Rss

  • youtube
  • facebook

Nippontō, poesia della metallurgia – 24 Ottobre 2007, Roma

la lavorazione della spada giapponese come arte

Presso la Facoltà di Ingegneria di “Tor Vergata” di Roma.

Resoconto e alcuni dettagli sul nostro forum visibili qui.

Perchè un seminario sulla spada giapponese?

La spada giapponese è allo stesso tempo un pregiatissimo oggetto d’arte e la nobile arma dei samurai, che gode contemporaneamente di proprietà meccaniche incompatibili: la durezza della martensite e la tenacia della perlite.

La difficile lavorazione del katana è sempre stata praticata da pochi artigiani che ne custodiscono e tramandano l’arte da più di mille anni.
Il dott. Alberto Roatti e l’ing. Antonino Lentini della I.N.T.K., l’Associazione Italiana per la Spada Giapponese, ci racconteranno questa difficile arte con il supporto di filmati sulla forgiatura e la tempra, immagini cristallografiche di parti di lame, studi su sabbie ferrose giapponesi, etc., e ci presenteranno alcune lame antiche.

Il successo dell’iniziativa!

Una mattinata intrisa di storia, arte, cultura… ed alta ingegneria, condita, perché no, da un po’ di magia!

Questa la formula del riuscito connubio sul seminario organizzato da ALITUR in collaborazione con l’I.N.T.K., acronimo giapponese per “Associazione Italiana per la Spada Giapponese”, sui metodi di produzione e lavorazione ed i loro risvolti chimici, tecnici ed ingegneristici delle famose e temute spade giapponesi: i Katana.

Un evento, che per la sua portata, ha visto la partecipazione di un pubblico vasto ed eterogeneo, composto sia da studenti e professori di ingegneria che di altre facoltà, riuniti per l’occasione ed accomunati dalla passione e il fascino che l’oriente, ed in particolare questi oggetti, tanto suscitano.


Protagonisti della giornata, oltre ai relatori intervenuti un po’ da tutta Italia: sia ingegneri che puri cultori dell’arte, come il politore Massimo Rossi, anche i nostri professori. Ma la vera protagonista della giornata è stata lei, “la Spada”, un raro e preziosissimo esemplare fatto fare appositamente per l’I.N.T.K. in Giappone nel 2005 da uno dei pochi artigiani-artisti ancora viventi riconosciuti “tesori nazionali per la Prefettura di Tokyo”, il Sensei Yoshindo Yoshihara, nella creazione di tali oggetti paragonabili a gioielli per il loro valore artistico e materiale.

Oltre ciò anche un piccolo blocco di metallo “martensitico”, chiamato tamahagane, anch’esso raro e prezioso da cui si ricavano le poche sensazionali lame.

Il seminario si è concluso con le più svariate domande e con l’eccezionale possibilità di ammirare da vicino la spada e il blocchetto di metallo appositamente portati per l’evento in modo da coglierne da vicino tutti gli aspetti tecnici e artistici, e per assaporarne la loro magia e potenza.

Il programma della giornata:

Ore 10.30
Benvenuto del Preside Prof. Agostino La Bella
Ore 10.45
Introduzione Prof. Vincenzo Tagliaferri, Ing. Elisa Tata
Ore 11:00
Intervento NIPPONTŌ: Poesia della metallurgia Dott. Alberto Roatti, Ing. Antonio Lentini
Ore 13:00
Discussione
Ore 14:00
Conclusioni

Comments are closed.