Vai al contenuto

Welcome to INTK Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!

getsunomichi

getsunomichi

Registrazione 24 giu 2011
Offline Ultima Attività Ieri, 12:03

Nella discussione:Traduzione Mei

15 novembre 2019 - 23:41

Vero, ma non in assoluto.
Come dici tu, in linea di massima.
Certe mei talora le ho viste rimuovere, perché una lama mumei non è mai falsa.
...e taroccare la patina di un nakago, talora si chiama "restauro"
😂😂😂

Nella discussione:Traduzione Mei

15 novembre 2019 - 20:47

Non è complicato capire perché firmare una lama mumei.
I collezionisti, spesso poco preparati, cercano lame firmate.
Pertanto le lame con firma hanno mercato maggiore.
Qualcuno ha già detto anche, se del caso, opportuno firmare lame non particolarmente straordinarie con firme non particolarmente famose.

Si tratta di considerazioni generali, sganciate dalla lama oggetto del post.

Nella discussione:Conoscete questi libri?

15 novembre 2019 - 20:33

L'Hagakure è un libro molto interessante per comprendere il Giappone e i Giapponesi.
Un po’ meno per conoscere lo Spirito del Bushi, inteso come uomo della guerra, guerriero professionista.
Si tratta, per chi non lo conoscesse, di una sorta di manuale del buon Samurai.
Viene scritto in un momento d'oro del Giappone feudale, quando di Samurai nel senso di Guerriero non c'era gran bisogno.
C'era invece gran bisogno di manager per gestire ogni provincia del Giappone.
Quando si va in guerra per davvero, si ha bisogno di lupi, non di gentleman.
E i primi hanno forse bisogno di un po’ di disciplina (non troppa) ma dell'etichetta non sanno davvero che farsene.
Quella è buona a corte.

Il libro è invece piuttosto importante per comprendere il Bushido.
Un termine che viene spesso tradotto letteralmente come Via del Samurai, creando non poca confusione.
Molti infatti pensano che in questo modo si indichi cosa occorre fare per essere bravi guerrieri.
Mentre il termine Do deve essere intesa come Disciplina, Via spirituale.
In pratica, indica il momento in cui le arti marziali perdono la loro caratteristica di tecnica mortifera per diventare strumento di educazione e di disciplina sociale. Non a caso, scritto da un ex-Samurai divenuto Monaco.
L'arte marziale per come la Si pratica oggi. Una disciplina che non uccide più nessuno (per fortuna).

Dunque il Bushido è uno strumento per trasformare i lupi in cani?
Un momento...
Diciamo che è un buon modo per mettere una museruola ai lupi, se non occorre mandarli liberi a fare macello... da qui a fare di un lupo un cagnolino, ne passa. Quando poi i Samurai, per i motivi più vari, mettevano l'Hagakure nel cassetto per un attimo, spesso tornavano le bestie di sempre.

Agli inizi del novecento il libro fu pubblicato, con l'intento di favorire l'istinto del lupo in un popolo che andava militarizzandosi.
Ebbe notevole successo editoriale, ma credo che l'operazione non sia granché riuscita.
Non tutti nascono con l'istinto del lupo e non è certo un libro che lo fa nascere.

Nella discussione:Visioni

15 novembre 2019 - 19:57

Grazie Beta,
Si, Google Translate si impone per la maggior parte di noi, credo.

Nella discussione:La Scuola Ko Mihara

03 novembre 2019 - 09:50

Non te la prendere, fra tutti e due, credo che abbiamo frastornato i mostri lettori abbastanza... 😂😂😂
Però è buon segno che qualcuno ci legga, ci confonda ed abbia compreso quanto sia importante inserire la Nihonto nella storia, nelle tradizioni e nella mitologia del popolo giapponese, diventandone l'Anima.