Vai al contenuto

Welcome to INTK Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!
Foto

Katana Bizen Ichimonji


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1 risposta a questa discussione

#1
Giuseppe Piva

Giuseppe Piva

    www.giuseppepiva.com

  • Membri
  • 1277 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Milano no kuni jū

Proseguo con le schede di lame passate in galleria...

 

BIZEN ICHIMONJI KATANA

Seconda metà del periodo Kamakura (1185-1333)

Mumei, circa 1260-1330

NBTHK Juyo Token (sessione nr. 25)

 

 

Nagasa [lunghezza]: 69,8 cm

Sori: 2,0 cm, motohaba: 3,1 cm, sakihaba: 2,0 cm

Sugata [configurazione]: Shinogi-zukuri, iori-mune, lungo chu-kissaki

Kitae [motivo della forgiatura]: Ko-itame con jifu. Midare utsuri

Hamon [linea di tempra]: Choji midare, misto a gunome, in nioi deki

Hataraki [attività]: ashi, yô, sunagashi

Boshi [punta]: Leggero midare con komaru kaeri

Nakago [codolo] 20,5 cm (o-suriage, mumei, due mekugi-ana); kattesagari yasurime [limatura leggermente obliqua]

 

Sayagaki: La shirasaya porta una iscrizione del M° Tanobe Michihiro “Bizen no kuni Ichimonji” datata “giugno 2014, nella quale la lama viene indicata come “Yûhin nari. Chinchin chôchô” (“Opera eccellente, molto rara e molto preziosa”).

 

Koshirae: Tsuba Kyo-sukashi in ferro traforato con inserti in oro raffigurate iris e alisma (kakitsubata ni omodaka); fuchi-kashira in shakudo nanako con inserti in oro a motivo di bambù; menuki in shakudo e oro a motivo di tigri. Metà del periodo Edo (1615-1867).

 
La lama si presenta imponente ed elegante, con una forma aggraziata e un funbari [assottigliamento della larghezza] che ne alleggerisce la linea. Il jigane è un ko-itame misto a jifu utsuri. Lo hamon è in nioi deki, con un esuberante choji midare che alle estremità si placa per diventare un gunome.

 

La Scuola Ichimonji di Bizen fu fondata all'inizio del periodo Kamakura per poi proseguire fino al Nambokucho ed è considerata una delle scuole più importanti della spada giapponese. Molti degli spadai della scuola firmarono le proprie opere con il carattere "Ichi", seguito dal proprio nome. 

Alle opere che vanno dal primo al medio periodo Kamakura ci si riferisce comunemente con il nome di Ko-Ichimonji, quando il centro della produzione di questa scuola è ubicato nell'area di Fukuoka, mentre dalla fine del periodo Kamakura all'inizio del Nambokucho la produzione si sposta a Yoshioka. La lama in questione presenta le caratteristiche di entrambe le scuole e può essere considerata uno dei primi esemplari di lama Yoshioka. Le lame della scuola Yoshioka Ichimonji mostrano infatti una maestria sontuosa e sgargiante, con un sugata imponente ma non eccessivo e una curvatura leggera ed elegante. Nello hamon, la linea di nioi è più stretta rispetto a quella realizzata dai predecessori di Fukuoka e i motivi sono più appariscenti e ricchi di attività.

 

 

 

File Allegati


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com


#2
Massimo Rossi

Massimo Rossi

    Togishi

  • Membri
  • 1885 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • sesto fiorentino Fi no kuni jū

Complimenti Giuseppe per la bella lama, già venduta? oppure ce l'hai ancora?

Mi piacerebbe poterla vedere.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users