Vai al contenuto

Enrico Ferrarese

Admin
  • Numero di messaggi

    2173
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Enrico Ferrarese

  • Rango
    Dash Kappei
  • Compleanno 12/04/1982

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Venezia

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. E' ufficiale l'intervento? forse è il caso di dirlo per tempo anche qui?
  2. Enrico Ferrarese

    Mi Presento

    ci siamo passati tutti, se è per quello... però tutti i qui presenti ti possono garantire che più aspetti, più godrai dopo. è matematico.
  3. Enrico Ferrarese

    Mi Presento

    Ciao Killian benvenuto. dalla tua presentazione non vedo grossi impedimenti nel tuo futuro nell'avere in custodia (possesso non è termine che amo, nella nostra visione della token, noi siamo solo custodi temporanei, e dobbiamo fare di tutto per preservare questi oggetti nel miglior modo possibile per il custode che ci succederà). Voglio spendere qualche altra parola sul perchè non consigliamo una lama al posto di un'altra. il 99,9999% di chi si avvicina a questo mondo vuole una katana, senza avere idea di cos'altro possa preferire, se non forse un indicazione del prezzo. ora. tu ci chiedi se queste lame (prese sal sito aoiart) sono interessanti per noi. Per essere nihonto sono nihonto. Ma tu che cosa vuoi sapere di preciso? sono due lame molto differenti tra loro.... ma tu cosa cerchi? oltre a qualcosa che tu ti possa permettere si intende (senza offesa, scusa l'indelicatezza). se chiedi se sono nihonto non hai la minima idea di quante e quali caratteristiche può differerire una lama dall'altra. E se ti manca questo polso men che meno puoi avere idea di cosa può o non può piacerti. potrei dirti vita morte e miracoli, quasi della seconda, ma a che pro? spero di aver fatto scattare un campanello d'allarme tra i tuoi pensieri 🙂
  4. Ciao Luca, innanzitutto benvenuto. Purtroppo non si danno consigli per gli acquisti, ne è possibile farne in questo forum, al di fuori del mercatino specifico, accessibile ai soli soci. Seguirà a breve un regolamento generale ei utilizzo del forum, che verrà pinnato in ogni sezione, onde evitare ciclicamente questo genere di richieste. p.s.: per protezione degli utenti tutti ricordo che sono vietati scambi via pm.
  5. forse per i testi generici, ma se si scende nel tecnico del mondo nihonto la mia esperienza di jap -> eng è 60% fuffa, 35% di traduzione di orientamento globale, 5% di traduzione accettabile
  6. apperò, grazie. no non ne sapevo nulla...
  7. suggerirei di partire dall'hotel, il park plaza è un 4 stelle, il più comodo di tutti perchè il più vicino di tutti all'Expo, alla stazione ed pure quello che costa meno. occhio che c'erano poche camere libere già 10 gg fa, e verrà bersagliato da tutta europa e non
  8. Enrico Ferrarese

    Mi presento

    Ciao Lorenzo e benvenuto
  9. MS non traduce a 100 dollari per a4 libri specializzati e ti risponde dopo una vita ormai... giusto per darti la misura
  10. Enrico Ferrarese

    Presentazione

    assolutamente no, e qualsiasi discussione in merito verrà attentamente vagliata. prendere spunto è una cosa, trasformare e modificare è un'altra.
  11. Ciao lo scoglio che, prima o dopo arriva per tutti, è quello della lingua in primis e della capacità di vedere un certo numero di lame di qualità in secundis. lo studiare in sè non è divertente solo per te, ma per capire bene le basi, e progredire poi, bisogna innanzitutto partire dai vocabili giapponesi. e già qui qualcuno si perde. Poi un primo livello da newbe, se così si puo dire, lo si raggiunge con i primi libri in italiano (tecnici e storici, non i romanzi). Infine si passa per forza di cose a quelli in inglese. fin qui nulla di proprio difficile. ormai l'inglese lo sanno più o meno tutti. per fare il salto di livello però bisogna scontrarsi con la realtà: molti libri specifici e di approfondimento ci sono solo in lingua giapponese. In piu come se non bastasse questa "materia" non si apprende solo sulla carta. Se si vuole davvero capire alcune cose, e saper fare i dovuti distinguo, bisogna vedere tante lame dal vero. lame di qualità. lame che difficilmente trovi fuori dal giappone, spesso nemmeno nei musei. È come comprendere la grandezza di un dipinto di michelangelo guardando tanti dipindti di artisti di strada (con tutto il riapetto), non so se mi spiego... Pensa che pure i Maestri giapponesi continuano a studiare e a fare ricerche. figurati quanta strada c'è da fare. Ovviamente avere qualcuno di piu esperto di te (leggasi "che ci ha sbattuto il naso prima") che ti sa fare da cicerone passo dopo passo, e.nei momenti giusti, ti aiuta molto e ti velocizza nella curva di apprendimento. Poi, per parlare invece del rapporto tra lama tradizionale e qualità, bisogna aver chiaro un concetto base. La nihonto, intesa come lama prodotta in modo artigianale secondo Tradizione è un oggetto artigianale (anche il materiale) che ha 2 caratteristiche specifiche fondamentali. la prima che è bimetallico, la seconda che è a tempra differenziata. Di per se gia solo queste due caratteristiche sarebbero indice della qualità funzionale della lama prodotta (per la scherma giapponese). questo però non è ovviamente sufficiente per definire di alta qualità una lama. perchè proprio come oggetto artigianale può nascere con uno o piu difetti, ognuno di gravità variabile. le kazuuchimono ad esempio sono lame del periodo muromachi ma non sono lame di grande qualità. tanto per fare un esempio. spero di aver chiarito qualche tuo dubbio. 🙂 p.s. non voglio entrare molto nel campo economico, perchè è un ginepraio pericoloso... però se vedi che molte lame antiche costano meno di tante altre shinsakuto pensa non solo al costo moderno di produrre una lama artiginale... ma anche al fatto che una lama moderna, proprio perchè è moderna ha subito meno politure, pertanto è già solo per questo tendenzialmente in uno stato di salute migliore. senza andare a toccare direttamente la qualità della lama in sè.
  12. Enrico Ferrarese

    Presentazione

    Chiara benvenuta, quoto Manuel. spirito ed obiettivo ultimo di questo forum è la preservazione delle nihonto e dei suoi fornimenti. capisci pertanto che nella visione di chi gestisce e frequenta questi lidi il concetto di trasformazione (a qualsiasi livello) non è ammissibile, ed è fuori discussione.
  13. percepisco un vertenza nella Forza. l'assalto ai ticket cominciato è.
  14. Enrico Ferrarese

    habaki

    davvero bello, complimenti

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...