Vai al contenuto
tango69

Katana musashitarou yasukuni....

Messaggi consigliati

Di questo fabbro trovi di tutto in rete...

La scuola la ha presentata Massimo al raduno scorso in gui c'eri anche tu se non ricordo male.

 

Che cosa ti farebbe spendere un cifra simile di questa lama (noto ora il prezzo)? Io non spenderei nemmeno lontamente una cifra simile non sapendo *granchè* di quello che vorrei comprare... ognuno ha il suo prezzo e possibilità diverse certo, ma il mio consiglio è quello che riceviamo di solito tutti all'inizio: leggi, affina un pò la conoscenza sull'argomento per orientarti un minimo all'interno di quello che è un mondo molto, ma molto vasto....

lascia stare dove ho preso io la mia, di posti per predere una token ce ne sono a bizzeffe.

Ma soprattutto non aver fretta, ci saranno sempre belle lame che girano e disponbili.

 

Piu importante invece è la questione dell'importazione. Importare una lama è cosa ben diversa dal scovarla sotto terra...informtii presso la tua questura! (Se non lo hai già fatto!)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ovviamente non è mia intenzione acquistarla,non tanto per il prezzo ma per la mia attuale ignoranza in materia,quando massimo mi riconsegnerà la mia polita comincerò a godermi quella...continuerò a studiare guardando lame dei soci,partecipando ai kantei cercando di ampliare la mia conoscienza ed affinando i miei gusti e poi si vedrà,il chiedere cosa voi esperti ne pensiate fà parte del mio percorso di studio....poi si vedrà.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

-ciao Simone, si trovo bellissimo il same nero come lo tsukamaki e i menuki dorati che fanno contrasto... tra l'altro i menuki sono il simbolo di qualche clan? sapete dirmi quale...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il simbolo raffigurato nei menuki si chiama Hidari Mitsu Tomoe (左三つ巴), detto anche Tomoemon.

E' stato utilizzato da diversi clan.

 

Ecco un elenco parziale:

 

https://en.wikipedia.org/wiki/Kobayakawa_clan

 

https://en.wikipedia.org/wiki/Bessho_Nagaharu

 

https://en.wikipedia.org/wiki/Asahina_clan

 

https://en.wikipedia.org/wiki/Gam%C5%8D_clan

 

Una versione particolare è stata utilizzata anche dal clan Nagao

 

https://en.wikipedia.org/wiki/Nagao_clan

 

e dal clan Itakura

 

https://en.wikipedia.org/wiki/Itakura_clan

 

Questo simbolo si può trovare in diverse versioni, con due, tre o quattro "teste", il cui senso di rotazione può essere sinistrorso (hidari) o destrorso (migi).

E' presente in moltissime culture asiatiche, ad es. in Cina, Corea, Mongolia, Tibet, ma un simbolo molto simile esiste anche nella cultura europea: il Triskelion.

 

Secondo alcuni studiosi di araldica giapponese pare che il Tomoemon sia stato utilizzato, in origine, come ornamento della pelle del tamburo più grande impiegato nel Gagaku (雅楽), l'antica musica di Corte, che veniva eseguita anche nei templi.

 

Altre info qui:

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Tomoe

 

https://ja.wikipedia.org/wiki/%E5%B7%B4

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

F36000D6-0B93-4DE6-BB73-1D4B68B5473A-542-000001728589C5ED_tmp.png

 

Vedo che il mon ha riscosso molto interesse.

Aggiungo perciò qualche piccolo spunto per ampliare il discorso.

Come tutti sapete, l'aristocrazia giapponese è guerriera ed è quindi logico che i simboli delle casate facciano a ciò riferimento. L'attrazione non sempre rende immediatamente leggibili questi simboli che sono oggi decontestualizzati da un punto di vista culturale.

Un tempo erano più immediati.

 

Il singolo elemento decorativo (quella sorta di spermatozoo) è composto da una testa e una coda.

Rappresenta un'energia.

Come tale lo abbiamo tutti presente, ad esempio nell'antico cerchio taoista dello yin e yang.

Qui esso rappresenta le due energie opposte da cui l'universo è generato.

Vi risparmio le analogie che la fisica moderna vi ha trovato, anche perché sono state ben esposte da F. Capra nel suo Tao della fisica, e ci porterebbe troppo lontano.

La domanda vera è: perché tre energie?

E per conseguenza: cosa c'entra con i guerrieri?

 

Un viaggio lungo, legato al buddismo esoterico, che ci porta al sanmitsu, ai tre segreti o alle tre porte, passando per la Cina ad un altra antica casta guerriera, quella indiana.

Ed è proprio il vajra, il diamante fulmine, oggetto religioso ma anche arma terribile nelle mani del monaco guerriero che conosce (nello specifico le applicazioni legate alla fisiologia umana) .

Un sapere antico, ma direttamente applicabile alla guerra, che rende l'essere umano capace di trascendere le sue normali capacità, passando ad un livello superiore.

Come?

 

Varcandoi tre cancelli.

In sanscrito: mantra, mudra e mandala o se preferite l'ebraico, pensiero, parola e opera.

Non vengo certo io oggi a svelare la Trinità è come fin dall'antichità l'uomo ha visto se stesso come il principio unificatore delle due energie originali. Come l'essere che ha saputo congiungere Cielo e Terra.

Qui, tuttavia, i giapponesi si perdono poco in ciance.

Vogliono uno strumento in grado di permettergli di varcare una soglia che gli permetta di trascendere il quotidiano, per diventare il guerriero che è passato alla storia: il Bushi.

Ed ecco che il buddismo esoterico indica la strada.

Il millenario sapere indiano ha infatti distillato uno yoga (vaglielo a spiegare ai peace and love....), inteso come pratica meditativa, a ciò deputata.

Diventare il guerriero perfetto.

Una pratica fatta di immagini (mandala), formule magiche (mantra) e posizioni del corpo (mudra).

La sua forma più celebre, che avrete certamente visto tutti almeno in un manga, è il famoso kuji dei ninja.

I nove (3 volte 3 appunto) mistici sigilli che trasportano il guerriero nella dimensione desiderata.

Capace di fondersi con gli elementi naturali, diventare invisibile, diventare insensibile al dolore, alla sete alla fame, trasformarsi in un animale, attività a portata di mano per chi conosce come varcare le tre porte.

 

Solo superstizioni religiose?

...Beh, io vi volevo solo descrivere il mon.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco perchè mi piace questo forum..... entro per vedere di trovare qualche caratteristica della scuola Shitahara su una katana , e mi ritrovo ad imparare qualcosa sul mon o sulla simbologia dei clan.....

 

Speriamo che avesse ragione Socrate , quando sosteneva che sapere di non sapere era la base della vera conoscenza, perchè se questo è vero sto mettendo su delle basi solidissime :marrotolo:

 

Grazie dei contributi

 

:arigatou:


Juri

 

In quiete ... come una montagna , in moto ... come un fiume

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie getsunomichi,bella lezione di esoterismo legato ai simboli....questo ci fa riflettere sulle connessioni esistenti tra culture e religioni apparentemente non legate fra loro...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Figurati Tango.

Se sei interessato all'argomento, c'è una persona che gli ha dedicato la sua vita e le sue opere.

Uno penserebbe ad un mistico, ad un religioso, ad un filosofo....

Come è facile sbagliarsi.

Era uno scienziato e un medico svizzero, allievo di Freud.

La sua ricerca era finalizzata a curare persone affette da gravi psicopatologie, anche se sempre di più oggi si tende a ritenere queste stesse la causa di patologie tout court.

Carl Gustav Jung.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tornando a quanto detto da Getsu:

 

attachicon.gifM64158_1a.jpg

 

Preso da: http://czernys.com/auctions_lot.php?oggetto=64158&asta=66

 

Questo particolare pugnale , mi ricorda alcuni film abbastanza celebri della mia infanzia (e oltre....) :

 

Il Bambino d' oro del 1986 con Eddie Murphy

 

https://youtu.be/fBygvNdkx8Q?t=5m46s

 

L 'Uomo ombra del 1994 con Alec Baldwin

 

https://youtu.be/4XLZRPyb77E?t=1m2s

 

00137801.JPG

 

Pugnale tibet.jpg

 

 

Questo a testimonianza di quanta suggestione questa forma e questo pugnale abbiano sempre suscitato.......

E una volta tanto aggiungo , con una certa "coerenza" visto che in entrambi i film vi era un legame diretto con il Tibet e gli si attribuivano poteri magici.....

 

 

PS : i link portano ,ovviamente , ad un punto dei rispettivi film dove si vede subito il pugnale....giusto per non doverveli vedere per intero :tongue:

 

 

:ciaociao:

 

Juri


Juri

 

In quiete ... come una montagna , in moto ... come un fiume

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante