Vai al contenuto

Welcome to INTK Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!
Foto

TRADUZIONE MEI


  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1
Leonardo Piccagliani

Leonardo Piccagliani
  • Membri
  • 51 messaggi
  • Sesso: Uomo

Gent.mi, allego 2 foto di una mei  che si trova su una lama che verrà battuta in asta a Londra ( l'ho vista per caso girovagando sul sito Chesswik ). Qualcuno riesce a leggere quanto c'è scritto ?

Grazie

LeonardoFile Allegati  H1121-L172231510.jpg   93,66KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  H1121-L172231518.jpg   92,87KB   0 Numero di downloads



#2
Manuel Coden

Manuel Coden

    C0D

  • Socio INTK
  • 814 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Pordenone no kuni jū

è firmata Naotane, ma è palesemente gimei



#3
Leonardo Piccagliani

Leonardo Piccagliani
  • Membri
  • 51 messaggi
  • Sesso: Uomo

Grazie, veramente gentile da parte sua .



#4
betadine

betadine
  • Socio INTK
  • 1831 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Marte no kuni jū

@ Leonardo (e perdona se son sempre indelicato e fastidioso come un disinfettante..) ma delle "tue" di lame.. ne sai qualcosa in più ??


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.


#5
Leonardo Piccagliani

Leonardo Piccagliani
  • Membri
  • 51 messaggi
  • Sesso: Uomo

No, non sei indelicato e fastidioso, solo che aspettavo che fossero pulite per postarle ed aggiornarvi. Le ho portate al sig. Rossi che ha convalidato l'autenticità della firma di Naotane sul Ken con assoluta sicurezza. Ora deve pulire la lama .  Anche le altre sono tutte recuperabili perchè , per fortuna, la spazzolatura data è stata leggera e non ha compromesso nulla.

Inoltre, e qui chiedo il parere di chi può rispondermi, ho trovato un articolo in cui si parla di una spada di Naotane, conservata al Metropolitan Museum,  in cui la lama è stata incisa da un certo Yoshitane, noto e magistrale incisore di lame, che decorò molte delle lame di Naotane

A mio parere, ma posso sbagliare alla grande, la " calligrafia " delle lettere incise sulla spada del Metropolitan è molto simile a quella delle lettere incise sulla mia lama. Posto una foto in cui le metto a confronto, la mia è quella sulla lama sporca.......quindi risalta meno di quella del Met., però il modo di tracciare ed incidere mi pare regga il confronto. La cosa inoltre sarebbe abbastanza logica poichè, appurato che questo Ken è stato richiesto a Naotane da un noto scrittore per farne un dono importante, ci stà che Naotane abbia chiesto a Yoshitane di incidere le frasi sulla lama e rende ragione anche della bellezza della Saya.

 



#6
Leonardo Piccagliani

Leonardo Piccagliani
  • Membri
  • 51 messaggi
  • Sesso: Uomo

Non riesco a caricare la foto.......



#7
Leonardo Piccagliani

Leonardo Piccagliani
  • Membri
  • 51 messaggi
  • Sesso: Uomo

File Allegati  lama Ken.jpg   319,27KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  MET..jpg   14,46KB   0 Numero di downloads

Non riesco a caricare la foto.......

Ci riprovo



#8
betadine

betadine
  • Socio INTK
  • 1831 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Marte no kuni jū

File Allegati  wow.jpg   58,69KB   0 Numero di downloads

 

 

Grazie.. e nell'attesa di vedere ed avere altre notizie sull'affettivo lascito, ti saluto cordialmente.

 

(p.s. il pulire, in questo caso porta la "o" e si dice: polire o politura di una lama..  ovvero levigatura per rifinitura e perfezionamento di una superficie)


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.


#9
Leonardo Piccagliani

Leonardo Piccagliani
  • Membri
  • 51 messaggi
  • Sesso: Uomo

Giusto ....deve essere polita.

Cordialmente






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users