Vai al contenuto

Iscrizione/rinnovo NBTHK Italian Branch

comunicazione di servizio

Forum

  1. INTK Forum

    1. Presentazioni

      Posta qui il tuo primo messaggio!

      16323
      messaggi
    2. Eventi e Manifestazioni

      Annunci di eventi, manifestazioni, corsi e appuntamenti da non perdere per il mondo delle spade giapponesi in Italia

      3921
      messaggi
  2. Spade Giapponesi

    1. Nihon Token

      I migliori articoli reperibili in Italiano inerenti le spade giapponesi, scritti dagli utenti del forum.

      5205
      messaggi
    2. Consigli e discussioni varie

      Hai una domanda che ti assilla? Sei indeciso se una spada è autentica?
      Vuoi sapere perchè le nihonto sono speciali? Chiedi qui !

      19805
      messaggi
    3. Kanteisho

      lo spazio riservato alle identificazioni delle spade giapponesi.

      7531
      messaggi
    4. Schede tecniche

      Le schede di nihonto famose e di tutte le lame proposte dagli utenti del forum

      5362
      messaggi
    5. Koshirae

      La storia, la descrizione e le immagini delle finiture, delle tsuba e tutti i gioielli che decorano le spade giapponesi.

      4874
      messaggi
    6. Musei

      Presentazione, descrizioni, fotografie dei musei dedicati alla spada giapponese

      412
      messaggi
  3. Antico Giappone

    1. Fiori di ciliegio

      Arte, libri, Cinema e cultura della tradizione giapponese.

      5554
      messaggi
    2. Le arti del guerriero

      Per parlare di tutte le arti marziali

      4304
      messaggi
    3. L'arte nella guerra

      Le armi e l'equipaggiamento del bushi:
      Armature, Yoroi, Kabuto e le altre armi oltre la spada

      1719
      messaggi
    4. Libri e pubblicazioni

      Le recensioni dei libri sulle nihonto e la cultura antica giapponese

      1915
      messaggi
  4. International Forum

    1. General Discussions

      Here you can talk in your language!

      203
      messaggi
  5. Off Topic

    1. Off Topic

      Per parlare di qualsiasi altro argomento!

      11501
      messaggi
  • messaggi

    • Scusa Rol, la risata non era per te.. ma per una "n" mancante, dove il termine «accentata» (come in italiano) di Davide è stato traslitterato in  a c c e t t a t a  (da li l'accetta e la risata). Non certo per la tua domanda. io ci ho messo una vita a comprendere che un "taci" era un tachi e non un richiamo agli antenati romani..   (aggiungo che ) @@DD ... però così non vale!! (e per evitare fraintendimenti, mi riferisco al correttore semi-automatico.))
    • Veramente grazie per la tua esposizione. Solo su questa affermazione avrei qualcosa da ridire ..  (sulla facile e popolare credenza o, meglio, superstizione. La facco franca e breve.. occorre sempre considerare l'aspetto religioso/intimo delle cose (in questo caso persone.. al pari di un monaco benedettino).   La morte, oltre ad essere unica certezza dal momento in cui siamo "vivi", generalmente è vista come la cosa più naturale che ci sia... certo non così auspicata, salvo che in un suicida.. che si chiami Mishina o Monicelli son sottili differenze. Nel caso specifico, giapponese, invece vorrei rammentare banalmente che abbracciare buddismo o shintoismo porta, nel primo caso, all'atto fondamentale della vita, quasi auspicabile.. perchè il "karma" ci inseguirà riproponendo un'altra possibilità per rimediare (alle "cose non buone", fatte nella precedente vita). Quindi una sorta di .. tanto ritorno (avendo sicuramente peccato). Nel secondo caso, invece, v'è quasi la certezza di contiunuare a frequentarla, la vita, seppur sotto un'altra forma.. spirituale o da spiritello (e nel peggiore dei casi potrò ritrovarmi tra Yokai o Kappa o, se mi dice bene, andrò in montagna con gli amici Tengu. In quest'ultimo caso "è la discesa" ..  dalla montagna, a dover aspettare che si riveli nell'ombra un raggio di luce.  (meglio sarebbe definirlo .. illuminato.)   Quindi, banalizzando, un buddista sa che tornerà .. uno scintoista sa che non se ne andrà. E quindi la visione o i timori, (sgrat-sgrat) che talvolta abbiamo vengono completamente stravolti. Sicuramente per un bushi c'è la consapevolezza "dell'occasione" e, tuttosommato, si era preparati a non pensarci.. bastava cogliere l'attimo prima dell'altro. Comunque passa.. e poi, nulla. Sicuramente uno Yamabushi quel "nulla" lo avava già in se.. e tutto fuori era diverso. Tutto aveva un altro aspetto. Vuoto   Talvolta capita di scostare la tenda e riuscire a sbirciare. Ma ora i tempi son generalmente diversi.. anche per un killer,  OperunCorvO .. e "il contrasto" è qui rappresntato dalla vita e dalla morte   Considerato l'argomento e una prossima mostra, per chi potrà (ammirare le opere di Ogata Gekko) vi lascio una naturale traccia ..  https://www.sieboldhuis.org/en/exhibitions/kachōga-de-poëzie-van-de-japanse-natuur  ... in Leiden, Nederland,s c/o Japanmuseum SieboldHuis 
    • Grazie Gianluca ora è tutto decisamente chiaro non ho più dubbi.
    • Ciao Rol, il particolare accento sulla o significa che la vocale è lunga. Purtroppo in italiano si è persa la differenza tra vocale lunga e breve, come invece era nel latino e nel greco, ed è rimasta solo la differenza tra vocale aperta e chiusa (es. la differenza tra bòtte “percosse” e bótte “recipiente”). Graficamente il problema si risolve con l’accento lungo ma la pronuncia ? Di solito si allunga leggermente la durata della o, tipo “tantoo”, con vocale chiusa. Quindi non come la parola “però” ove peraltro la vocale è aperta. La grafia “tantou” si trova esclusivamente nei testi in lingua inglese.  Usarla in italiano sarebbe strano, un po’ come abbreviare una direzione del vento in WSW (per West South West) invece che usare l’italiano OSO (Ovest Sud Ovest).
    • beh, un articolo lo avevo già iniziato a scrivere almeno un paio d'anni fa, ma per vedere la luce (leggasi condivisione) necessita di altro tempo, ed almeno un viaggio dedicato in giappone. Ogni cosa a suo tempo, io purtroppo non sono nè Gianluca, nè Francesco... tanto più che su queste scuole non si trova moltissimo materiale. Nè in inglese, nè in giapponese pertanto l'approfondimento deve per forza passare attraverso un maggior numero di lame viste dal vivo. Ti potrei dire che la lama che gira sopra il nostro forum è di scuola Kanewaka (il boshi è il mio avatar) ma in realtà è stata forgiata ad edo e subisce un'influenza esterna, quindi è un caso un pò particolare qui la avevo descritta più o meno nei dettagli salienti:  anche il wakizashi di davide e la naginata di Max sono kashuto (più tipiche anche) di scuola darani. se fai qualche ricerca delle ultime discussioni vedi che le trovi facile. non voglio toglierti il divertimento, in rete troverai molti spunti.
  • Statistiche forum

    • Totale discussioni
      8235
    • Totale messaggi
      111345
  • Statistiche utente

    • Totale utenti
      4367
    • Max connessi
      1628

    Nuovo Utente
    opischke
    Registrato dal

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante