Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
eraschobju2

RECENSIONI - "Giappone Mandala" ed altri libri

Messaggi consigliati

Konnichiwa. :arigatou:

 

Ho finito da poco di leggere un saggio dal titolo “GIAPPONE MANDALA” di Fosco Maraini.

Chi si interessa di Oriente e di Giappone in particolare, non può ignorare questo etnologo, viaggiatore, linguista, alpinista. che è scomparso nel 2004 all’età di 92 anni.

La sua vita fu un’avventura continua, vissuta fra Tibet, Giappone, Corea, Italia.

Il libro fu pubblicato in inglese nel 1971, ma è stato tradotto e pubblicato in Italia solo nel 2006.

Oltre ad una splendida raccolta iconografica (eh si, il nostro era anche un fotografo di tutto rispetto!) il libro spazia attraverso vari aspetti della cultura giapponese che vanno dalle religioni professate ed il ruolo che hanno avuto nel forgiare il carattere di questo popolo (l’amore per la natura e la purezza dello shintoismo, la pragmaticità del confucianesimo, la effemericità del buddismo) agli aspetti della vita quotidiana ed il cibo: “ … mentre un pasto cinese è una comunione con l’arte dell’uomo – come si ottiene questa salsa straordinaria?- e un pasto occidentale è una comunione con il potere dell’uomo – la quantità, la solidità; quegli strumenti di guerra: coltelli, forchette! Il metallo luccicante che taglia la carne rossa- un pasto giapponese è una comunione con la natura – una radice è una radice, una foglia è una foglia, un pesce è un pesce, le quantità sono misurate in modo di evitare la sazietà: questo è puro shintoismo a tavola!”) al significato della scrittura (gli ideogrammi pagodici), alla bellezza della natura ed al suo rapporto con l’uomo, al significato diverso di moralità : “…è stato detto che il sentimento dominante della società giapponese è quello della vergogna – haji – mentre la società occidentale sarebbe dominata dal senso del peccato…”.

E’ insomma una sorta di compendio della giapponesità (mi si perdoni il termine) un viaggio nel profondo della società nipponica : “…i giapponesi sono in una condizione di vantaggio spirituale; essi sono moderni con tutto il loro essere, anima e corpo, con radici remote che affondano nel mito e nella fiaba!”.

Nonostante i temi trattati possano sembrare ostici e pesanti, il libro non lo è affatto, ma al contrario , credetemi, avvince il lettore trasportandolo in un viaggio nella terra dei kami.

 

Con l’augurio di una lettura e una visione di questo libro lenta e avida, lieve e profonda.

 

Oyasuminasai :arigatou:

 

Giappone Mandala di Fosco Maraini Ed. Mondadori Electa (€ 39.00)

Modificato: da eraschobju2

Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...io in questi giorni sto invece cominciando a leggere il libro della Benedict "Il crisantemo e la spada",vediamo cosa ne esce fuori.

Grazie ancora per la segnalazione!


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bravissimo Musashi !

 

E' un bellissimo testo che ho letto alcuni mesi fa e del quale mi riproponevo di fare una mini recensione come segnalazione (magari la possiamo fare a 4 mani, se vuoi, quando lo avrai finito , tanto per non essere l'unico "palloso" del forum :happytrema: ). Mi era stato suggerito da una amica giapponese e con ragione.

E' molto diverso da quello di Maraini anche se si riconoscono tratti di interesse comuni.

Grazie per aver risposto alla mia segnalazione.

 

Dewa mata. :arigatou:

Modificato: da eraschobju2

Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a te eras per le tue segnalazioni e le tue recenzioni niente affatto pallose! il mio problema è che in questo periodo non ho un secondo per la lettura "disinteressata" ma ho acquistato questo libro perchè era un affare (2 euro su ebay, costa 18!) e ho cominciato a leggere qualche paginetta.

L'approccio della Benedict sembra, dalla sua esposizione iniziale sul metodo di ricerca antropologico, piuttosto tecnico e attendibile. Ho letto recensioni molto positive ma anche molto critiche (la più popolare è quella che giudica questo testo "revisionista" così da rendere più "simpatici" i giapponesi e la loro cultura affascinanti per gli americani), io aspetto di finirlo (?)...


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

OK Musashi.

 

Il libro può essere effettivamente considerato un po' revisionista, ma ciò non di meno ha aspetti molto interessanti, soprattutto se lo si filtra con la lente degli anni in cui fu scritto. D'altro canto voleva essere una specie di handbook per le truppe di occupazione (per lo meno per quelle più cerebralmente differenziate!) ed in questo mi sembra che tracci una serie di interpretazioni molto giuste per lo meno per il Giappone della fine degli anni 40. Trovo comunque che molti aspetti del carattere descritti siano ancora veri oggi.

