Vai al contenuto

Sung Gyun

Membri
  • Numero di messaggi

    21
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Sung Gyun

  • Rango
    appena arrivato
  • Compleanno 07/01/1976

Profile Information

  • Provenienza
    Roma
  • Interessi
    L'Aikido, le Arti Marziali e la Storia

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  1. Quoto ma aggiungerei che nel periodo di Saigo Takamori, la situazione politico sociale era assai differente dal primo periodo Edo: si dovrebbe fare un distinguo in merito alla struttura sociale prima e dopo la guerra Boshin. Negli editti dei primi Tokugawa, la struttura sociale venne a costituirsi in modo molto radicale. Poi con l'avvento delle navi nere di Perry, vediamo il cambiamento della società e i moti che portarono all'era Meiji. Se si segue le vicende della guerra Boshin, si scopre che come ha giustamente scritto Roberto, i samurai furono costretti a lavorare i campi perché vivevano in un periodo di necessità. A Satsuma secondo autori come Jansen e Feifer che ne hanno studiato accuratamente l'epoca, i campi erano coltivati da "schiavi". Sung Gyun
  2. Quoto in pieno: vi sono delle teorie in merito a questo "blocco". Sappiamo che durante il governo di Toyotomi Hideyoshi, la figura del samurai contadino era ancora contemplata. Vi sono delle lettere dei Gesuiti nel settore JAPSIN presso gli archivi dei gesuiti a Roma (A.R.S.I.) dove vengono descritte queste figure. All'avvento dei Tokugawa, queste figure di samurai-contadini spariscono totalmente comparendo bensì la struttura sociale che YamaArashi ha giustamente scritto. Sappiamo dalle fonti coreane (Fonti dell'Archivio Reale di Chosun) che la struttura degli Yangban ossia dei nobili era impostata nel seguente modo: alcuno Yangban pur essendo proprietario terriero era permesso lavorare e\o fare il contadino. Erano permessi a loro solo i lavori di tipo burocratico o militare. Sappiamo che questa struttura coreana era stata influenzata da quella cinese dei Ming. Toyotomi Hideyoshi inizia la sua campagna di conquiste nel 1592 (e morendo nel 1598 finisce la guerra di Imjieran). Sappiamo che arrivati in Korea, i samurai presenti come So Yoshitoshi vennero influenzati dalla ricca cultura del luogo: varie fonti che sto seguendo per il mio progetto di dottorato confermano che lo scopo dei giapponesi era quello di prelevare gli artigiani e i maestri del vasellame mentre Hideyoshi aspirava a conquistare la Cina intera... Quindi esistono delle teorie che dicono che la struttura ottimamente descritta da YamaArashi si sia formata dopo la guerra del 1592. Di certo esiste la realtà che i tre paesi confinanti si influenzarono vicendevolmente. Sung Gyun
  3. I suburi fatti in Tanren erano l'allenamento classico di moltissimi samurai. Vi sono moltissime ricostruzioni di studiosi dove vengono dipinti samurai in allenamento costante con i suburi. Ovviamente qui si parla del periodo Edo. Nel periodo precedente (Sengoku Jidai) ovviamente l'allenamento fu proprio la battaglia sul campo... Sung Gyun
  4. Infatti sono testi di John Stevens. Nei forum americani si è discusso tanto tempo fa di questi racconti tra il mito e la storia. Stevens ha fatto un'ottima ricerca personale sulla storia del Fondatore dell'Aikido (e anche di altri) ma come per molti autori non ha applicato alcuna metodologia storiografica per trascendere il vero dal falso, la Storia dal Mito. Probabilmente lo ha fatto perché lui stesso crede in alcuni "miracoli". La cosa strana è che Stevens fu (almeno così afferma) di essere stato allievo di Rinjiro Shirata, uno dei più pragmatici Maestri dell'Aikido. Io consiglierei di leggere Stevens al pari delle favole senza darvi troppo peso storico :) SG
  5. Questi racconti sono stati spesso messi in giro da John Stevens per mitizzare il fondatore. Non so se crederci o meno. So solo che ha donato al mondo un sistema marziale magnifico e più lo pratico e più mi accorgo come sia vasta e stupenda questa arte! Ovviamente parlo del sistema didattico dello Dentoo Iwama Ryu :) Sung Gyun P.S. Mitico la foto di Battosai!
  6. Sung Gyun

