Vai al contenuto
Hiryu

MIYAMOTO MUSASHI

Messaggi consigliati

Salve tutti!Vorrei porvi un quesito a mio parere molto interessante da cui credo possa nascere un interessante discussione.L'argomento è presto detto...MIYAMOTO MUSASHI!Il leggendario ronin del Sakushuu!Cosa pensate della figura di questo grande guerriero?!Solo una selvaggia bestia di montagna come alcuni lo definirono oppure un vero e proprio santo della spada?!Non vedo l'ora di leggere i vostri commenti!emoticons.png:arigatou:

 

 


Invicible Under The Sun

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

argomento molto complesso, un personaggio a metà tra realtà e leggenda, molto si è scritto su di lui, molto di falso....

un personaggio atipico (soffriva del morbo di basendow) per l'epoca in cui viveva guerriero, poi pittore (si ) poeta ? tsubashi?.... si è detto di tutto su di lui

mi sorprende con tu non lo abbia chiamato samurai... infatti la sua figura è tutto l'opposto

io sono sempre convinto del fatto che sia diventato una leggenda solo grazie all'incontro con takuan soho.... altrimenti sarebbe rimasto quel buzzurro di strada che era....

ha "creato" il suo stile adattandolo alle sue esigenze di lotta.... attuando delle volte scelte estreme.... la sua forza sta proprio in questo, il suo "fregarsene" delle REGOLE, un esempio del concetto: A RAGIONE CHI RIMANE IN PIEDI PER ULTIMO

uno dei "pilastri" della via della spada, ma non di certo della via del samurai

 

il go rin no sho, la sua opera, la sua visione della via della spada è sempre affascinate, ma è una lettura priva di senso se prima non si conosce l'opera di takuan

anche l'opera di yagyu prende molto dagli scritti di takuan... in fin dei conti anno entrambi bevuto dalla stessa fonte

Modificato: da Matteo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

argomento molto complesso, un personaggio a metà tra realtà e leggenda, molto si è scritto su di lui, molto di falso....

un personaggio atipico (soffriva del morbo di basendow) per l'epoca in cui viveva guerriero, poi pittore (si ) poeta ? tsubashi?.... si è detto di tutto su di lui

mi sorprende con tu non lo abbia chiamato samurai... infatti la sua figura è tutto l'opposto

io sono sempre convinto del fatto che sia diventato una leggenda solo grazie all'incontro con takuan soho.... altrimenti sarebbe rimasto quel buzzurro di strada che era....

ha "creato" il suo stile adattandolo alle sue esigenze di lotta.... attuando delle volte scelte estreme.... la sua forza sta proprio in questo, il suo "fregarsene" delle REGOLE, un esempio del concetto: A RAGIONE CHI RIMANE IN PIEDI PER ULTIMO

uno dei "pilastri" della via della spada, ma non di certo della via del samurai

 

il go rin no sho, la sua opera, la sua visione della via della spada è sempre affascinate, ma è una lettura priva di senso se prima non si conosce l'opera di takuan

anche l'opera di yagyu prende molto dagli scritti di takuan... in fin dei conti anno entrambi bevuto dalla stessa fonte

 

 

Concordo pienamente con quanto affermato da Matteo , volendo questo post potrebbe essere l'appendice a l'altro tuo "essere uno spadaccino" , perdona la mia presunzione , credo dettati entrambi dalla lettura del manga" Vagabond "di Takehiko Inoue basato sul romanzo" Musashi" di Eiji Yoshikawa come testimonia anche il tuo avatar,( non preoccuparti lo leggo e colleziono anche io malgrado i 40 anni), quello che mi sento di aggiungere a quello scritto da Matteo è che per certi personaggi storici portati alla ribalta da azioni eclatanti degne in qualche modo di essere ricordate la storia sbiadisce il ricordo della persona e mette a fuoco il personaggio , ti porto un esempio molto vicino a noi riportato agli onori della memoria per i 150 anni dell'unità d'italia, Giuseppe Garibaldi liquidato dai libri di scuola come l'eroe dei due mondi ,ma da una seria ricostruzione storica della sua vita emerge una figura che poco ha a che vedere con il termine eroe come noi canonicamente intendiamo. Miyamoto Musashi non è sicuramente indenne a questo esame , ma non ricordo chi disse che il mondo ha bisogno di eroi , forse era Stan Lee.:fico:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un volta, scherzando con gli amici, abbiamo definito Musashi "Il terrone dei samurai" ... :gocciolone: :gocciolone:

 

Scherzi a parte, malgrado la sua gloria come combattente sia massima, certo non si può dire che si distinguesse per l'onore nei combattimenti, anzi basta vedere lo scontro con Sasaki per rendersi conto che a volte sfruttava l'onore degli altri, l'etichetta e la rigidità degli schemi sociali e del bushido per trarne un vantaggio.

Tant'è... ha sempre vinto, è morto vecchio avendo il tempo di dedicarsi alle arti e questo non è poco per un guerriero che ha affrontato tutti i campioni della sua epoca senza essere mai sconfitto.

