesi rifugiati in Giappone.
Durante la dinastia Yuan ,nell'era Kamakura,i mongoli invasero il Giappone,e durante la dinastia Ming,il periodo Azuchi-Momoyama,il Giappone mosse guerra alla Cina...Il Giappone non sarebbe dovuto essere un posto molto sicuro per un generale cinese in quel tempo oltretutto anche scomodo e pericoloso da raggiungere visto le circostanze :whistle:
La vittoria è di colui,
ancor prima del confronto,
che non pensa a sè
e dimora nel non-pensiero della grande origine.

#36
ShidoshiLuigi

ShidoshiLuigi

    appena arrivato

  • Membri
  • 6 messaggi

Il Giappone non sarebbe dovuto essere un posto molto sicuro per un generale cinese in quel tempo oltretutto anche scomodo e pericoloso da raggiungere visto le circostanze :whistle:

Mi risulta che le montagne in cui si formarono i i clan ninja fossero allora, non meta facile da raggiungere normalmente.
E' chiaro che quello che io dico è frutto di ricerce, ciò no toglie che siano io sbagli. In seguito, a chi interessa, posso raccontare per quello che io so, la storia di come si sono formatio i clan ninja.Immagine inserita




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users