Vai al contenuto

Luca Clemente

Membri
  • Numero di messaggi

    14
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Luca Clemente

  • Rango
    appena arrivato
  • Compleanno 22/10/1973

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Gorizia
  • Interessi
    storia e scherma medievale occidentale, lancio dell'ascia storica, lingua + cultura giapponese (alla scoperta), equitazione, fotografia, disegno, armi bianche in genere

Previous Fields

  • ID Ebay
    ulf1000yahoo

Contact Methods

  • Skype
    misonmi73
  1. salve su questo vorrei ricordarvi che in Giappone i manga vengono disegnati e impaginati da destra a sinistra, e nei balloons le scritte sono appunto in verticale e da destra a sinistra (anche i furigana sono posti a destra dei kanji) , mi paiono quindi logiche le conclusioni.. che ne pensate?
  2. Luca Clemente

    Prima tsuba

    Infatti i miei dubbi sorgono dal fatto che, a quanto sembra, le fusioni non sono considerate come forma di artigianato genuino o artistico. Perché? per fare una fusione di qualità e artisticamente valida ci vuole comunque un bravo maestro che esegua lo stampo con le sue incisioni, e un fonditore esperto che riduca al minimo i difetti propri delle fusioni. La mia perplessità deriva dal fatto che si escluda a priori la fabbricazione per fusione delle tsuba ( almeno a livello di forma grezza da rifinire). Ma visto che non conosco l'argomento mi viene da pensare che in effetti le tsuba venissero tutte forgiate a mano da zero, cosa plausibile ma di cui non ho ancora nozione. Me lo confermate? grazie
  3. Luca Clemente

    Prima tsuba

    ok, quindi si sta giungendo alla conclusione che la tsuba in questione potrebbe essere un pezzo contraffatto, giusto? altrimenti comincio a trovarmi in confusione, dato che tra te e Mauri mi avete fornito due versioni non dico antitetiche, ma perlomeno divergenti sotto diversi aspetti della questione. Bene, vediamo come si sviluppa la discussione e grazie ancora
  4. Luca Clemente

    Prima tsuba

    Grazie! infatti continuando a leggere sul forum mi sono reso conto che , Gunto a parte, tutte le spade sono state fatte artigianalmente. La mia era una speculazione basata sul presupposto (errato, ora lo so) che alcune produzioni venissero fatte "in serie" magari per una classe combattente non a livello dei samurai. Bene, dubbio fugato e un paio di cose nuove imparate, grazie mille come sempre per la vostra disponibilità!
  5. Luca Clemente

    Prima tsuba

    Ciao, io parlo da completo ignorante quindi non picchiatemi, ma non potrebbe trattarsi di una tsuba fabbricata ma non rifinita a causa di un effettivo inutilizzo? Nel senso che potrebbe non essere mai stata montata e rimasta in "magazzino" perché l'artigiano non è riuscito a venderla, quindi solo parzialmente lavorata??
  6. fantastico, per un aspirante principiante come me questi articoli sono una vera manna.... grazie a tutti
  7. Grazie mille Mauri, spero di riuscire a venire in primavera sarebbe veramente interessante. Immagino che tutto verrà segnalato nella sezione eventi del sito, giusto? Bene, con qualche mese di tempo a disposizione almeno riuscirò a farmi le basi sui termini principali (spero).
  8. Grazie a tutti, qui si trova veramente una miniera di informazioni utili per iniziare!! Sono previsti anche dei corsi per il prossimo anno? 有難うございます!
  9. Luca Clemente

    salve!

    Grazie per i cortesi suggerimenti, inizierò a esplorare !!! A presto
  10. Luca Clemente

    salve!

    Buongiorno a tutti gli utenti di questo forum! Mi sono avvicinato da poco al mondo della spada giapponese, ma da rievocatore appassionato di armi bianche (medioevo europeo) ne ho subito il fascino in maniera prepotente. Ora, da perfetto ignorante quale sono, vi chiedo di avere pazienza , poichè vi tartasserò con le domande (probabilmente) più stupide che mi verranno in mente sull'argomento. Tanto per cominciare, c'è qualche testo-articolo-dispensa di riferimento per la nomenclatura dell' hamon e delle sue varie forme?? Arigatou e ciao a tutti!!!

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...