 

leggi questo:

http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=65&st=0&p=457

 

http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=5335&st=0&p=65422

 

http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=5966&st=0&p=72088



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo pienamente con quanto affermato da Matteo , volendo questo post potrebbe essere l'appendice a l'altro tuo "essere uno spadaccino" , perdona la mia presunzione , credo dettati entrambi dalla lettura del manga" Vagabond "di Takehiko Inoue basato sul romanzo" Musashi" di Eiji Yoshikawa come testimonia anche il tuo avatar,( non preoccuparti lo leggo e colleziono anche io malgrado i 40 anni), quello che mi sento di aggiungere a quello scritto da Matteo è che per certi personaggi storici portati alla ribalta da azioni eclatanti degne in qualche modo di essere ricordate la storia sbiadisce il ricordo della persona e mette a fuoco il personaggio , ti porto un esempio molto vicino a noi riportato agli onori della memoria per i 150 anni dell'unità d'italia, Giuseppe Garibaldi liquidato dai libri di scuola come l'eroe dei due mondi ,ma da una seria ricostruzione storica della sua vita emerge una figura che poco ha a che vedere con il termine eroe come noi canonicamente intendiamo. Miyamoto Musashi non è sicuramente indenne a questo esame , ma non ricordo chi disse che il mondo ha bisogno di eroi , forse era Stan Lee.:fico:

 

Ci hai preso in pieno!:ok:

Dopotutto non era difficile da capire!:D

In tal senso ci ho messo anche del mio!:hehe:

Comunque ho diciamo "incontrato" il personaggio di musashi per caso leggendo il gorin no sho e da lì è nata poi la mia passione per questo personaggio.Concordo,non si può definirlo certo un samurai,dopotutto la sua vita si è sviluppata in continuo contrasto con il modo "giusto" di vedere e fare le cose che esisteva all'epoca.Per vincere tutti i suoi duelli è sicuramente ricorso a vari trucchi e slealtà,tuttavia non credo che ciò basti per spiegare la sua imbattibilità nell'arte della spada no?Di conseguenza si torna alla domanda iniziale.

 

P.S. Comunque hai ragione,le due cose sono senza dubbio collegate!:ok:


Invicible Under The Sun

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un volta, scherzando con gli amici, abbiamo definito Musashi "Il terrone dei samurai" ... :gocciolone: :gocciolone:

 

Scherzi a parte, malgrado la sua gloria come combattente sia massima, certo non si può dire che si distinguesse per l'onore nei combattimenti, anzi basta vedere lo scontro con Sasaki per rendersi conto che a volte sfruttava l'onore degli altri, l'etichetta e la rigidità degli schemi sociali e del bushido per trarne un vantaggio.

Tant'è... ha sempre vinto, è morto vecchio avendo il tempo di dedicarsi alle arti e questo non è poco per un guerriero che ha affrontato tutti i campioni della sua epoca senza essere mai sconfitto.

 

leggi questo:

http://www.intk-toke...c=65&st=0&p=457

 

http://www.intk-toke...35&st=0&p=65422

 

http://www.intk-toke...66&st=0&p=72088

 

Grazie per le interessanti informazioni su Musashi.Comunque della sua biografia sapevo quasi già tutto però anche essendo a conoscenza che in tarda età fù anche un artista non avevo mai visto le sue opere.Grazie!:arigatou:


Invicible Under The Sun

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sto leggendo un libero a riguardo,molto interessante,ve lo consiglio.

IL SAMURAI SOLITARIO.

William Scott Wilson

Edizioni Mediterranee.

Potrai capire bene di che si sta parlando.

 

Si avevo già intenzione di comprarlo,comunque ho già letto il gorin no sho e adesso sono in procinto di acquistare il libro di eiji yoshikawa,la biografia di musashi.A livello di informazioni su musashi non sono proprio a livello 0.La mia domanda è più di carattere speculativo,sulle domande e le risposte che ognuno di noi si è dato sulla vita di musashi emoticons.png


Invicible Under The Sun

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

alt... il libro di yoshikawa NON è LA BIOGRAFIA DI MUSASHI, è un romazo con musashi come protagonista

 

alcuni fatti, come l'incontro con yagu, sono pura invenzione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

alt... il libro di yoshikawa NON è LA BIOGRAFIA DI MUSASHI, è un romazo con musashi come protagonista

 

alcuni fatti, come l'incontro con yagu, sono pura invenzione

 

Davvero?Non lo sapevo.Invece qualcuno sa se esiste un libro più legato alla sua biografia?


Invicible Under The Sun

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ce ne è uno di Kenji Tokitsu su Musashi


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque tornando all'argomento centrale quali sono le vostre opinioni su musashi?


Invicible Under The Sun

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sto leggendo un libero a riguardo,molto interessante,ve lo consiglio.

IL SAMURAI SOLITARIO.

William Scott Wilson

Edizioni Mediterranee.

Potrai capire bene di che si sta parlando.

 

L'ho comprato stamattina,è una lettura interessante e scorrevole.


La vittoria è di colui,

ancor prima del confronto,

che non pensa a sè

e dimora nel non-pensiero della grande origine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

lo sto leggendo anche io, niente male davvero piacevole.

 

GTO


"come le belle donne, anche le spade, ad un certo punto si stancano di essere solo osservate"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho appena acquistato pure io, grazie della segnalazione.

Inoltre mi permetto di consigliare agli interessati a libri e pubblicazioni, di dare un'occhiata al sito di Amazon (italia) perche' fino al 1 settembre e' disponibile uno sconto minimo del 40% su tantissimi libri, infatti ho comprato qualcosa come una ventina di titoli con un risparmio altissimo!


武士に二言無し

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante