Vai al contenuto
  1. INTK Forum

    1. Presentazioni

      Posta qui il tuo primo messaggio!

      16120
      messaggi
    2. Eventi e Manifestazioni

      Annunci di eventi, manifestazioni, corsi e appuntamenti da non perdere per il mondo delle spade giapponesi in Italia

      3805
      messaggi
  2. Spade Giapponesi

    1. Nihon Token

      I migliori articoli reperibili in Italiano inerenti le spade giapponesi, scritti dagli utenti del forum.

      5135
      messaggi
    2. Consigli e discussioni varie

      Hai una domanda che ti assilla? Sei indeciso se una spada è autentica?
      Vuoi sapere perchè le nihonto sono speciali? Chiedi qui !

      20370
      messaggi
    3. Kanteisho

      lo spazio riservato alle identificazioni delle spade giapponesi.

      7131
      messaggi
    4. Schede tecniche

      Le schede di nihonto famose e di tutte le lame proposte dagli utenti del forum

      5308
      messaggi
    5. Koshirae

      La storia, la descrizione e le immagini delle finiture, delle tsuba e tutti i gioielli che decorano le spade giapponesi.

      4833
      messaggi
    6. Musei

      Presentazione, descrizioni, fotografie dei musei dedicati alla spada giapponese

      347
      messaggi
  3. Antico Giappone

    1. Fiori di ciliegio

      Arte, libri, Cinema e cultura della tradizione giapponese.

      5433
      messaggi
    2. Le arti del guerriero

      Per parlare di tutte le arti marziali

      4283
      messaggi
    3. L'arte nella guerra

      Le armi e l'equipaggiamento del bushi:
      Armature, Yoroi, Kabuto e le altre armi oltre la spada

      1695
      messaggi
    4. Libri e pubblicazioni

      Le recensioni dei libri sulle nihonto e la cultura antica giapponese

      1796
      messaggi
  4. International Forum

    1. General Discussions

      Here you can talk in your language!

      198
      messaggi
  5. Off Topic

    1. Off Topic

      Per parlare di qualsiasi altro argomento!