 

A presto


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Trovo molto bello anche "Ore Giapponesi" di Maraini. Si può trovare una valida edizione della Corbaccio. E' un libro pieno. Pieno di racconti, di rimandi, di appunti storici. Fosco Maraini aveva la rara capacità di partire scrivendo libri di viaggio e di arrivare a conclusione con molto di più sulle pagine.

 

Un saluto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Trovo molto bello anche "Ore Giapponesi" di Maraini. Si può trovare una valida edizione della Corbaccio. E' un libro pieno. Pieno di racconti, di rimandi, di appunti storici. Fosco Maraini aveva la rara capacità di partire scrivendo libri di viaggio e di arrivare a conclusione con molto di più sulle pagine.

 

Credo che "Ore Giapponesi" sia il vero capolavoro di Maraini. "Mandala" è uscito postumo, ed è corredato di bellissime fotografie (scattate dall'autore, raffinato fotografo), ma in "Ore giapponesi", intervallata alla narrazione autobiografica, vi sono considerazioni sulla cultura e mentalità giapponesi di una profondità, sottigliezza e verità che raramente ho ritrovato altrove.

:arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo. Giappone Mandala è un po' un concentrato (postumo) che riprende in sintesi i temi di Ore Giapponesi. Forse per il neofita che si approccia consiglio di leggere prima Giappone Mandala e poi Ore giapponesi. Sono ocmunque due testi da avere per i nippofili


image665.jpg

image634.jpg

image719.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Verissimo.

Attualmente sto finendo di leggere Ore Giapponesi (revised edition).

Ovvero: come dal diario di un viaggio si possano esprimere concetti sulle massime cose (poi ripresi in Giappone Mandala).

Lo consiglio a tutti.


Tooyama ga

Medama utsuru

Tombo kana

 

Montagne remote

riflesse negli occhi delle libellule

 

(Kobayashi Issa)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto, poco tempo fa, l'autobiografico Case, Amori, Universi, sempre di Fosco Maraini, dove, fra le altre cose, descrive il suo soggiorno e la sua prigionia (dopo l'8 settembre) in giappone. Bellissimo il suo incontro con un padre gesuita studioso di religioni orientali che descrive il giappone come la "tomba delle vocazioni", in quanto è facilissimo per un cristiano cedere alla fascinazione per la filosofia buddista (cosa che accade al gesuita in questione) ed è interessante come l'amore palese che l'autore porta al giappone non lo trattenga dal descrivere e criticare duramente il trattamento ai prigionieri di guerra civili (forse disprezzati più dei militari), identificandone la causa nell'eccessiva occidentalizzazione del giappone moderno (ai suoi tempi), che riteneva un punto d'onore non essere meno efferato dell'alleato nazista.

Un libro splendido dove, oltretutto, maraini descrive una "Intellighentia" europea, borghese quanto si vuole ma sinceramente interessata a fare cultura ed a conoscere ciò che è diverso da se, una pulsione che ha fatto viaggiare l'autore fino in estremo oriente per scoprire altri modi di fare e pensare, persino nella crudeltà della guerra.

Il mio errore è stato finire il libro ed accedere la TV, c'era Lucignolo.

M'è preso uno sconforto. :brooding:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
...io in questi giorni sto invece cominciando a leggere il libro della Benedict "Il crisantemo e la spada",vediamo cosa ne esce fuori.

Grazie ancora per la segnalazione!

 

E' un saggio o un romanzo? Che argomenti tratta?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è un saggio di sociologia. Ruth Benedict (sociologa di fama) fu incaricata dalla Cia per scoprire il profilo socio-psicologico dei giapponesi, per conoscere il nemico (II guerra mondiale) e prevedere mosse e comportamenti. Alla fine il testo si mostra piacevole da leggere e mentre pian piano si intravede il modello comportamentale giapponese (ma della prima metà del secolo) di pari passo si acquisiscono diversi aneddoti comportamentali e culturali giapponesi.

Peccato non avere il tempo per terminare di leggerlo!


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io rispetto moltissimo questo autore. Provo una profonda stima nei suoi confronti. Io ho letto l'altro suo libro sul Giappone: "Ore giapponesi". Meraviglioso. Interessantissimo, ti apre completamente di fronte agli occhi un altro mondo. Adesso mi affretterò ad acquistare anche Mandala che se non sbaglio è più recente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante