Vai al contenuto
popegogo

Come Annodare Il Sageo

Messaggi consigliati

Ciao a tutti, 🤔Dove trovo lo schema per fare questa legatura del sageo?..

Grazie

IMG_0306.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Grignas, questo nodo è in realtà una variante del nostro cappio.

Se lo guardi un momento con attenzione, ti accorgerai che è in realtà piuttosto semplice da realizzare.

 

Per quanto riguarda il sageo, ne avevamo già parlato mi pare, gli articolati nodi da esposizione hanno senz'altro i loro perché.

Primo fra tutti, quello di non lasciare corde pendenti in giro.

Va abbastanza da se che chi appoggia la spada la sera per riprenderla al mattino difficilmente adotterà un nodo articolato da rieseguire ogni santo giorno. Forse GTO è stato un po' tranchant con il discorso samurai e mercante, ma credo che il nodo semplice sia certamente il più pratico e forse anche, tutto sommato, il più elegante.

Tra l'altro, la parte del kurigata praticamente non si tocca mai e ci si limita a fermare il cordone sul lato inferiore della saya.

C'è da dire anche che una sorta di snobismo degli uomini delle Nihonto ama il nodo semplice non solo in ossequio alla tradizione, ma anche per distinguersi dalle imitazioni di basso livello, che sfoggiano sempre legature complesse.

Non stiamo ovviamente parlando di tachi, dove le legature lunghe e complesse sono invece importanti per proteggere la saya dall'attrito con la yoroi.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Grignas, questo nodo è in realtà una variante del nostro cappio.

Se lo guardi un momento con attenzione, ti accorgerai che è in realtà piuttosto semplice da realizzare.

 

Per quanto riguarda il sageo, ne avevamo già parlato mi pare, gli articolati nodi da esposizione hanno senz'altro i loro perché.

Primo fra tutti, quello di non lasciare corde pendenti in giro.

Va abbastanza da se che chi appoggia la spada la sera per riprenderla al mattino difficilmente adotterà un nodo articolato da rieseguire ogni santo giorno. Forse GTO è stato un po' tranchant con il discorso samurai e mercante, ma credo che il nodo semplice sia certamente il più pratico e forse anche, tutto sommato, il più elegante.

Tra l'altro, la parte del kurigata praticamente non si tocca mai e ci si limita a fermare il cordone sul lato inferiore della saya.

C'è da dire anche che una sorta di snobismo degli uomini delle Nihonto ama il nodo semplice non solo in ossequio alla tradizione, ma anche per distinguersi dalle imitazioni di basso livello, che sfoggiano sempre legature complesse.

Non stiamo ovviamente parlando di tachi, dove le legature lunghe e complesse sono invece importanti per proteggere la saya dall'attrito con la yoroi.

 

Ciao Getsu

 

chiedevo di questa legatura perche essendo un nodo che va a coprire tutte le parti in soluzione di continuità potrebbe risolvermi un problema abbastanza grave di scollatura della saya e di distacco della lacca.

 

come dicevamo l'altra volta riguardo a come esporre le nihonto su katanakake, anche io sono per la semplicità, sageo ad un nodo vicino al kurigata ed uno verso i 4 quarti della saya giusto per non penzolare in giro..

 

tornando al come farlo, dopo un po di tentativi con partenza dal nodo a cappio, ancora non riesco a far passare il cordino per ottenere la quadrettatura ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto su YouTube che per far passare il cordone utilizzano un ferro da calza un po' più largo di diametro e con la punta arrotondata.

In questo modo spingono il sageo senza danneggiarlo e senza correre il rischio di danneggiare l'urushi.

Credo che sia possibile un altra variante quasi altrettanto bella, lasciando entrambi i capi del cordone trasversale sotto gli anelli.

...non che sia un esperto, Grignas, ma uso questo nodo per legare le penne delle mie frecce, in modo che i calami siano coperti dal filo e non si piantino nella mano dell'arco quando scocco.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante