Vai al contenuto

Welcome to INTK Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!
Foto

Civico Museo d’Arte Orientale - Trieste


  • Per cortesia connettiti per rispondere
18 risposte a questa discussione

#19
Francesco Marinelli

Francesco Marinelli

    Keiji

  • Socio INTK
  • 2420 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Italia, Prato no kuni jū
Lunedì 4 dicembre alle ore 11.00 ha avuto luogo la conferenza stampa della mostra Peace is here! Fotografie di propaganda degli Americani in Estremo Oriente nel fondo USIS della Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte, che rimarrà aperta fino al 15 aprile 2018 con i seguenti orari: da martedì a giovedì 10-13, venerdì e sabato 14-17, domenica10-17, lunedì chiuso.
 
La mostra, ideata e realizzata dai Civici Musei di Storia ed Arte, con la direzione di Laura Carlini Fanfogna, direttore del Servizio Musei e Biblioteche, è a cura di Claudia Colecchia, responsabile della Fototeca e della Biblioteca dei Civici Musei di Storia ed Arte.
 
Peace is here! Così si concludeva la telecronaca di commento alla resa del Giappone, siglata il 2 settembre 1945 dal Generale MacArthur.
 
La convinzione che se il mondo vede la vera immagine della guerra è indotto a terminarla più celermente, induce a fotografare con l’intento di innescare un processo di scavo nelle coscienze, onde perseguire sogni di pace.
 
Su questo assunto si basa l’esposizione, dedicata alle fotografie originali dell’Estremo Oriente, appartenenti al fondo fotografico USIS (United States Information Service) della Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte di Trieste, che offre per la prima volta al pubblico una selezione di sessanta delle mille fotografie originali della serie Giappone, realizzate tra il 1941 e il 1945, prevalentemente con fini propagandistici.
 
La proposta espositiva consente di leggere un intricato gioco di rappresentazioni: lo sguardo americano sull’Estremo Oriente, in cui prevale l’immagine del giapponese che lotta e soggiace al nemico, e quello del pubblico triestino del dopoguerra, a cui le fotografie sono state proposte, subito dopo la fine del conflitto, per propagandare gli ideali di vita americani. Si comprende così come l’apparato fotografico di scene belliche offra una narrazione in chiave simbolico-allusiva: una guerra psicologica che utilizza gli strumenti della propaganda per instillare nella popolazione americana un forte orgoglio nazionalista, tramite la rappresentazione del nemico come un barbaro, se non in forme addirittura demoniache.
 
Il percorso si snoda tra diverse icone della Seconda guerra mondiale – lo scatto a Iwo Jima di Joe Rosenthal; gli istanti della resa giapponese; l’immagine di Nagasaki rasa al suolo dalla bomba atomica – e le molte foto scattate con l’intento di narrare le forze alleate che interagiscono positivamente con i civili, persino in situazioni di ozio e di svago sullo sfondo di luoghi e paesaggi fortemente caratterizzati.
 
Immagini che confermano, in ultima istanza, l’attenzione per l’uomo, dimostrando – come sostiene Edward Steichen, direttore dell’unità fotografica dell’aviazione navale durante la Seconda guerra mondiale, nominato nel 1947 direttore del dipartimento di fotografia del MoMA di New York – che la missione della fotografia è spiegare l’uomo all’uomo e ogni uomo a se stesso.
 
Di tale mostra è stato realizzato anche un piccolo catalogo.
 
 
File Allegati  a.JPG   141,55KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  b.JPG   282,59KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  c.jpg   221,12KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  d.jpg   102,25KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  e a.jpg   264,07KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  f a.jpg   190,38KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  g a.jpg   204,83KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  h a.jpg   117,52KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  i a.jpg   144,29KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  l a.jpg   201KB   0 Numero di downloadsFile Allegati  m a.jpg   337,33KB   0 Numero di downloads
 
 

Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users