Vai al contenuto

rafman

Membri
  • Numero di messaggi

    64
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda rafman

  • Rango

  1. Sifu (e non shifu) e sensei sono la stessa cosa. Stesso ideogramma e stesso significato. Le due culture , cinese e giapponese, sono state molto vicine e per parecchi anni. Sinceramente , insegnando arti interne cinesi (il termine taichi comprende tante cose, tanti stili) e praticando iaido non vedo troppe differenze nel rigore che viene richiesto per apprenderle. Anche nello iai, se vuoi essere efficace è rischiesta la morbidezza e nel taichi, se vuoi essere efficace, devi essere preciso. Ad esempio senza il rispetto delle tre armonie esterne le tecniche non funzionano
  2. rafman

    ...

    Grazie per la precisazione. Non lo sapevo.
  3. rafman

    ...

    Fantastico! "Mai dire banzai" però che si da delle arie di serietà. Anche secondo me la sezione adatta è offtopic..
  4. rafman

    ...

    Consiglio, lo trovi sempre su youtube , quello che vede come protagonista Otake Sensei, attuale caposcuola della Katori Shinto Ryu, a mio parere uno dei più interessanti.
  5. rafman

    NEL DOJO

    Sono contento che il libro piaccia. Rendere la prosa dell'autore, rispettandone il significato, non è stato facile, ma a me e Luca Malavasi, che ha tradotto il libro con me, premeva diffondere un testo che ritenevamo interessante. Leggendo qui e su altri forum posso dire che abbiamo conseguito l'obbiettivo che ci eravamo assegnati. Pertanto ci apprestiamo a tradurne un altro, sperando di fare ancora meglio.
  6. rafman

    Saya abbondante....

    Concordo con Lorenzo. Aprire la saya per ripararla e poi richiuderla è garanzia di un lavoro poco preciso. Anche io consiglio di procedere con la realizzazione di un nuovo fodero , e fatto da un professionista possibilmente. Da quello che dici, i segni sulla lama dovrebbero essere dovuti ad una pulizia della lama non accurata che ha lasciato sulla superficie della stessa del materiale abrasivo e comunque se la lama "balla" all'interno della saya non è una bella cosa non fosse altro per la sicurezza tua e di chi pratica con te. RafMan
  7. rafman

    NEL DOJO

    A fine agosto sottoporrò il testo all'esame di un maestro di spada giapponese. Vi dirò come è andata.....
  8. rafman

    libri utili

    Giusto Furutani sa un po' di made in usa, ma Clavell? Non mi pare originario del Giappone.... Ma si sa i romanzi non possono ( e secondo me non debbono nemmeno esserlo) essere uguali ai saggi e un po' di colore non guasta mai. E anche nei saggi chi non ricorda il tremendo "kung-fu di Okinawa di John Amstead" (uno dei cattivi dei film di Bruce Lee).
  9. rafman

    libri utili

    La trilogia di Dale Furutani . Agguato all'incrocio, vendetta al palazzo di giada , uccidete lo shogun E' edita da Marcos y marcos
  10. rafman

    NEL DOJO

    Grazie. Concordo con te sul fatto che nelle nostre discipline non vi possano essere fonti inattaccabili, proprio in ragione delle caratteristiche specifiche dei vari dojo e del tessuto sociale in cui questi risiedevano.
  11. rafman

    NEL DOJO

    Trattasi di semplice curiosità.......Nonchè di un po' di conversazione in questo spazio virtuale. Spero comunque che tu possa trovare le notizie interessanti. Teniamo presente che l'autore è una praticante di Shinkage Ryu che ha avuto la fortuna di essere istruito e di apprendere le notizie da uno degli istruttori diretti del ryu. Per me , la prima volta che l'ho letto, le sorprese non sono state poche. Al mantovano chiedo : Mantova provincia o città?
  12. rafman

    NEL DOJO

    Che disciplina praticate? Io iaido, karatedo e xing yi
  13. rafman

    NEL DOJO

    Contentissimo del fatto che lo abbiate comprato...... Ma sarei ancor più contento di avere un vostro parere sul libro in sè, sulla qualità della traduzione, riguardo alla quale dovete tener presente che io e l'amico Luca abbiamo cercato di rimanere il più possibile fedeli all'originale. Grazie sin d'ora RafMan
  14. rafman

    NEL DOJO

    provvedo
  15. rafman

    NEL DOJO

    Dove? La distribuzione mi interessa.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante