Jump to content

Manuel Coden

Socio INTK
  • Content Count

    811
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About Manuel Coden

  • Rank
    C0D
  • Birthday September 26

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Pordenone
  1. Allora inizia studiando i post bloccati in alto nelle varie sezioni, sono i concetti fondamentali per iniziare ad apprezzare le nihonto
  2. Di sicuro su queste lame non vale la pena, ti dico solo che di solito si calcola il prezzo in "xx € al cm"
  3. Mi permetto di essere brutalmente onesto con te, non lo faccio per cattiveria ma per farti capire che comprare oggetti come quelli che hai preso non ti fa crescere in conoscenza né sono un buon investimento. Il tanto di questo post è pressochè una barra di ferro, creato per il solo scopo di tenere assieme il koshirae e venderlo come souvenir, probabilmente tra il periodo Meiji e Taisho. Il koshirae stesso è una sorta di accozzaglia di pezzi, l'unica cosa degna sono fuchi e kashira e la saya. Il same della tsuka è di bassa qualità (come si denota dai nodi malamente incollati per farlo sembrare migliore), la tsuba è fatta per la lama, quindi un piatto di ferro, i menuki sembrano di fusione, la kozuka non è neppure minimamente decorata. Per quanto riguarda il wakizashi invece c'è poco da dire, non si vede nulla della lama, il nakago è malamente rifinito, se come sembra il mune è piatto potrebbe essere una barra sagomata come il tanto, ma anche non lo fosse le condizioni sono pessime, ci sono tacche così profonde che anche ci fosse hamon lo attraverserebbero completamente. Detto questo non ti scoraggiare, se veramente vuoi imparare di più sul mondo delle nihonto prendi qualche buon libro, leggi i post sul forum, se hai la possibilità visita dei musei con lame esposte e soprattutto vieni agli incontri INTK che sono il modo migliore di vedere lame in mano ed avere qualcuno che ti insegna ad apprezzarle
  4. Questa lama si trova su ebay, quindi se qualcuno te l'ha offerta via mail, fai molta attenzione perchè potrebbe essere una truffa
  5. Direi che non troveresti nulla sotto la ruggine, probabilmente non è nemmeno temprata
  6. Il Nagayama in questo caso può fare ben poco, questa lama non credo si possa considerare una nihonto, probabilmente è di epoca Meiji e fatta solo per mantenere il koshirae assieme. Il nakago malamente rifinito e il mune piatto lo indicano in maniera piuttosto chiara.
  7. C'è qualche discussione in merito a queste lame RJT se siano o meno nihonto a tutti gli effetti, da quello che vedo su quella da te postata direi che a mio parere si tratta di una nihonto, nel senso realizzata in tamahagane e con tutti i crismi
  8. Non ti posso aiutare molto con la traduzione in quanto i kanji in corsivo sono ancora più difficili da leggere di quelli "standard", però non ho trovato nessuna informazione riguardo un forgiatore gendaito di nome Hiroaki, probabilmente era poco noto oppure aveva iniziato a lavorare verso la fine della guerra. Quello che ti posso dire è che le lame con lo stampo del Rikugun Jumei Tosho (RJT) dovevano sottostare a standard qualitativi e realizzativi, e quindi di solito sono di discreta qualità, qui maggiori informazioni a riguardo http://www.militaria.co.za/articles/RJT_Info.pdf La lama che ci mostri sembra ben realizzata e si vede qualche attività, sebbene nulla di straordinario
  9. Vederlo di persona sarebbe la cosa migliore anche per valutare la fattibilità di politura, se hai la possibilità potresti venire all'incontro del 24 Novembre a Sesto Fiorentino e così lo possiamo vedere
  10. Il sugata muzori ci sta con il medio-tardo Muromachi, non si vede molto di hada ed hamon, ma si intravedono molti jinie, penso che dovresti farla polire e ti ritroveresti con una bella lama (a patto ci sia ancora hamon)
  11. un consiglio per le foto, appoggialo su una superficie, preferibilmente con un panno scuro, altrimenti tenendola così metti a fuoco solo il tappeto di casa...
  12. di Sukesada con quei kanji ce ne sono stati molti: SUKESADA (助貞), Einin (永仁, 1293-1299), Bizen/Sagami – “Sukesada” (助貞), Fukuoka-Ichimonji school, first name Tōgenji (藤源次), according to tradition the son of Sukezane (助真), some sources see him also as son of Suketsuna (助綱) who was in turn a son of Sukezane, he signed first with Norisada (則貞) and was active from about Einin to Tokuji (徳治, 1306-1308), it is said that he accompanied his father to Kamakura, normal tachi-sugata, itame with ji-nie, the utsuri is faint, chōji-midare or suguha mixed with chōji in ko-nie-deki, he applied no longer the flamboyant ōbusa-chōji of Sukezane, the signature is small and executed as tachi-mei SUKESADA (助貞), Tokuji (徳治, 1306-1308), Bizen – “Sukesada” (助貞), Fukuoka-Ichimonji school, maybe a Sukesada from the lineage of Sukezane (助真) who remained in Bizen and did not go to Kamakura SUKESADA (助貞), Eikyō (永享, 1429-1441), Bizen – “Bishū Osafune Sukesada saku” (備州長船助貞作) SUKESADA (助貞), Ōei (応永, 1394-1428), Higo – “Hishū-jū Sukesada” (肥州住助貞), “Sukesada” (助貞), Enju school SUKESADA (助貞), Ōei (応永, 1394-1428), Suruga – “Sunshū-jū Sukesada” (駿州住助貞), “Sukesada” (助貞), he is listed as one of the ancestors of the Shimada school (島田) and it is said that he came originally from Bizen province SUKESADA (助貞), Kōshō (康正, 1455-1457), Suruga – “Sunshū Shimada-jū Sukesada” (駿州島田住助貞), Shimada school SUKESADA (助貞), Kanbun (寛文, 1661-1673), Settsu – “Sesshū-jū Fujiwara Sukesada” (摂州住藤原助貞), student of Sukehiro (助広) Detto questo, lo stile di scrittura del carattere "Suke" e il sugata mi fanno pensare a quelli di scuola Shimada in quanto altri forgiatori di quella scuola lo scrivevano in quella maniera, quindi medio-tardo Muromachi. Servirebbero foto migliori e magari una politura per essere più sicuri.
  13. Di Sukesada ce ne sono stati molti e in epoche diverse, me la sentirei di escludere tutti quelli precedenti al periodo Muromachi guardando la tua lama, dovessi fare un ipotesi direi tardo Muromachi o primo Edo, ma senza foto della lama sono voli pindarici
  14. La firma è 助貞 Sukesada come hai detto, quel "suke" veniva usato dalla scuola Shimada e da alcune Bizen antiche. Detto questo al nakago è stata rimossa la patina (cosa da non fare assolutamente) e lo stile di scrittura è piuttosto grezzo. Se posti altre foto della lama forse ti potremo dire di più a riguardo
  15. La lama sembra di essere epoca Edo, il sori ridotto potrebbe in effetti indicare un Kanbun shinto, ma senza vedere di più è difficile dire
×
×
  • Create New...