    Judo Oggi In Italia

    Piacere mio :) Osservando Mifune si comprende come il Judo di una volta non fossi così lontana dall'Aikido di una volta (quello tradizionale di Iwama). Effettivamente con gli anni i due stili si sono differenziati tantissimo... SG
  7. Anche io sono dell'avviso che si debba avere gli occhi aperti fuori dal nostro "pozzo". Ma ricordiamoci le parole dei grandi spadaccini (come pare abbia anche detto Musashi stesso) : Bisogna vedere il mare che è fuori dal pozzo ma nel contempo rimanere sul bordo del pozzo per vedere cosa vi è dentro! Comunque sia ciò che conta è sempre il praticante e non l'arte. Bisogna però ammettere che questo vale quando si parla di arte nella sua interezza. Se uno fa un'arte marziale insegnata male, può essere geniale quanto volete.. ma non potrà mai praticare tale arte al massimo! SG
  8. Sung Gyun

    Judo Oggi In Italia

    Quoto in pieno. E come ha scritto Benkei che saluto dopo tanto tempo che non lo leggevo, contatta il gruppo di Barioli. A Roma ho conosciuto un suo allievo e facevano il judo "tradizionale" come si fa in Korea o in Giappone. Il testo che hai detto deve essere senz'altro bellissimo. Ti consiglio di andare a vedere anche su google o youtube, Mifune. Vedrai tecniche morbide e bellissime.. dove non è la stazza a farla da padrone ma la mera tecnica\princpio. SG
  9. Sung Gyun

    Mi Presento...

    Benvenuto Hohenheim della luce! SG
  10. E' bello trovarla in questo forum Dott. Sandro :) Spero di poter leggere moltissime cose sui suoi studi! Cordialmente Sung Gyun
  11. Sì è una replica. Su vari forum si sono viste foto simili durante questi anni. Attualmente anche E-bay lo vendono e questo vuol dire molto o nulla. Sung Gyun
  12. O-Sensei fu di certo una persona illuminato. Di sicuro ha praticato ad un livello tale (Kitai) che difficilmente qualcuno riuscira' a raggiungerlo. Io personalmente sono onorato e orgoglioso di poter praticare questa arte marziale. Dispiace pero' che in tutto il mondo esistano dispute su chi ha ragione e chi torto per quanto concerne la visione totale dell'Aikido sia sul lato tecnico che sul lato storico. Sarebbe bello essere tutto sotto un unico cielo. Ma spesso si e' chiamati a discutere anche su cose futili arrivando a minacciarsi inutilmente e a litigare spesso al di fuori di cio' che e' l'Aikido in se per se. I piccoli litigano, i grandi pure...cosa accadra'? Il mio Maestro mi ha insegnato che bisognerebbe sempre fare Tai no Henko ossia poter osservare dalla stessa parte della persona con cui stai "praticando". Reputo che esso sia una pratica assai difficile... Ottima la parte storica cmq..e scusate se sono un po' andato off topic ^_^ Sung Gyun
  13. Sung Gyun

    Konnichi-wa

    Benvenuto e aggiungo ottima scelta di avatar..anche io adoro FFX che seppure giocato a quest'eta' lo ritengo un opera d'arte dell'elettronica. Sung Gyun
  14. Sung Gyun

    Presentazione ^^

    Grazie ^_^ Sung Gyun
  15. Sung Gyun

    Presentazione ^^

    Un inchino orientale pure a te ^_^ Sung Gyun

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante