Vai al contenuto

Welcome to INTK Forum
Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to your fellow members, get your own private messenger, post status updates, manage your profile and so much more. If you already have an account, login here - otherwise create an account for free today!
Foto

Tachi Ko-Aoe Masatsune


  • Per cortesia connettiti per rispondere
4 risposte a questa discussione

#1
Giuseppe Piva

Giuseppe Piva

    www.giuseppepiva.com

  • Membri
  • 1277 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Milano no kuni jū
 

Buongiorno a tutti.

Mi è stato chiesto di postare le schede delle spade interessanti che sono passate dal mio sito, poichè ho l'abitudine di rimuovere le opere vendute.

Inizio quindi con l'ultima spada venduta, che nel sito non è nemmeno transitata.

 

TACHI KO-AOE 

Provincia di Bitchu

Firmata "MASATSUNE"  (正恒)

Periodo Kamakura (1185-1333)

Circa 1213-1233

NBTHK Juyo Token (sessione nr. 61)

 

Nagasa [lunghezza]: 64,9 cm

Motohaba: 2,45 cm, sakihaba: 1,47 cm

Sugata [configurazione]: shinogi-zukuri, koshi-zori, iori-mune, chu-kissaki

Kitae [motivo della forgiatura]: ko-itame, jinie, midare utsuri

Hamon [linea di tempra]: leggero notare basato su suguha con ashi, yō, kinsuji sunagashi

Boshi [punta]: komaru

Nakago [codolo]: suriage, tachi mei: MASATSUNE; un mekugi-ana

 

La provincia di Bitchu fu tra le prime a dare alla luce le lame giapponesi così come le intendiamo oggi. La scuola Aoe, che durò dal periodo Heian fino a tutto il Muromachi, fu quella con la produzione più significativa.

Le lame più antiche, che vengono indicate come “Ko-Aoe”, sono sicuramente le più interessanti; esse furono prodotte da due famiglie di spadai: quella che fa riferimento a Yasutsugu e i cui membri spesso includono il kanjitsugu” nel proprio nome, e quella detta Seno-o, geograficamente più vicina a Bizen e quindi più variegata dal punto di vista artistico. È all’interno di quest’ultimo gruppo che si individuano due fabbri che firmavano “Masatsune”.

 

La spada mostra ben evidenti tutte le caratteristiche della scuola Ko-Aoe. Innanzitutto la forma è slanciata ed elegante, con una curvatura che si fa più profonda verso l’impugnatura (koshi-zori) e che doveva essere ancora più evidente prima che la lama venisse accorciata, poiché caratteristica di questa scuola era che il punto di maggiore curvatura fosse proprio nella parte più bassa della lama; la larghezza si assottiglia sensibilmente verso la punta, secondo lo stile dell’epoca, dando alla spada grazia ed eleganza, sottolineate anche dallo spessore dello hamon, che si riduce anch’esso verso la punta. Il monouchi, la parte usata per tagliare, mostra un profondo kirikomi, una “ferita da combattimento” di grande fascino.

Anche le caratteristiche dell’acciaio sono quelle tipiche: un ko-itame molto ben visibile, che include particelle di jinie e un utsuri che segue la linea notare dello hamon. Quest’ultimo è in realtà un notare molto tranquillo, più movimentato nella parte bassa e quasi dritto in quella centrale. Le attività sono molte e variegate, rendendo la lama una straordinaria opera d’arte.

 

Il codolo è lungo e mostra ben evidente dove arrivava la lama prima del suriage; si tratta di un accorciamento  volutamente ridotto, che ha permesso di mantenere intatta la firma.

 

File Allegati  Tok1085 Ko-Aoe Masatsune.jpeg.jpg   108,3KB   5 Numero di downloads


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com


#2
G.Luca Venier

G.Luca Venier
  • Socio INTK
  • 2732 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • PN - FI - LU no kuni jū

Grazie, molto interessante  :arigatou:

 

Sarebbe possibile sapere anche la misura del sori ?



#3
Francesco Marinelli

Francesco Marinelli

    Keiji

  • Socio INTK
  • 2419 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Italia, Prato no kuni jū

Grazie per la condivisione!  :arigatou:

 

L'hada dal vivo com'era? Ho avuto una sola ko aoe in mano e me ne sono veramente innamorato... un'eleganza.. poi quest'acciaio con riflessi blu ed una hada da capogiro che sembrava tridimensionale! 


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

#4
Renato Martinetti

Renato Martinetti
  • Socio INTK
  • 733 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Asti no kuni jū

lama assai elegante, con un sugata che mostra la transizione tra il tardo Heian e il kamakura. Il fatto che il nakago non abbia subito troppo suriage la rende ancora più notevole.

Mi son fatto scappare una Ko-Aoe firmata Moritsugu, qui in Italia e ancora me ne dolgo... :tristissimo:



#5
Giuseppe Piva

Giuseppe Piva

    www.giuseppepiva.com

  • Membri
  • 1277 messaggi
  • Sesso: Uomo
  • Milano no kuni jū

Grazie per la condivisione!  :arigatou:

 

L'hada dal vivo com'era? Ho avuto una sola ko aoe in mano e me ne sono veramente innamorato... un'eleganza.. poi quest'acciaio con riflessi blu ed una hada da capogiro che sembrava tridimensionale! 

Era un itame fitto ma perfettamente leggibile, chiaramente non così contrastato come in fotografia ma godibile appieno su tutta la lama.


______________________
Giuseppe Piva
www.giuseppepiva.com





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 1 guests, 0 anonymous users