      11287
      messaggi
  • messaggi

    • alla faccia.del kirikomi sulla tachi donata da yoritomo 😲
    • .. bel viaggio, complimenti.  E grazie per la condivisione. (chiaro è che attendiamo il nuovo coinvolgimento in Okayama.))
    • Estratto dal mio diario di viaggio (perdonate la semplicità e incongruenze verbali... 😆 ) Giorno 13 - 22 Agosto 2019  Sveglia ore 7.15, oggi sarà una lunga giornata.. fortunatamente non piove. Zaino in spalla esco dall'ostello (quasi adiacente all'epicentro della bomba di Hiroshima) e vado a prendere il tram che mi porterà alla stazione centrale, da quì shinsaken per Fukuyama (1h di attesa,..).  Scendo dalla stazione centrale di Fukayama, cerco la biglietteria dei bus, fa molto molto caldo, riesco a fare i biglietti (3500 yen) per giungere alla mia meta: Oyamazumi JInja! E' da tanto tempo che mi auguravo di andarci, qui la gente non parla inglese. non è facile comunicare... Attendo un'altra ora prima che arrivi il bus, chiedo all'autista se andiamo diretti, da Google Maps non è chiarissimo, mi fa capre che dovrò fare un cambio e mi farà lui cenno di quando scendere. Dopo circa 1 h di viaggio e passati molti giganteschi ponti che collegano le isole del mar interno di Seto, arrivo in un parcheggio bus stop dell'isola di Ōmishima piuttosto isolato, sono l'unico a scendere, speriamo che abbia capito bene... però siamo relativamente vicini al tempio, quindi ok, ma quale bus locale dovrò prendere? Ne passano alcuni, chiedo, ma nessuno porta al tempio.. finalmente arriva quello giusto, ultimi Km di viaggio e finalmente arrivato, è stata più lunga del previsto. Panorami bellissimi durante il viaggio: Dal parcheggio bus stop: La fermata è proprio davanti all'ingresso, entro dal Tori principale, proseguo, gli alberi di canfora millenari sono un qualcosa di incredibile, il solo guardali trasmettono storia, i tanti samurai che ci si saranno soffermati per trovare un poco di sollievo sotto le sue fronde in quelle calde ed afose estati... bè ne' approfitto anche io. Si sale la scalinata e si entra nel tempio principale, bello ma ovviamente modesto se paragonato a quelli delle ricche "ex capitali" Kyoto e Kamakura, dopotutto qua siamo in un'isoletta... C'è una comitiva di turisti giapponesi in visita. Approfitto per prendere una rivista con dettagli sui recenti restauri. Scendo le scalinate e svolto a sinistra, si attraversa un ruscello in mezzo alla vegetazione, continuando si trova il museo del tempio con relativa sala del tesoro. Il costo del biglietto è di 1000 yen, si entra togliendo le scarpe, finalmente posso posare anche il mio pesante zaino. E' tutto giustamente video sorvegliato, dopotutto c'è un'infinità di pezzi storicamente importanti dall'immenso valore.  Tachi, Odachi, qualche tanto, O-yoroi, archi, dipinti, ancora tachi ed arcaiche naginata... che dire, sono emozionato nel vedere tutti questi tesori tramandati nei secoli in questo luogo ed appartenuti a figure di primo spicco, basti ricordare Tomoe Gozen, Yoshitsune, Yoritomo ecc ecc. Davvero incredibile, vale sicuramente il viaggio la visita al museo del tempio. Il museo è diviso su due piani più una stanza contenente molte naginata e la "kokuhokan" con gli O Yoroi. Qualche scatto:     Coppia di O Yoroi entrambe Tesori Nazionali, quello senza kabuto apparteneva allo Shogun Minamoto Yoritomo, l'altro a Kono Michinobu (vedi https://it.wikipedia.org/wiki/Clan_Kōno): Tachi donata dallo Shogun Minamoto Yoritomo: Video della Kokuhokan:  10000000_165532414836932_9184457847362860490_n.mp4 Armatura appartenuta alla Onna Bugeisha Tsuruhime: Naginata appartenuta a Murakami Yoshihiro: Naginata di Wakiya Yoshisuke: Naginata di Musashibo Benkei: Naginata di Tomoe Gozen: Naginata di Minamoto Yoshitsune: In generale l'illuminazione non è male considerando tutto, così come lo stato di conservazione delle opere e delle lame. In alcune di quest'ultime, in particolare sulle odachi però ci sono profondi buchi di ruggine e su alcune la politura sembra recente e per i miei gusti su un paio un po' artificiosa. Parlo come posso in giapponese con quello che dovrebbe essere il responsabile del museo, mi spiega che purtroppo con la WWII le lame erano state sotterrate e nascoste, così da non essere rubate o danneggiate dai bombardamenti, però a causa di questo si formarono i "buchi" di ruggine che vediamo oggi, e quindi furono restaurate. Ringrazio per la pazienza e gentile spiegazione, mi accompagna al piano terra dove si trova il bookshop. L' "addetta alle vendite" è una monaca anziana del tempio, è incuriosita dalla presenza di un ragazzo occidentale così interessato... così spiego ai due della nostra realtà in Italia, la passione per il restauro.. Compro il catalogo generale (2000 yen) e quello più specifico con le lame (1800 yen) - naturalmente sono in Jp, ma molto utili per confronti e studi. Accanto sembra esserci un museo marittimo con anche imbarcazioni o parti di esse, non ho modo di approfondire. Purtroppo il tempo è poco, e c'è l'incognita del viaggio di ritorno, dentro al museo il tempo è passato velocissimo... Lungo il ruscello ci sono le due statue della valorosa Tsuruhime. Ormai è pomeriggio, vedo arrivare un bus, è il mio, questa volta non ho dovuto aspettare.. Qualche fermata ed arrivo al bus stop, cambio veloce e prendo il secondo per Fukayama (1 h), in stazione centrale faccio il biglietto e mi dirigo alla volta di Okayama...però questa è un'altra storia! Statua di Momotaro alla stazione di Okayama ed il sottoscritto 😉  
    • .... sarà che ci stiamo avvicinando alla fine dell'anno ... sarà che è giunto il tempo di toglierci i sassolini e le scarpe .. sarà che vorrei arrivare leggero e scalzo nel nuovo anno.  Questo .. era rimasto sospeso nell'aria, e come un riflesso di un vecchio specchio, piano piano si mostra.   La terra desolata - The Waste Land Quali radici si afferrano, quali rami crescono su queste rovine di pietra? Figlio dell’uomo tu non lo puoi dire, né immaginare perché conosci soltanto un cumulo di immagini rotte, là dove batte il sole. (…) Città irreale, sotto la nebbia scura di un’alba d’inverno una folla fluiva su London Bridge, tanta che io non avrei creduto che morte tanta ne avesse disfatta. Sospiri corti e rari ne esalavano ognuno andava con gli occhi fissi davanti ai piedi. Fluivano su per il colle e giù per King William Street fino a dove Saint Mary Woolnoth segnava le ore con un suono morto all’ultimo tocco delle nove. Là vidi un tale che conoscevo e lo fermai gridando: “Stetson! Tu che eri a Mileto con me sulle navi quel cadavere che l’anno scorso hai piantato in giardino ha cominciato a germogliare? Fiorirà quest’anno? O il gelo improvviso ne ha danneggiato l’aiuola? Oh tieni il Cane lontano che è amico dell’uomo, O con le unghie sarà lui a scavare di nuovo! Tu hypocrite lecteur! – mio amico – mon frère!” (Tratto da La sepoltura dei morti - I.)   Thomase Stearns Eliot (888-965 nel secondo Millemmio)   Questo “manifesto del modernismo”, ci narra delle disgregazione dell’Occidente.. le rovine, oggettive e soggettive. La poesia trova «nel frammento» la propria forma e procede per associazioni e percezioni, in tempi e luoghi diversi. Siamo in un terra guasta, desertica, dove gli uomini si muovono come dannati e i cadaveri in giardino non germogliano più. (anche se son convinto, che malgrado un certo, conosciuto e costante decadimento ß, alla fine qualcuno cambierà il tempo e dirà .. "eravamo in una terra guasta") Come del resto Eliot stesso ammette e scrive nei Quattro Quartetti - tra il 1937 e il 1942 - che sono regno di armonia e rappacificazione. E un cambiamento lento e radicale, una sorta di "purificazione" (nel linguaggio dell'immaginario).. una poesia mistica che parte dagli oggetti della storia mostrando "la primavera nell'inverno" ... un germogliare possibilie. Nel mio principio è la mia fine. .. Spunta l’alba, e un altro giorno si prepara a calore e silenzio e al largo increspa e scivola ... io sono qui, o là, o altrove, nel mio principio   Grazie Get .... con ritardo. Ma il tempo talvolta non conta...  L'importante è arrivare..      ed un germogliare sarà possibile.     appropositodiprimavera …. lascio un Eliotstimolo (file intro 4quartetti) e come talvolta faccio… lascio una traccia in più.. ma, la musica dovrete trovarla voi. Intro-4Quartetti.pdf https://www.youtube.com/watch?v=6mIFTMBAuR8          
    • Una spada, un violino, strumenti forniscono un semplice vecchio specchio Che riflette, serena, la luna
×
×
  • Crea nuovo/a...