Vai al contenuto

raffa

Socio INTK
  • Numero di messaggi

    79
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda raffa

  • Rango

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Veneto

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. gran bel video, Yoshindo sembra proprio una bella persona, non sapevo di suo figlio. E' si Massimo quel abito non si può proprio vedere!!! se poi siamo nel bosco, vale in tutti i sensi :))) ....bi....
  2. bhe, comunque se è una cosa che arriva da tuo nonno ha già un fascino. In alcuni miei viaggi in Asia ho viste cose simili anche in altri paesi fuori dalla cina, anche se molto probabilmente la provenienza, come dice Massimo, è cinese. Magari questa è solo una scintilla.... ma come tale potrebbe diventare un fuoco e da questa lama che tuo nonno ti ha tramandato potrebbe nascere in te la passione e l'interesse per le lame giapponesi che hanno un gran fascino per moltissimi aspetti. E' un mondo complesso ,ma non lo è anche quello in cui viviamo? :) ognuno credo si possa avvicinare alle lame giapponesi per motivi diversi e con approcci diversi, però sicuramente hanno un fascino che accomuna tutti quelli che iniziano a conoscerle un po' meglio.
  3. intanto grazie per i diversi spunti
  4. No Francesco, mai neanche sentito questo Komonjo. Cavolo addirittura falsa ?? con una politura ad acido?? tutto è possibile , ma mi sembrerebbe davvero strano. Il nagako ripatinato magari, ma se ad esempio la confronto con una mia showato gunto(che alcuni consideravano gendaito) non c'è paragone, ma poi anche paragonata a tante altre lame. Se fosse vero, mi dovrei ricredere sul tutto il mondo della forgiatura per il mio gusto, perchè a mio gusto personale a me piace davvero tanto per pulizia della geometria, colori, effetti. Farei davvero i complimenti al falsario e rivaluterei molto queste produzioni (cosa che non avrei mai pensato). se ci sarà l'occasione la vedremo assieme dal vivo.
  5. Aggiungo anche queste, vedendo le tonalità di colore a me sembra che il kaeri va giù secco, comunque al prossimo Kantei la porto e risolviamo L arcano 😃
  6. Allora Francesco io direi , ma molto probabilmente sbaglierò alla grande, che ha un hamon chu suguha, con elementi di notare. Sull hamon oserei dire che vedo tracce di hakikake e di sunagashi L’hada mi sembrerebbe nashiji-hada o konuka –hada Per il boshi direi un ko maru, anche se non ne trovo uno che sia proprio ugualeA me sembra un kaeri katai. E qui nasce in genere una delle mie difficoltà. Ossia a volte non mi sembra di vedere nella realtà quello che viene classificato sui testi, probabilmente dalla mancata esperienza. Aggiungo un’altra foto del boshi dall’altro lato che ho trovato. Quando avrò occasione ne proverò a fare delle altre. Si questa lama non ha ne habaki ne koshirae/shirasaya. Vorrei fare uno koshirae, ho già i diversi elementi. Ma visto che non costa poco farlo fare….con calma arriverà. Infatti approfitto per chiedere se va bene come la conservo al momento , ossia con il suo strato di olio di garofano e ben coperta con un telo di cotone, in luogo super coperto e asciutto. Aggiungo anche, ahimè, che mostrandola ad un amico la lama, questo l’ha alzata per vederla meglio…. Il problema è che ero in un soppalco dal soffitto baso e pure con pareti in cemento armato. Insomma ha impattato direttamente con la punta sul cemento armato nel gesto di tirare su la lama col braccio. La punta è ancora ok, ma con il dito si sente che è stata leggermente curvata la puntina/sbeccatina. Non vi dico al botto, ho avuto i sudori freddi. Ho imparato la lezione… e molto bene. Alla fine la colpa è stata più mia che del mio amico, perché dovevo prevenirlo. Però ho imparato la lezione. E non è così grave, è appena percettibile. Con una eventuale politura si sistemerà. Ma ,ad esempio, Francesco visto che stai studiando anche da togishi ti chiedo, su una lama già così polita, se si volesse fare una politura per risaltare l’hadori, attività e sistemare la puntina, bisognerebbe partire dall'inizio? O si può partire già con le ultime pietre??
  7. Continuo....ad approfondire
  8. uuuuu france quanta roba pffiiuuu. Uauu. Grazie. Ce n'è di materiale. Anche se se però le mie conoscenze sono molto più indietro e vado parecchio in difficoltà. Già con il nagayama che lo vedo più semplice, ma poi tale non è, trovo sempre casi diversi. Ad esempio ho trovato ,con uno sguardo veloce, un boshi che va giù netto come questo , vedo se trovo foto dell'altro lato.
  9. grazie intanto Francesco. Guarda la lama non l'ho qui davanti, ma a casa madre. Ero qui in quarantena con foto che avevo fatto tempo fa e ho pensato di postarle. Quindi faccio fatica a risponderti. Ma il boshi quando curva in direzione del mune per intenderci, non ti sembra che vada verso il basso? mi sembra di vedere la linea cosi netta,rispetto alla tua curva rossa, però io ne so molto meno di voi, quindi è solo un parere.
  10. Ciao a Tutti, vi allego queste immagini di questo O-kissaki wakisashi, mi potete gentilmente aiutare a darmi il vostro parere sul periodo, che io ho ipotizzato shinto / shinshinto e magari scuola ecc. Nagasa 50,6 Sori 0,8 Kissaki 10 cm Mune in habaki 0,65 Mune a Yakote 0,5 Nagako 13,1
  11. aggiungo che nonostante pure io usi paypay bisogna stare attenti ahime anche come venditori. Questo perchè tendenzialmente payapl da sempre ragione all'acquirente e può capitare che truffatori ( generalmente avviene per alti importi) siano interessati all'acquisto, paghino, e....poi dicono che il pacco non è arrivato con dentro l'oggetto..... Questi sono truffatori ed è già successo che paypal desse ragione al compratore. E' successo anche di oggetti bloccati alle dogane e per mancanze di risposte e tempi lunghi di risposta paypal ha dato ragione al compratore. Quindi occhio anche a vendere cose dalle cifre importanti. In ogni caso tendenzialmente se si ha a che fare con soggetti con molti feedback positivi il rischio di truffa è molto molto più basso. Su ebay ci sono molte storie di venditori truffati che per questo hanno deciso di non vendere più tramite paypal.
  12. gran belle parole non banali
  13. Sandokan e Tremal Naik... Hai nominato due miei miti da piccolo e ancora oggi. Uauuu che emozione. Farebbe tanto bene ai giovani d'oggi conoscere queste storie, invece che guardarsi i selfie sul cell.
  14. io confermo mia presenza con molto entusiasmo!
  15. Grande Betadine per la spiegazione antropologica e storica. Si il testo del Milione che ho letto è quello da te riportato. Metto la versione più moderna del Milione da me letto " A Zipangu c'è un'usanza che merita di essere riferita: quando qualcuno cattura un prigioniero che non viene riscattato, invita i parenti e gli amici a un banchetto, fa cucinare quell'uomo e lo offre da mangiare agli ospiti. Dicono infatti che la carne umana sia la migliore""". De gustibus

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante