Vai al contenuto

Ricordiamo a tutti i soci che a fine mese verranno resettati gli status utente e seguiremo le nuove iscrizioni 2023.
Prego vedere QUI come rinnovare, grazie! Se doveste avere già rinnovato e il vostro status sul forum non dovesse essere ancora sistemato, avvisate l'admin Enrico Ferrarese.

Accedi per seguirlo  
Guybrush

Cosa è?

Messaggi consigliati

Questa saya contiene una lama del periodo edo mi piacerebbe scoprire cosa è questo strano gancio, qualcuno sa qualcosa?

 

Immagine.JPG


Le questioni di maggiore gravità vanno trattate con leggerezza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si trova in parecchie saya, diciamo le più rifinite e serve per fermare il sageo.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Kaerizuno 返角, detto anche Sakazuno 逆角, è fondamentalmente un accessorio estetico e, come avrai notato, non è presente su tutti i saya a differenza del Kurigata. Tuttavia ha comunque la sua utilità: nel momento in cui siamo costretti ad eseguire Battō (l'estrazione repentina della spada per colpire l'avversario) il Kaerizuno ha il compito di impedire al saya di uscire in avanti, nel caso la nostra presa sul fodero con la mano sinistra non sia stata eccellente. Per questo motivo è definito un Domegu 留め具 (accessorio che blocca) :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a entrambi, avevo immaginato che fermasse la saya all'obi però mi sembrava scomodo da portare abitualmente, invece se la sua utilità è durante il batto questo spiega tutto.

Sempre molto preciso nella terminologia Sandro, addirittura 3 termini per questo gancetto :gocciolone:

 

 

Arigatou :arigatou:


Le questioni di maggiore gravità vanno trattate con leggerezza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho inserito tre termini di modo che sia più facile per te reperire immagini sui siti giapponesi qualora tu ne abbia voglia :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sandro, io ho sepre pensato che fermasse il segeo, perchè così l'ho visto utilizzare in un filmato, mi sembra però di capire invece che si usa diversamente, mi puoi dire in merito.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sandro, io ho sepre pensato che fermasse il segeo, perchè così l'ho visto utilizzare in un filmato, mi sembra però di capire invece che si usa diversamente, mi puoi dire in merito.

 

 

A testimonianza di quello che dice Sandro ho trovato questo link utilizzando i kanji da lui postati: http://sugoroku.kurikaraibun.com/2009/06/blog-post_06.html . Non ho capito come possa fermare il sageo magari se ritrovi il video su youtube lo vediamo. Chissà magari ha una seconda funzione per alcuni.


Le questioni di maggiore gravità vanno trattate con leggerezza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sono riuscito a ritrovare il filmato, comunque da quanto ricordo era un gesto talmente naturale che la persona lo faceva mentre indossava la Katana senza guardare, poteva quasi passare inoservato, aspettiamo Sandro per saperne di più.


"accorciati la firma". Ernst Jünger

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate per il ritardo con il quale rispondo. Certamente l'utilizzo del kaerizuno suggerito da Mauri può essere possibile, ciononostante la sua funzione principale rimane quella di non far uscire fuori dallo obi il saya come si può vedere nella pagina web mostrataci da Guybrush. Come ho riscontrato in molti testi giapponesi, abbiamo pochi koshirae che presentano un kaerizuno per il semplice fatto che questo accessorio andò via via scomparendo dalle montature del Periodo Edo (le più comuni da reperire), epoca in cui l'utilizzo della spada (e quindi delle tecniche di estrazione) ebbe una drastica riduzione :arigatou:

Modificato: da sandro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante