Vai al contenuto
Musashi

Samurai E Araldica Giapponese

Messaggi consigliati

le incomprensioni possono succedere ed io me ne scuso.

però non capisco il tuo P.s.: perchè dovrebbe essere disonorevole per l'imperatore sedere fra i cavalieri dell'ordine della giarrettiera?

quanto al sopravvivere 1000 anni fa succhiando tuberi non è corretto..non erano selvaggi e qualcosa di buono lo conoscevamo anche noi...tieni conto che comunque(senza offesa per i "giapponesofili") che noi abbiamo avuto un "evoluzione" storica che in giappone non c'è stata, alle nostre scoperte, alle esplorazioni...quanto alla raffinatezza è spesso un luogo comune...anche in Europa in secoli considerati generalmente "bui" c'era attenzione(almeno da parte dell'aristocrazia) per l'arte nelle forme di pittura scultura, poesia...

 

Da mediocre conoscitore/osservatore esterno del nippon-pensiero penso che possa essere considerato disonorevole anche solo il semplice invito a farne parte , non perchè considero quell'ordine disonorevole o non meritevole di considerazione ma perchè è la storia che parla al posto dei protagonisti e di come agiscono attualmente , calcola che nel suo paese è ancora oggi considerato innominabile , non si può pronunciare il nome dell'imperatore in pubblico , tanto per far capire in che " sfera " è .

 

Per il resto quoto ken .. Però vado a mettere su il vhs di godzilla ed originale del 1958 , non sò perchè ma mi è venuta voglia di vedermelo ..

 

Buon proseguimento .


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mah, che non sia nominabile non lo discuto, ma forse dovrebbe ridimensionare le sue pretese visto che gli imperatori giapponesi hanno avuto sovranità per pochissimo tempo rispetto alla durata della dinastia mentre i re inglesi hanno sempre mantenuto la sovranità

per la regina in un ordine giapponese credo sia già successo...

Gian

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
E' giusto ed io per par condicio lo accetto non ritenendoti nemmeno superiore. Può andar bene un pareggio tra Mazinga e Goldrake? :gocciolone:

niente pareggi! ne resterà uno solo! :happytrema::gocciolone:

scherzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono anch'io dell'idea che per il loro modo di pensare dovrebbe essere disonorevole per l'imperatore fa parte di un ordine con un'altra persona al vertice (dato che nel suo paese lui viene considerato come incarnazione di un Dio)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
mah, che non sia nominabile non lo discuto, ma forse dovrebbe ridimensionare le sue pretese visto che gli imperatori giapponesi hanno avuto sovranità per pochissimo tempo rispetto alla durata della dinastia mentre i re inglesi hanno sempre mantenuto la sovranità

 

Gian

Qui mi sa che mancano un po' di conoscenze storiche sul ruolo dell'imperatore in Giappone. Consiglio un ripassino le cose non stanno esattamente così.

E poi quali pretese dovrebbe ridimensionare scusa ?

Se la regina è in un ordine Giapponese ne sarà onorata immagino, bello scambio di cortesie.

Ma poi scusa io non sono mica l'avvocato del Tenno, tu per caso invece sei l'avvocato della regina d'Inghilterra?


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Sono anch'io dell'idea che per il loro modo di pensare dovrebbe essere disonorevole per l'imperatore fa parte di un ordine con un'altra persona al vertice (dato che nel suo paese lui viene considerato come incarnazione di un Dio)

 

ma non dovette rinunciarvi alla fine della IIguerra mondiale? a considerarsi un dio voglio dire...

Gian

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Qui mi sa che mancano un po' di conoscenze storiche sul ruolo dell'imperatore in Giappone. Consiglio un ripassino le cose non stanno esattamente così.

E poi quali pretese dovrebbe ridimensionare scusa ?

Se la regina è in un ordine Giapponese ne sarà onorata immagino, bello scambio di cortesie.

Ma poi scusa io non sono mica l'avvocato del Tenno, tu per caso invece sei l'avvocato della regina d'Inghilterra?

 

urca mi hai beccato! sono l'avvocato della regina d'inghilterra(nonchè del diavolo :happytrema: )

a parte gli scherzi ammetto di non essere ferrato sulla storia giapponese come su quella europea, ma mi pareva di aver letto che gli imperatori persero il reale potere alla fine del 13secolo per riacquistarlo solo a metà ottocento, che poi fossero rispettati non discuto, ma il rispetto non da il potere...o no? mi pareva che per quel tempo avessere governato dei "signori feudali" o sbaglio?

Gian

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ma non dovette rinunciarvi alla fine della IIguerra mondiale? a considerarsi un dio voglio dire...

Gian

in storia sono una capra però che DOVETTE non penso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ma non dovette rinunciarvi alla fine della IIguerra mondiale? a considerarsi un dio voglio dire...

Gian

Sì ufficialmente egli non ha più una discendenza divina, ma vi sono molti partiti conservatori che a prescindere dalla nuova costituzione imposta dagli amereggani, continuano a ritenerlo di discendenza divina, per non parlare poi del rispetto della popolazione intera. Comunque inutile nascondersi dietro a un dito, il Tenno è un comune uomo e la regina Elisabetta è al trono senza nessuna volonta o imprimatur di Dio. Questa è la verità oggettiva sugli uomini, e la cosa non ha nulla a che vedere con gli aspetti religiosi di entrambi i paesi, sono semplici simbologie, archetipi dalla forte funzione sociologica.

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah che sia semplicemente un uomo al di là di come venga considerato o si consideri sono il primo a sostenerlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
urca mi hai beccato! sono l'avvocato della regina d'inghilterra(nonchè del diavolo :happytrema: )

a parte gli scherzi ammetto di non essere ferrato sulla storia giapponese come su quella europea, ma mi pareva di aver letto che gli imperatori persero il reale potere alla fine del 13secolo per riacquistarlo solo a metà ottocento, che poi fossero rispettati non discuto, ma il rispetto non da il potere...o no? mi pareva che per quel tempo avessere governato dei "signori feudali" o sbaglio?

Gian

 

Nel 13 secolo si divise la dinastia in due rami , che si riunificarono in tempo di pace con editto a metà '800 in cui venne cancellata la figura dello shogun a favore dell'imperatore , ma di fatto non hanno mai smesso di esistere i vari imperatori ,nel lasso di tempo che hai citato di guerre e scontri feudali ci sarebbe da riempire 20 pagine di testo solo per mensionarli tutti .

..:gocciolone: bel fenomeno che sono ..l'ho letto quì l'altro giorno , autore Matteo mi pare.


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il potere militare era in mano allo shogun ma l'imperatore ha sempre costituito il collante, la motivazione, l'ispirazione, il modello, il simbolo del Giappone intero. Il potere non si esercita solo con le armi, ma anche con il pensiero sociale.

E comunque non posso sintetizzare 1000 anni di storia in tre righe.

Wolv, la costituzione è chiara, l'imeratore rinunciò alla sua natura divina nel 1945 con pubblica comunicazione, in quella settimana ci furono molti suicidi, la caduta di un ideale di tali propozioni scosse profondamente la società. Ma anche qui il discorso è lungo e la grande considerazione del popolo nei confronti del tenno risale a tempi non particolarmente remoti, è dovuta in principal luogo alle notevoli abilità dell'imperatore Meiji che riusci a sfruttare l'orgoglio storico come stupefacente spinta al rinnovamento.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho mai letto la costituzione giapponese (a malapena quella italiana :whistle: ) e ti ringrazio per la spiegazione. sono d'accordo sul fatto che siano argomenti troppo grandi per discuterne qui

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il potere militare era in mano allo shogun ma l'imperatore ha sempre costituito il collante, la motivazione, l'ispirazione, il modello, il simbolo del Giappone intero. Il potere non si esercita solo con le armi, ma anche con il pensiero sociale.

E comunque non posso sintetizzare 1000 anni di storia in tre righe.

Wolv, la costituzione è chiara, l'imeratore rinunciò alla sua natura divina nel 1945 con pubblica comunicazione, in quella settimana ci furono molti suicidi, la caduta di un ideale di tali propozioni scosse profondamente la società. Ma anche qui il discorso è lungo e la grande considerazione del popolo nei confronti del tenno risale a tempi non particolarmente remoti, è dovuta in principal luogo alle notevoli abilità dell'imperatore Meiji che riusci a sfruttare l'orgoglio storico come stupefacente spinta al rinnovamento.

 

capisco, molto interessante, non si può sapere tutto nella vita(mi riferisco a me...)

effettivamente le diversità con l'occidente sono moltissime...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, non parliamo di storiografia politica e di colonialismo, di inimicizie verso certi paesi, di barbarie, ecc…altrimenti andiamo troppo fuori argomento e io sarei il primo a farlo (e di molto). Ma il tema di questa discussione è un altro…

In tema di giappone qualcuno ben informato potrebbe anche ricordarsi delle stragi di nobunaga, e quanto a pulizia etnica gli ainu ne sanno qualcosa…

Gli ordini cavallereschi europei non sono poi così omogenei in tema di valori, radici e storia…c'erano/ci sono ordini militari, gentilizi, ecc…

Comunque preferirei tornare al topic.

 

Non devi dispiacerti di aver postato il link della britannica(che ho letto), ma non fa che(a mio parere) avvalorare la mia tesi..

 

forse non l'hai letta benissimo. Britannica parlava di "araldica giapponese", altro che stemmi! E' ovvio e lampante che l'araldica giapponese è molto diversa da quella europea, non per questo possiamo non considerarla tale.

Ho già chiarito il mio discorso sul termine e la definizione di "stemma" e non vorrei ritornarci per non sembrare logorroico e presuntuoso: quel che credo è che ci voglia un po' di elasticità mentale nell'accettare di inquadrare certi concetti ed estenderli analogicamente (come fanno i giudici quando decidono un caso, sprovvisto di norme regolatrici, tramite norme di altri casi simili e disciplinarmente compatibili).

 

Per inciso: oggi, per puro scrupolo, ho chiamato il Consiglio Araldico (che tu, Gian, sicuramente conoscerai) e mi è stato detto che "la materia stemma - così per come è stata posta sul forum- non è di definizione cortissima e che il legame scudo-stemma è tema di disquisizione. Comunque l'araldica prende corpo dagli scudi ma trae radici dagli stemmi". Mi si diceva poi di contattarli per altre informazioni ma queste mi sono sufficienti.

 

 

Se poi vogliamo continuare a parlare di Ordini Cavallereschi e affini io ne sarò felicissimo ma dovremmo farlo sul off topic. Credo però che sia meglio in questa sede (forum INTK) concentrare le nostre energie e le nostre risorse sul mondo della spada giapponese e sui pianeti che gli gravitano intorno.

Modificato: da Musashi

<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si potrebbe ritornare al discorso sulla simbologia allora?...

Gian

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se poi vogliamo continuare a parlare di Ordini Cavallereschi e affini io ne sarò felicissimo ma dovremmo farlo sul off topic. Credo però che sia meglio in questa sede (forum INTK) concentrare le nostre energie e le nostre risorse sul mondo della spada giapponese e sui pianeti che gli gravitano intorno.

 

 

Mi aggrego a questa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto giusto siamo O.T.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante